Please, enable JavaScript on your browser
la val - escursioni punti di interesse attrazioni a valdidentro bormio

 ALBERGO HOTEL LA VAL

ALBERGO HOTEL
LA VAL

Escursioni, punti di interesse e attrazioni vicini a VALDIDENTRO BORMIO Stelvio Valfurva Solda

STELVIO DOP

STELVIO DOP  Apri
Loc. PASSO DELLO STELVIO, BIOSFERA VAL MUSTAIR, 7536 STA. MARIA VAL MUSTAIR, SVIZZERA - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
15 Km da LA VAL
  Area Solda, Valfurva, Sluderno
  Brochure PDF
Il formaggio Stelvio D.O.P. e' in vendita a forma intera (1), mezza forma (1/2), quarta forma (1/4), formaggio porzionato a 210 g x 10 e 210 g x 20. In merito alla produzione di formaggio l'utilizzo della tipica microflora autoctona (cultura mista composta da Arthrobacterium ssp., Brevibacterium ssp. e altri ceppi aerobi) consente una fase di maturazione tipica che va a caratterizzare in modo univoco il prodotto finito. Durante la maturazione il formaggio e' trattato almeno 2 volte alla settimana con questa tipica microflora autoctona. La composizione di questa cultura mista e' unica ed esclusiva e viene prodotta in caseificio seguendo una procedura definita e particolare. Le colture vengono coltivate su particolari substrati a temperatura ambiente ed in determinate condizioni di luce. La durata puo essere variabile, dipende dal raggiungimento di un valore prefissato di pH e dal colore della coltura. Il tecnico di laboratorio decide sulla base della propria esperienza e della acquisita sensibilita quando la coltura e' pronta per l'uso. Questi batteri conferiscono al prodotto un gusto unico e tipico dovuto alle loro attivita' fisiologiche come la decomposizione delle proteine e lo sviluppo di diverse sostanze aromatiche. Una particolare caratteristica di questo formaggio e' anche il caglio di origine naturale ottenuto dallo stomaco di vitello, con il quale si fa coagulare il latte (vedasi art. 4.2.5 del disciplinare di produzione del formaggio 'Stelvio o Stilfser'). Il caglio viene prodotto in zona seguendo un metodo tradizionale. Ha un'attivita' di 1:15.000 ed e' composto dal 75% di chimosina e dal 25% di pepsina; non contiene altro tipo di coagulanti (come ad es. quelli di origine microbica), non e' geneticamente modificato, ne' contiene enzimi coagulanti geneticamente modificati. Il caglio corrisponde ai regolamenti CEE 258/97, CEE 1829/2003 e CEE 1830/2003. Il caglio viene analizzato due volte l'anno sulla presenza di OGM, secondo un piano di controllo

CASTEL COIRA

CASTEL COIRA  Apri
Loc. SLUDERNO - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
32 Km da LA VAL
Altitudine: 978 mt. s.l.m.  Area Solda, Curon Venosta, Stelvio
Castel Coira (in tedesco Churburg) e' un castello medievale a Sluderno (BZ), che raccoglie la piu' grande armeria privata europea. La costruzione fu iniziata intorno al 1260, per iniziativa del principe-vescovo di Coira, Heinrch von Montfort. Il nucleo del castello consisteva nella torre, nel muro di cinta e nel palazzo. Fu costruito per contenere l'espansione dei signori di Mazia (Matsch). La diocesi di Coira soccombette a Mainardo II di Tirolo-Gorizia, che diede il castello nel 1297 proprio ai Mazia. Nel 1504 agli estinti Mazia subentrarono i conti Trapp. A loro si devono il rifacimento del palazzo e la cappella, ma anche gli affreschi rinascimentali (tra cui anche due alberi genealogici) e la loggia. Tutte le sale del castello sono arredate con mobili e suppellettili risalenti alle diverse epoche del maniero, a partire da una Madonna in legno risalente al 1270. Nella sala degli antenati, sono raccolti i ritratti di tutti i Trapp dal 1600 al 1800. La sala delle armature e' probabilmente la piu' nota. Vi sono conservate circa 50 armature complete, oltre a spade e altre armi difensive, tutti in ottimo stato di conservazione. Si tratta delle armature appartenute ai Matsch, ai Trapp e al corpo di guardia del castello. Il pezzo piu' importante e' un'armatura alta 2,10 metri risalente al 1450. L'armatura pesante 46 chili, e' opera dell'armaiolo milanese Missaglia ed apparteneva a Ulrico Matsch

PASSO DELLO STELVIO

PASSO DELLO STELVIO  Apri
Loc. PASSO DELLO STELVIO ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
15 Km da LA VAL
  Area Solda, Valfurva, Sluderno
Dal punto di vista geomorfologico il passo divide le Alpi Retiche occidentali dalle Alpi Retiche meridionali. Il passo si trova all'interno del Parco Nazionale dello Stelvio vicino ad importanti massicci come il Monte Livrio, l'Ortles ed il Monte Scorluzzo. Il passo si trova in prossimita' del confine con i Grigioni svizzeri, a cui e' collegato tramite il vicino Giogo di Santa Maria-Passo dell'Umbrail (2503 m s.l.m.). La strada statale omonima che lo attraversa, collegando Bormio e la Valtellina con Trafoi e la val Venosta, conta ben 48 tornanti sul versante altoatesino e 36 su quello lombardo. Su tutti e tre i versanti, i due italiani e quello svizzero, il passo rimane chiuso durante l'intero periodo invernale (chiusura invernale) e oltre tra ottobre e maggio. Lo Stelvio e' da sempre un importante collegamento estivo specialmente per la sua vocazione turistica e sportiva, non solo per il turismo sciistico e montano, ma anche perche' meta ambita di ciclisti e motociclisti. Le rovine dell'hotel al passo, distrutto durante la Grande Guerra. All'inizio dell'Ottocento l'imperatore Francesco I d'Austria volle una nuova strada che potesse collegare la val Venosta direttamente con Milano, allora territorio austriaco, attraverso la Valtellina. L'incarico fu affidato all'ingegnere capo della Provincia di Sondrio, Carlo Donegani (1775-1845), esperto d'ingegneria stradale d'alta montagna e gia' progettista del Passo dello Spluga. I lavori cominciarono nel 1822 ed occuparono una grande quantita' di operai, ingegneri e geologi. Dopo soli tre anni nel 1825 l'opera fu compiuta e venne inaugurata alla presenza di un soddisfatto imperatore Ferdinando. L'opera costo' circa 2.901.000 fiorini. Per Donegani fu una pioggia di onorificenze. Nei pressi del passo, sulla parte altoatesina (allora austriaca), furono costruiti dall'Impero austro-ungarico tre fortificazioni: il Forte Gomagoi, il Forte Klein Boden e il Forte Weisser Knott, facenti parte dello Sbarramento Gomagoi. Proprio al passo invece ci sono i resti della fortificazione Goldsee. Fino al 1915 il valico era percorso tutto l'anno da un servizio di diligenze grazie all'efficiente opera degli spalatori durante l'intero inverno. Con l'arrivo della prima guerra mondiale fu teatro di aspri scontri tra la fanteria austriaca e quella italiana, essendo il passo proprio sul confine italo-austriaco. Dopo la vittoria del 4 novembre entrambi i versanti furono italiani, il passo perse ..

TERME DI PEJO

TERME DI PEJO  Apri
Loc. TERME DI PEJO - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
36 Km da LA VAL
  Area Passo del Tonale, Giustino, Ponte di Legno
  Brochure PDF
Le Terme di Pejo si trovano all'interno dell'area protetta del Parco Naturale dello Stelvio, in una salubre valle alpina, a 1400 metri di quota, dominata dalle cime del gruppo dell'Ortles-Cevedale, ricca di laghi alpini, torrenti e cascate. Una valle che offre infinite opportunita' a chi ama una vacanza all'insegna del benessere e del relax, con comode passeggiate, trekking a piedi o in mountain bike, itinerari per il nordic walking e altre attivita' all'aria aperta, per godere di un ambiente naturale tra i piu' suggestivi del Trentino. Le acque termali di Pejo sono conosciute ed apprezzate fin dal 1600. Dalle montagne e dai ghiacciai sgorgano tre preziose sorgenti di acque minerali impiegate a scopo terapeutico. Per ognuna di esse esiste un differente equilibrio di sali, ioni e gas naturali dai quali dipendono gli effetti benefici per la salute: & Fonte Alpina, oligominerale leggerissima, bevuta con regolarita', facilita lo scioglimento delle scorie, in particolare gli acidi urici e determina un effetto 'lavaggio' sulle vie urinarie, con eliminazione di calcoli e renella & Antica Fonte, medio-minerale carbonica ferruginosa, per bibita favorisce il tamponamento degli acidi gastrici e la regolazione del movimento intestinale mentre durante l'immersione svolge un'intensa azione antinfiammatoria sulle articolazioni e sulla pelle & Nuova Fonte, minerale bicarbonato calcio- magnesiaca, ferruginosa ed effervescente naturale stimola il circolo venoso, linfatico ed il microcircolo ed e' efficace sulle vie respiratorie per l'azione anticatarrale e decongestionante. I trattamenti con le acque minerali di Pejo curano in modo naturale e senza effetti collaterali disturbi delle articolazioni, della circolazione venosa e linfatica, della pelle, delle vie respiratorie, dell'apparato gastro-enterico e delle vie urinarie mediante: & bagno termale carbo-gassoso: i sali minerali ed i gas in soluzione offrono un vero sollievo contro i dolori di origine articolare e muscolare & percorso flebologico: lo stimolo idrico induce un'intensa rivascolarizzazione grazie alla quale vengono drenati i ristagni di liquidi presenti nelle disfunzioni del circolo venoso e linfatico & cure inalatorie: le microscopiche particelle di acqua minerale, ricche di bicarbonati, a contatto con le mucose delle vie respiratorie contrastano i processi infiammatori di natura allergica e non allergica & cure iiniche: l'assunzione per bibita della giusta quantita' di ogni singola acqua minerale ...

GOLF CLUB: APRICA ASD

GOLF CLUB: APRICA ASD  Apri
Loc. CORSO ROMA, 150, APRICA SONDRIO, ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
39 Km da LA VAL
  Area Tirano, Capo di ponte, Sondrio
  Brochure PDF
La sfida di Golf sulle nevi della Magnolta a 2000 metri. L'APRICA OROBIE GOLF CLUB e' situato ad un'altitudine di circa m. 1.200 s.l.m., nella splendida cornice naturale delle Alpi Orobie Valtellinesi, e' il luogo ideale per imparare e migliorare il gioco del golf in un ambiente suggestivo e famigliare. Il campo pratica, il putting green e le tre buche del campo in fase di ultimazione, affacciate su una balconata circondata da incantevoli boschi di montagna, dominano il paese e la vallata. La SCUOLA GOLF organizza corsi per ragazzi e adulti, il tutto all'insegna del vivere la NATURA e il GOLF. La vicinanza con altri campi da Golf situati in provincia di Sondrio, Brescia, Lecco, Como e in Svizzera fa dell'Aprica il centro naturale del Tuo Golf

ST. MORITZ

ST. MORITZ  Apri
Loc. ST. MORITZ, SWITZERLAND - GRAUBÜNDEN/GRISCHUN  Navigatore
39 Km da LA VAL
  Area Chiesa in Valmalenco, Val Masino, Sondrio

St Moritz (San Murezzan in Romansch) is where the wealthy come to enjoy their riches. With its smugly perfect lake and aloof mountains, the town also looks a million dollars. Those still waiting to make their first billion usually stay around the lake in St Moritz Bad. Visitors can enjoy a huge variety of winter and summer sports. There is diverse downhill, plus cross-country skiing. Health treatments are also part of the package. After all, those wealthy boys and girls want to be around as long as possible to keep spending all that lovely lolly

COMPRENSORIO ADAMELLO SKI PONTE DI LEGNO TONALE

COMPRENSORIO ADAMELLO SKI PONTE DI LEGNO TONALE  Apri
Loc. VIA VALERIANA 46 PONTE DI LEGNO - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
38 Km da LA VAL
  Area Ponte di Legno, Giustino, Peio Fonti
100 km di piste tutte collegate tra loro dai 1150 metri di Temu' ai 3000 metri del Presena. Un sacco di divertimento per sciatori e snowboardisti

PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO

PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO  Apri
Loc. PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO, GLORENZA BZ, ITALIA - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
18 Km da LA VAL
  Area Stelvio, Solda, Peio Fonti
  Brochure PDF
Naturalmente Parco Il Parco Nazionale dello Stelvio, il piu' grande dei parchi storici italiani, si estende nel cuore delle Alpi Centrali e comprende tipiche vallate modellate dall'azione dei ghiacci e delle acque che discendono dal possente massiccio montuoso dell'Ortles-Cevedale. Il paesaggio del parco e' formato da maestose creste, rigogliose foreste, verdeggianti praterie d'alta montagna solcate da spumeggianti torrenti che sgorgano dai ghiacciai perenni. La varieta' morfologica del territorio, determinata dai cospicui dislivelli altimetrici, consente l'esistenza di ampi ecosistemi con numerose specie rare di animali e piante. Villaggi e masi, sparsi nei fondivalle e sui versanti delle montagne, completano lo scenario e costituiscono affascinanti testimonianze di architettura rurale e sacra, in completo equilibrio con l'ambiente, che vale davvero la pena di scoprire

GOLF CLUB:PONTE DI LEGNO

GOLF CLUB:PONTE DI LEGNO  Apri
Loc. VIA RISORGIMENTO, 5, PONTE DI LEGNO BRESCIA, ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
32 Km da LA VAL
  Area Passo del Tonale, Peio Fonti, Valfurva
Il campo da golf si trova a mt.1500 di altezza, nel Parco dell'Adamello, in localita' Valbione, suggestiva conca prativa delimitata da folte abetaie e dominata dalla dorsale rocciosa del Corno d'Aola Salimmo chiazzata di neve anche d'estate. In questo ambito naturale, a partire dai primi anni ottanta, ha preso forma il percorso a nove buche condizaionato, all'inizio, dalla disponibilita' parziale delle aree private ed avendo a disposizione limitate risorse economiche. Si inizio' comunque a giocare a golf gratificati piu' dalla bellezza naturale che dal percorso. Il crescente entusiasmo dei soci impose di rimettere mano al campo ridisegnandolo secondo criteri golfistici sotto la direzione del sig. Luigi Rota Caremoli

LA FERROVIA RETICA

LA FERROVIA RETICA  Apri
Loc. PIAZZA STAZIONE, TIRANO SO, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
32 Km da LA VAL
  Area Aprica, Capo di ponte, Sondrio
  Brochure PDF
Vivete l'emozione di una delle tratte di valico piu' spettacolari dell'intero arco alpino: La linea Albula/Bernina, che mette in comunicazione il nord e il sud d'Europa. Il viaggio in carrozza panoramica a bordo del Bernina Express, dai ghiacciai alle palme, e' un'esperienza unica. Il modo piu' avvincente di scoprire le Alpi. Dal paradiso delle palme dell'Italia fino ai ghiacciai scintillanti di alta montagna. Il Bernina Express, quale tratta ferroviaria piu' alta delle Alpi, collega il Sud ed il Nord dell'Europa, in un modo a dir poco spettacolare. La tratta ferroviaria si inserisce armoniosamente nel grandioso paesaggio montano. 55 gallerie, 196 viadotti e pendenze fino al 70 per mille che il trenino rosso supera con nonchalance & e senza cremagliera & sino all'Ospizio Bernina, a quota 2 253 metri. Qui natura e cultura si fondono in un tutt'uno, per dar vita al piu' affascinante dei viaggi di scoperta delle Alpi! La tratta fra Thusis e Tirano fa parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanita' UNESCO & un sigillo di qualita'

LAGO DI RESIA

LAGO DI RESIA  Apri
Loc. RESCHENSEE, GRAUN IM VINSCHGAU, SOUTH TYROL, ITALY - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
44 Km da LA VAL
  Area Sluderno, Solda, Stelvio
  Brochure PDF
Curon Venosta. Poco dopo il Passo di Resia, un testimone silenzioso continua a indicare una tragedia che ha avuto inizio negli anni '20 del secolo scorso. Il passante getta uno sguardo terrificato al campanile di S. Pietro che si erge solitario dall'acqua del lago artificiale di Resia, progetto che, per intere generazioni, ha distrutto un intero paese, la patria e la salvezza dell'anima di molti altoatesini. E' il 1920 quando il governo italiano concede il permesso di innalzare di 5 metri il livello del lago di Resia, non sussistendo alcun pericolo per i paesi di Resia e Curon. Ma un grande gruppo industriale si aggiudica subito la concessione e i progetti dei responsabili fanno rabbrividire i cittadini di Resia: il livello del lago va innalzato di 22 metri, segnando cosi' la proverbiale rovina di Curon. Raggirando gli abitanti con una infame manovra, il grande gruppo industriale riesce a non far sollevare alcuna protesta e a ottenere illegalmente da Roma il permesso per iniziare i lavori di costruzione. Il piano e' comunque bloccato dall'occupazione tedesca dell'Italia settentrionale, che lascia sperare alla gente del posto che il progetto cada vittima dei disordini della Seconda Guerra Mondiale. Ma nel 1950 il grande gruppo industriale affoga, nel vero senso della parola, le speranze delle famiglie di Curon, nonostante la protesta internazionale, le perizie scientifiche e le proteste a livello ministeriale e nonostante persino un'udienza dal Papa, organizzata dal coraggioso parroco di paese Alfred Rieper. Alle otto di sera del 16 luglio le campane del campanile di S. Pietro suonano per l'ultima volta. Tre giorni dopo gli abitanti di Curon scendono le scale del campanile trasportando la vecchia campana risalente all'anno 1505. Il 23 luglio, domenica, si cerca di far esplodere la chiesa, ma il tentativo riesce solo in parte. Come un dongione, silenzioso e disabitato, la torre si erge ancora oggi a eterno ammonimento

SOLDA

SOLDA  Apri
Loc. SOLDA BZ, ITALIA - TRENTINO ALTO ADIGE  Navigatore
27 Km da LA VAL
  Area Stelvio, Valfurva, Sluderno
La localita' di Solda sorge nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, a ben 1.840 metri di altitudine. Grazie al suo fascino ed alla sua posizione, ai piedi delle piu' maestose cime delle Alpi Orientali, il piccolo (400 abitanti) e caratteristico villaggio alpino di Solda vanta una lunga tradizione turistica, risalente agli albori della storia dell'alpinismo e degli sport invernali. Il massiccio dell'Ortles e le cime circostanti sono terreno ideale per sempre nuove avventure, alla scoperta di un ambiente montano incontaminato: escursioni ai rifugi alpini della zona, vie ferrate, alpinismo su roccia, misto e ghiacciaio, scialpinismo. La funivia di Solda garantisce un rapido e comodo accesso ai quasi 2.600 m s.l.m. del Rifugio Citta' di Milano (Schaubachhutte), punto di partenza ideale per innumerevoli escursioni e scalate. D'inverno, grazie alla loro elevata altitudine ed al particolare microclima della zona, gli ottimamente preparati 40 km di piste da sci di Solda garantiscono un innevamento perfetto, per una stagione sciistica ben piu' lunga rispetto a quella della grande maggioranza delle altre stazioni sciistiche. Se e' l'aria delle grandi montagne quella che si respira a Solda, non stupisce affatto che il grande alpinista himalayano Reinhold Messner ne abbia fatto proprio luogo d'elezione, rendendolo quasi una piccola enclave tibetana in Alto Adige, a cominciare dall'ormai caratteristica presenza degli yak che il forte scalatore importo' dalle sue spedizioni e che a Solda hanno trovato ambiente e clima ideali. Yak, ma non solo: e' a Solda che Messner ha voluto inaugurare anche il MMM Ortles 'Alla fine del mondo' (museo dedicato al mondo dei ghiacci eterni, nell'ambito del vasto progetto museale Messner Mountain Museum), la raccolta di memorabili alpinistici 'Alpine Curiosa' custodita nella piccola'Flohhausl' ed il ristorante 'Yak and Yeti'

Escursioni e attrazioni in LOMBARDIA vicino a VALDIDENTRO BORMIO Stelvio Valfurva Solda: 'STELVIO DOP'   'CASTEL COIRA'   'PASSO DELLO STELVIO'   'TERME DI PEJO'   'GOLF CLUB: APRICA ASD'   'ST. MORITZ'   'COMPRENSORIO ADAMELLO SKI PONTE DI LEGNO TONALE'   'PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO'   'GOLF CLUB:PONTE DI LEGNO'   'LA FERROVIA RETICA'   'LAGO DI RESIA'   'SOLDA'  

LOMBARDIA


La regione era abitata già nei periodi paleolitico e neolitico. Nel III a.C. venne assediata dai Galli a cui seguì la conquista da parte dei Romani nel 222 a.C. Nel sec. VI fu occupata dai Longobardi che la nominarono Longobardia che divenne in seguito Lombardia. La Lombardia è una delle regioni italiane più estese. Situata all'estremità settentrionale della penisola, confina con la Confederazione Elvetica. Il suo territorio, che si estende dalle Alpi alla bassa Pianura Padana, dà vita a una vasta gamma di paesaggi. Di singolare fascino è lo scenario della catena alpina con la Valchiavenna, la Valtellina e la Valcamonica. Agli appassionati di sport invernali, la Lombardia propone impianti e attrezzature moderne nelle frequentatissime località del Tonale, Bormio, Livigno e Madesimo. Altro panorama caratteristico della regione è offerto dalle distese di colline tra cui spicca l'area di Franciacorta, famosa per i vigneti e la produzione di vino. E poi, il fascino dei grandi laghi. Il versante occidentale del lago di Garda, con Sirmione e altre rinomate località, è una meta turistica di forte richiamo; di estrema bellezza sono anche il Lago di Como e il Lago Maggiore, circondato da ville nobiliari, parchi e incantevoli borghi. Tipiche della regione sono le grandi distese pianeggianti della bassa Pianura Padana coperte da specchi d'acqua e coltivate a risaie: è il paesaggio tipico della Lomellina, la terra delle mondine, ricca di folclore e tradizioni. Favorita dalla particolare posizione geografica e dalle risorse del suolo, la Lombardia è una terra particolarmente ricca dove natura, storia, arte e cultura si fondono armoniosamente con innovazione, tecnologia, moda, divertimento, modernità.

Da Vedere: Il Parco Nazionale dello Stelvio: Il Parco Nazionale dello Stelvio offre un'atmosfera rilassante, fatta di silenzi, odori e ampi spazi. Gli esemplari che trovano l'habitat ideale nel parco sono cervi, caprioli, camosci e stambecchi. Troviamo anche volpi, scoiattoli, galli cedroni ed aquile. Le principali specie floristiche del parco si possono visitare nel giardino botanico 'Rezia' a Bormio. La zona dei laghi: La Lombardia è famosa per avere la più vasta aria ricoperta da zone lacustri fra cui ricordiamo il Lago Maggiore con le bellissime Isole Borromee ; quello di Como che comprende le province di Como e Lecco ad ha alle proprie sponde paesini caratteristici come Cernobbio, Moltrasio e Menaggio; quello di Garda che comprende la cittadina termale di Sirmione ed altre località turistiche come Desenzano; il Lago d'Iseo che comprende la zona della Franciacorta famosa per il vini che vi si producono. Le città d'arte: Oltre ai capoluoghi di Provincia, la regione offre molte città d'arte degne di essere visitate. Fra queste consigliamo Monza che conserva un bellissimo centro storico e l'imponente Palazzo Reale. Si consiglia una visita allo splendido parco all'interno del quale si trova il famoso autodromo. Degna di visita è anche a Salò nel bresciano. La cittadina già esistente in epoca romana ebbe un ruolo importante durante il governo della Serenissima. Sono i Veneziani ad aver costruito le maggiori opere fra cui il Palazzo della Magnifica Patria del 1524 e il Fantoni del &400.Da visitare anche il Duomo. La Lombardia ha una vasta offerta di località sciistiche, basti pensare alla Valsassina ed alla Valtellina con le rinomate località turistiche di Livigno e Madesimo per citarne alcune. Fra le cittadine termali, oltre a Sirmione, segnaliamo anche Salice Terme in provincia di Pavia che conserva ancora edifici in stile liberty ; Boario Terme non lontano dal lago d'Iseo e Trescore Balneareo in provincia di Bergamo.

Gastronomia e Vini: Parlare di un'unica cultura gastronomica lombarda è praticamente impossibile in quanto le varie zone hanno subito le influenze delle regioni a loro confinanti e dei popoli che le hanno di volta in volta conquistate. Le ricette che comunque più richiamano alla regione lombarda sono il famoso 'risotto alla milanese' fatto con zafferano e brodo di carne e la cotoletta alla milanese. Si ricordano anche i buonissimi ravioli di zucca del mantovano e i pizzoccheri valtellinesi. Sempre dalla Valtellina proviene, fra gli altri salumi, la bresaola. Fra i dolci il più tipico è certamente il panettone natalizio, ma ha origini lombarde anche la colomba pasquale. Un'altra specialità è la torta sbrisolona di Mantova. I vini lombardi sono molto vari e adatti alle diverse pietanze. I più rinomati sono quelli provenienti dalla Valtellina come il Nebbiolo, ma sono famosi anche quelli della Franciacorta e dell'Oltrepò Pavese.