Please, enable JavaScript on your browser
anello della donzella - escursioni punti di interesse attrazioni a porto tolle, rovigo, italy
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  ANELLO DELLA DONZELLA


ANELLO DELLA DONZELLA

Escursioni, punti di interesse e attrazioni vicini a PORTO TOLLE, ROVIGO, ITALY Ca' Tiepolo Presa Pisana Mesola

WWF: OASI CANALNOVO

WWF: OASI CANALNOVO  Apri
Loc. CEREGNANO - VENETO  Navigatore
38 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rovigo, Adria, Papozze
  Brochure PDF
L'Oasi di Canalnovo si trova nei Comuni di Crespino e di Villanova Marchesana (Ro). L'Oasi e' costituita da un'ampia golena del Po, di circa 40 Ha, comprendente vecchie cave d'argilla perennemente allagate e circondate da bosco ripariale. Il sito riveste particolare interesse faunistico per la presenza di una grande colonia composta da varie specie di Aironi che vi svernano e nidificano formando una delle garzaie piu' imponenti del Po. Ambiente Percorrendo l'argine sinistro del Po, in Provincia di Rovigo, a circa 20 Km dal capoluogo, tra gli abitati di Crespino e di Villanova Marchesana, si incontra l'Oasi Golena di Canalnovo. E' un'ampia golena del Po, di circa 40 Ha, comprendente vecchie cave d'argilla perennemente allagate e circondate da bosco ripariale in Comune di Villanova Marchesana. L'area, particolarmente selvaggia e' di difficile accesso, ma e' ben visibile dalla sommita' arginale e un sentiero fra gli stagni conduce a una graziosa spiaggia fiume. Flora e fauna Il sito riveste particolare interesse faunistico per la presenza di una grande colonia composta da varie specie di Aironi che vi svernano e nidificano formando una delle garzaie piu' imponenti del Po. Negli stagni si possono osservare tutto l'anno varie specie di anatre mentre il bosco e' frequentato da uccelli arboricoli quali il Picchio rosso maggiore, la Ghiandaia la Cinciallegra e il Codibugnolo. Di grande interesse e' anche la presenza della Testuggine palustre.

SOTTOMARINA

SOTTOMARINA  Apri
Loc. SOTTOMARINA, VENICE, ITALY - VENETO  Navigatore
30 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Isola Albarella, Rosolina

Sottomarina, a piece of land that faces the Adriatic sea is approximately ten kilometres that goes from the outpouring of the Brenta up to that of the Adige. In the past Sottomarina was famous for its land that is particularly suitable for the growing of vegetables, today this area is appreciated for its fine sand that is rich with minerals. Sottomarina is a destination for families that find peacefulness and areas suitable for children. There are a lot of places for tourists to stay and many different activities: parks, structures for volley ball, basket ball, tennis, small harbours, canoeing, centres where tourists can rent windsurfs and horseback riding schools. The seabed offers divers a unique view. There are the tegnu'e, natural reefs that are made up of organisms such as calcareous red algae and a large variety of life forms that populate this seabed. The sponges and anemones are particularly striking because of their shapes and colours and the rocks are teemed with crustaceans, small hermit crabs, lobsters and scorpion fish. There are even large conger eels and croakers. Tourists should also go and see the nearby town of Chioggia, with its herringbone pattern urban structure, a small Venice with streets and canals, palaces and churches and houses with typical chimneys that recall the places told in Goldoni

SPIAGGIA DI CHIOGGIA-SOTTOMARINA

SPIAGGIA DI CHIOGGIA-SOTTOMARINA  Apri
Loc. SOTTOMARINA VE, ITALIA - VENETO  Navigatore
30 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Isola Albarella, Rosolina
Adagiata tra l'Adriatico, la laguna e la campagna veneta, la spiaggia di Sottomarina, anticamente, doveva presentarsi come una sottile striscia di terra, il cordone litoraneo piu' meridionale della laguna. La conformazione di questa parte subi' sostanziali modifiche soprattutto nel sec. XI, passando gradualmente da una vegetazione da selva ad un tipo ortale. Delimitata a Sud dalla foce del Brenta - Bacchiglione, giungeva a Nord fino al porto di San Felice. L'abitato era rivolto verso la laguna del Lusenzo e praticamente era limitato alla zona che va dal porto fino all'attuale mercato vecchio. In seguito alla sua totale distruzione avvenuta nel 1379 nel corso della guerra di Chioggia, Sottomarina rimarra' disabitata, senza piu' difesa a mare, luogo soggetto a continue inondazioni. Lo stesso Senato Veneto ne impedira' la ricostruzione, che avverra' solo verso la seconda meta del 1700, quando per difendere l'intero bacino lagunare verra' costruita l'imponente opera dei Murazzi, costituita da grossi massi in pietra d'Istria posti a fronteggiare l'effetto distruttore delle mareggiate.Sottomarina oggi gode di una spiaggia che si prolunga oltre le foci del Brenta, fino a quelle dell'Adige, in quella di Isolaverde, rinomato per il terreno sabbioso particolarmente adatto per la sua produzione orticola, e oggi rinomato centro turistico dotato di moderne infrastrutture balneari immerse nel verde. Lunga una decina di chilometri e con una profondita' che in alcuni tratti raggiunge anche i 300 metri, la spiaggia di Sottomarina e caratterizzata e apprezzata in tutto il Litorale per la qualita' della sua sabbia, finissima, con grande presenza di augite, quarzo, silicati ed elementi micacei uniti ad una ventilazione regolarmente moderata e costante che rendono questa spiaggia particolarmente consigliata per cure eliopsammoterapiche e per una splendida abbronzatura. La sua ampia e accogliente battigia e', senza dubbio ideale per lunghe passeggiate e per far divertire i bambini e rilassare i piu' grandi

VIA DEL MARE: CHIOGGIA-CAVALLINO TREPORTI

VIA DEL MARE: CHIOGGIA-CAVALLINO TREPORTI  Apri
Loc. CHIOGGIA - VENETO  Navigatore
29 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Isola Albarella, Rosolina
  Brochure PDF
Il lungo litorale veneto e' caratterizzato da paesaggi in cui domina l'elemento 'acqua': dagli scenari del Delta del Po alle valli da pesca, raggiungendo la Laguna di Venezia dopo aver attraversato le foci dei fiumi Adige e Brenta, e poi verso la parte orientale della costa, con le lunghe spiagge di sabbia dorata, dove si attraversano i fiumi Sile, Piave, Livenza e infine Tagliamento. L'itinerario parte dal centro storico di Rovigo, citta' dalle numerose testimonianze di un passato fiorente. Da Rovigo ci si dirige verso Adria (Rovigo) e il Delta del Po, un'area popolata da numerose specie di uccelli acquatici - in particolare il fenicottero rosa - che hanno stabilito il loro habitat tra le canne palustri e i salici. Dal Delta del Po si risale poi verso Chioggia (Venezia), la piccola Venezia. Si raggiunge poi il tratto di litorale rinomato per le lunghe spiagge di fine sabbia dolomitica e le verdi pinete, meta prediletta dei tanti turisti che ogni estate affollano i campeggi e le strutture alberghiere di Treporti, Cavallino, Jesolo, Eraclea Mare, Caorle. Dopo aver ammirato l'incantevole Santuario della Madonna dell'Angelo a Carole si riparte verso le tappe conclusive dell'itinerario, lungo piste ciclabili che attraversano paesaggi agresti, rigogliose pinete e animati centri abitati, per terminare una volta giunti al faro di Bibione, alla foce del Tagliamento

ROSOLINA MARE

ROSOLINA MARE  Apri
Loc. ROSOLINA - VENETO  Navigatore
16 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Isola Albarella, Rosolina Mare, Ca' Tiepolo
L'ampiezza delle spiagge, la varieta' dell'offerta turistica e l'eccezionalita' dell'ambiente del Delta del Po, qualificano la localita' balneare rodigina frequentata da giovani e famiglie. Un sottile nastro di sabbia che si estende per nove chilometri tra il mare Adriatico e le lagune settentrionali del Delta del Po, l'arenile di Rosolina Mare presenta caratteristiche peculiari sia dell'ambiente marino sia di quello fluviale. E' una localita' balneare giovane, infatti comincia a svilupparsi solo intorno agli anni Sessanta sfruttando le notevoli potenzialita' turistiche legate alla sua posizione, con particolare attenzione alla salvaguardia del valore ambientale della zona. La fitta e rigogliosa pineta, assieme al bosco mediterraneo di lecci e roverelle, costeggia le dune che delimitano la spiaggia offrendo 172 ettari di superficie alberata, tranquillo rifugio per pic-nic e momenti di relax. Le vicine lagune con le valli da pesca sono attrezzate, fin dai tempi antichi, per l'allevamento di alcune specie ittiche. Se numerose sono le strutture ricettive messe a disposizione dalla localita' rodigina, altrettanto numerose sono le occasioni per praticare sport: piscine, biciclette a noleggio, campi da tennis, maneggi e l'attracco turistico di Porto Fossone impegnano le giornate di sole degli sportivi in villeggiatura a Rosolina. Numerosi gli spunti anche per partire alla scoperta delle affascinanti bellezze naturalistiche e storiche che circondano Rosolina Mare come, ad esempio, il Giardino Litoraneo Botanico di Porto Caleri e i casoni, vere e proprie testimonianze etnografiche e architettoniche. Mentre ristoranti e locali tipici riservano la cordiale ospitalita' del posto regalando piatti prelibati a base di pesce e frutti di mare. A pochi passi da Rosolina Mare si trova l'isola di Albarella che vanta un arenile di oltre 2 chilometri e mezzo, lento nel declinare al mare e, per lunghissimi tratti deserto, che si specchia in un'acqua verde e trasparente sul versante lagunare. Alle spalle dell'isola seicento ettari di bosco coperti dalla macchia mediterranea. Albarella possiede anche un Porto capace di circa cinquecento posti barca e un campo da golf tra i piu' belli d'Italia.

COZZA DI SCARDOVARI D.O.P.

COZZA DI SCARDOVARI D.O.P.  Apri
Loc. SCARDOVARI - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
11 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Ca' Tiepolo, Presa Pisana, Mesola
Descrizione Coltivazione delle CozzeLa Cozza di Scardovari corrisponde alla specie alloctona Mytilus galloprovincialis, mollusco bivalve dalla forma allungata con conchiglia di colore nero-violaceo; le valve sono bombate, di forma quasi triangolare e presentano sottili striature concentriche. La raccolta delle Cozze di Scardovari avviene dal momento in cui il prodotto raggiunge la taglia minima commercializzabile di 5 cm; sono abbastanza frequenti esemplari di lunghezza superiore a 10 cm. L'intero processo di produzione e' gestito dal Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine, una delle maggiori realta' italiane ed europee nell'allevamento e commercializzazione dei mitili. L'area tipica La Cozza di Scardovari e' prodotta con allevamenti su pali all'interno di un'area di 12 ettari data in concessione all'interno della Sacca degli Scardovari, vasto specchio d'acqua compreso tra le foci del Po di Gnocca e del Po delle Tolle. Si tratta di un ambiente lagunare di transizione dove la mitilicoltura viene praticata dalla fine degli anni '60, raggiungendo oggi elevati livelli di produttivita', grazie alla concomitanza di fattori ambientali che rendono quest'area particolarmente idonea a questa attivita'. In mare aperto, al largo delle zone di Rosolina e Scardovari, viene allevata su un'estensione complessiva di 1600 ettari, in impianti galleggianti (off-shore) con sistemi di allevamento in sospensione (long-line). Parametri nutrizionali Si tratta di un alimento ad alto valore nutritivo, ricco di proteine e di acidi grassi polinsaturi, importanti nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Garantisce inoltre un buon apporto di sali minerali, in particolare sodio, potassio e fosforo e di vitamine. La peculiarita' dell'ambiente delle lagune del Delta del Po conferisce alla cozza di Scardovari una qualita' decisamente superiore, e un sapore molto delicato. Stagionalita' e mesi suggeriti per il consumo Ne viene consigliato il consumo nel periodo che va da aprile a settembre. Da sapere La qualita' del prodotto e' strettamente collegata alla particolarita' della zona d'origine, che presenta caratteristiche uniche e peculiari, permettendo livelli di produttivita' molto elevati. Concorrono in particolare fattori climatici, come condizioni meteorologiche, radiazione solare, temperatura media annuale dell'acqua, fattori idrodinamici,come correnti in laguna, torbidita', apporti fluviali, maree, fattori biotici, come interazioni con comunita' esistenti in laguna. Tutti questi aspetti caratterizzano l'ambiente lagunare e conferiscono al mitilo una qualita' superiore e un sapore particolarmente delicato, apprezzati e riconosciuti anche in ambito europeo. Anche per la Cozza di Scardovari, come per la Vongola Verace, il processo produttivo e il sistema di gestione, l'ambiente naturale tipico del Delta del Po nell'area polesana, la corretta e attenta gestione dei vivai, le specifiche tecniche di raccolta e depurazione, determinano le eccezionali caratteristiche organolettiche e nutrizionali del prodotto, che risulta meno stressato, integro e conserva maggiore freschezza. Infatti, l'attivita' viene gestita nell'ottica della sostenibilita', con l'obiettivo di conservare le pratiche tradizionali e di rispettare e salvaguardare l'ambiente naturale, risorsa preziosissima per lo sviluppo economico dell'intero territorio polesano. La commercializzazione Il prodotto viene sottoposto a depurazione, pulizia e cernita prima del confezionamento; successivamente viene confezionato in un sacchetto a rete di plastica su cui viene apposta l'etichetta identificativa. Il prodotto confezionato e' stoccato in cella ad una temperatura di 6°C e viene avviato direttamente alla spedizione in giornata, o al massimo il giorno seguente, a seconda delle ordinazioni. Il Consorzio, certificato UNI 10939, usa un sistema di tracciabilita' on line che consente al commerciante e al consumatore finale di verificare l'origine del prodotto. La Cozza di Scardovari puo' essere acquistata presso i mercati ittici del territorio polesano o presso il punto vendita diretto del Consorzio Cooperative Pescatori a Scardovari

SPIAGGIA DI ALBARELLA

SPIAGGIA DI ALBARELLA  Apri
Loc. ISOLA ALBARELLA - VENETO  Navigatore
15 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Rosolina, Chioggia
La spiaggia situata esattamente di fronte al Centro Sportivo si contraddistingue per un arenile di sabbia finissima, lentamente digradante verso il mare. Si tratta di una spiaggia attrezzata dotata di ombrelloni, lettini e sdraio. Nelle immediate vicinanze si snodano anche due grandi tratti di spiaggia libera. Sulla spiaggia sono presenti vari spazi, a utilizzo libero, per praticare Beach Volley, Beach Tennis e poco distante si trova un'area adibita per il Beach Soccer. Inoltre nella parte di spiaggia libera, verso la diga, trova la sua collocazione naturale il centro velico dell'isola

MESOLA E LA TENUTA ESTENSE

MESOLA E LA TENUTA ESTENSE  Apri
Loc. MESOLA - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
8 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
Altitudine: -5 mt. s.l.m.  Area Presa Pisana, Ca' Tiepolo, Codigoro
MESOLA E LA TENUTA ESTENSE Il Castello di Mesola e' una delle 19 prestigiose residenze (chiamate delizie) degli Este. E' ubicato nel comune di Mesola in piazza Umberto I.Realizzato tra il 1578 ed il 1583 su volere di Alfonso II d'Este, da Giovan Battista Aleotti su progetto di Marc'Antonio Pasi, detto Il Montagnana, fu utilizzato dagli estensi come dimora durante le battute di caccia nell'attiguo Bosco di Mesola. La delizia presenta un impianto architettonico a pianta quadrata con agli angoli quattro torri pentagonali merlate, circondato da edifici porticati. Rimase di proprieta' degli Estensi fino al 1771. Seguirono vari passaggi di proprieta' fino al 1952 quando passo' sotto il controllo dell'Ente Delta Padano ed ora e' in proprieta' della Provincia di Ferrara. Il castello ospita al 2º piano il Museo del cervo e del bosco della Mesola, con pannelli, studi e ricostruzioni dell'evoluzione e dell'habitat del cervo di Mesola, unica specie autoctona dell'Italia Peninsulare e presente unicamente all'interno della Riserva naturale Bosco della Mesola in circa 150 unita'. Al piano nobile e' allestita una mostra permanente sul territorio del Delta ed al piano terra vi sono pannelli informativi rappresentativi della storia del Castello nel corso dei secoli. Percorso con pulmino elettrico. L'itinerario con il pulmino elettrico parte dal Castello di Mesola (realizzato tra il 1578 ed il 1583 su volere di Alfonso II d'Este), uno dei 'luoghi chiave' per la conoscenza del Delta. Dopo aver visitato il Museo del Bosco e del Cervo, percorrendo via Biverare, uno splendido viale che si addentra nella campagna, si raggiunge il piccolo borgo di Santa Giustina. Successivamente si incontra Torre dell'Abate, simbolo della Grande Bonifica Estense. Si prosegue poi verso la Riserva Naturale Bosco della Mesola ed entrando nella parte ordinariamente preclusa al pubblico, si raggiunge prima l'Elciola e poi il Parco delle Duchesse

PARCO DEL DELTA DEL PO

PARCO DEL DELTA DEL PO  Apri
Loc. PARCO REGIONALE DEL DELTA DEL PO, VIA MAZZINI, 200, COMACCHIO, FERRARA, ITALY - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
2 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Ca' Tiepolo, Mesola, Scardovari
Gli itinerari in bicicletta sono percorsi attraverso un territorio incantato dove il fascino della natura intatta si sposa con quello di piccoli borghi e cittadine piu' o meno note, ricche di storia, cultura e tradizioni. L'acqua e' l'eterna protagonista della storia ferrarese, amica e nemica di genti che per millenni hanno vissuto a contatto col mare, i fiumi e le paludi. Nel corso di una contesa secolare la terra emersa, con l'avanzare delle coste o con l'ostinato lavoro di bonifica, e' stata trasformata in campi,intersecata da fossi, fiumi e canali. Terra e acqua sono i due elementi fondamentali da cui il territorio ferrarese trae la sua identita' e che insieme danno vita ad un paesaggio unico e suggestivo. Vivi la Natura con Gusto nel Parco del Delta del Po Emilia-Romagna! Ritorna l'appuntamento annuale con Primavera Slow, nel Parco del Delta del Po per un totale di 11 week-end, con eventi speciali all'insegna della scoperta della natura, dei luoghi piu' suggestivi, dei sapori della tradizione, della cultura e dell'arte del Delta emiliano-romagnolo. Molti gli appuntamenti di questa edizione, tra cui 'Green Days: Ravenna profuma di Parco e... di tartufo', verranno proposti nuovi itinerari lungo il Po di Volano con lo speciale 'Navigare e pedalare e' speciale'.Si svolge nel territorio da Ferrara a Mesola, Goro e Gorino, da Comacchio ad Argenta, dall'Oasi di Bando ad Ostellato con escursioni a piedi, in barca, in bicicletta, a cavallo, in pullmino elettrico alla scoperta del patrimonio naturalistico di una zona unica, in cui terra e acqua si mescolano dando luogo a scenari eccezionali, da scoprire 'in punta di piedi'. Spostandosi verso sud, nel ravennate, sara' possibile apprezzare luoghi affascinanti come la Pineta di San Vitale, la Pialassa della Baiona, la Pineta di Classe e le Saline di Cervia, luogo davvero unico e 'dimora' di numerose specie di uccelli, tra cui avocette, cavalieri d'Italia, fenicotteri e anatre. Oltre alle escursioni a piedi, in bicicletta e in barca, mancheranno poi le possibilita' di ingresso presso i centri visita Saline di Cervia, alla Casa delle Farfalle and Co. di Milano Marittima, al Palazzone di Sant'Alberto. Inoltre, l'antica Manifattura dei Marinati a Comacchio ospitera' due mostre di fotografia naturalistica: 'Il volo' a cura dei fotografi Delta in focus e la mostra delle immagini vincitrici del concorso Oasis Photo Contest 2010

TRESIGALLO

TRESIGALLO  Apri
Loc. TRESIGALLO-FINAL DI RERO - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
40 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Voghiera, Papozze, Argenta
Considerato uno dei piu' antichi centri della provincia di Ferrara, il Borgo Autentico di Tresigallo e' situato a meta' strada tra l'antica citta' estense e i suoi lidi, in un territorio dove arte, gastronomia e antichi saperi artigiani, si fondono per creare un piccolo centro culturale, vero e proprio gioiello della pianura orientale. Tresigallo si estende su una superficie di circa 20 kmq e comprende le frazioni di Final di Rero, Rero e Roncodiga'. Il paese gode di una particolare notorieta' a partire dal 1930 quando, su impulso di Edmondo Rossoni, viene completamente ricostruito con architetture razionaliste: per tale motivo Tresigallo ha ottenuto la denominazione di Citta' d'Arte, quale esempio di citta' di nuova fondazione, caratterizzata dalla modernita' architettonica e urbanistica. Oggi Tresigallo 'Citta' del Novecento', emerge per la sua unicita' tra le citta' di nuova fondazione. Caratterizzata dalla contemporaneita' e dallo stile architettonico e urbanistico razionalista, e' l'applicazione su scala reale delle teorie di scuola tedesca sulla progettazione democratica della 'citta' nuova'. Esempio architettonico di interesse attuale per esperti e studiosi della materia, Tresigallo rappresenta una felice, quanto assolutamente solitaria esperienza di architettura, uno dei pochi esempi rimasti di citta' la cui fondazione e' stata progettata a tavolino, un patrimonio di suggestioni sociali quale solo una quinta teatrale 'vivente' puo' suggerire. Tresigallo che per la sua particolarita' riconoscibile, legata a un periodo storico preciso, ha ottenuto il riconoscimento di 'Citta' d'arte' e', nella sua interezza, un bene storico e culturale e come tale deve essere rivalutato e difeso. Per questi motivi, ha ottenuto l'interesse da parte del CE.S.A.R. di Roma (centro studi sull'architettura razionalista) che ha pubblicato un monografico esclusivo (in formato poster pieghevole) contenente diverse foto e informazioni storiche, architettoniche e urbanistiche sulla cittadina

LIPU: RISERVA NATURALE CA' ROMAN

LIPU: RISERVA NATURALE CA' ROMAN  Apri
Loc. VENEZIA - VENETO  Navigatore
36 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Chioggia, Rosolina Mare, Lido
Unita a Pellestrina dalla diga artificiale dei murazzi, Ca' Roman costituisce il lembo meridionale dei lidi che, da Cavallino a Chioggia, separano la laguna di Venezia dal mare. Ca' Roman conserva, grazie al suo relativo isolamento, uno degli ambienti dunali piu' integri di tutto l'alto Adriatico e vanta, nonostante le ridotte dimensioni, una straordinaria ricchezza faunistica: e' situata, infatti, su una delle piu' importanti rotte migratorie d'Italia e moltissime specie d'uccelli (190 censite complessivamente sino al 2012) la utilizzano in autunno e primavera per riposarsi e nutrirsi prima di riprendere il viaggio. Per le sue valenze naturalistiche Ca' Roman e' un Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS). Tra le specie sedentarie si osservano il Martin pescatore, il Gabbiano comune, il Gabbiano reale ed il candido Gabbiano corallino. Tra gli ospiti estivi spiccano il crepuscolare Succiacapre, l'elusivo Assiolo e il coloratissimo Gruccione. Nel periodo invernale lo Sparviero, il Falco pellegrino ed il Falco di palude battono Ca' Roman all'incessante ricerca di prede, mentre, nel mare e nella laguna che circondano l'Oasi, sono presenti numerosi uccelli provenienti dal nord Europa: lo Svasso piccolo, lo Svasso maggiore e lo Smergo minore. L'Occhiocotto e lo Zigolo nero testimoniano con la loro presenza il carattere termofilo di Ca' Roman. Vanto e principale motivo di istituzione dell'Oasi prima (Ca' Roman nasce come Oasi di protezione faunistica alla fine degli anni '80) e della Riserva naturale dal 2012 sono due specie di Uccelli, il Fratino e il Fraticello. Durante la riproduzione sono seguite grazie alle misure di protezione messe in atto dalla Lipu e dagli Enti locali (Provincia e Comune di Venezia). A Ca' Roman la pulizia della spiaggia con mezzi meccanici e' bandita e vengono asportati a mano i soli rifiuti di origine antropica. Queste misure gestionali garantiscono la tutela degli habitat dunali e la salvaguardia di una microfauna di battigia unica al mondo ed in via d'estinzione (come i coleotteri Parallelomorphus laevigatus o la Phaleria bimaculata). La Riserva naturale dispone di un gazebo in legno (Punto informazioni) e di sentieri-natura dotati di pannelli didattici ed informativi

VIA DEL MARE: ADRIA - ROSOLONA MARE - CHIOGGIA

VIA DEL MARE: ADRIA - ROSOLONA MARE - CHIOGGIA  Apri
Loc. ADRIA - VENETO  Navigatore
26 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Papozze, Ceregnano, Rosolina
  Brochure PDF
Il lungo litorale veneto e' caratterizzato da paesaggi in cui domina l'elemento 'acqua': dagli scenari del Delta del Po alle valli da pesca, raggiungendo la Laguna di Venezia dopo aver attraversato le foci dei fiumi Adige e Brenta, e poi verso la parte orientale della costa, con le lunghe spiagge di sabbia dorata, dove si attraversano i fiumi Sile, Piave, Livenza e infine Tagliamento. L'itinerario parte dal centro storico di Rovigo, citta' dalle numerose testimonianze di un passato fiorente. Da Rovigo ci si dirige verso Adria (Rovigo) e il Delta del Po, un'area popolata da numerose specie di uccelli acquatici - in particolare il fenicottero rosa - che hanno stabilito il loro habitat tra le canne palustri e i salici. Dal Delta del Po si risale poi verso Chioggia (Venezia), la piccola Venezia. Si raggiunge poi il tratto di litorale rinomato per le lunghe spiagge di fine sabbia dolomitica e le verdi pinete, meta prediletta dei tanti turisti che ogni estate affollano i campeggi e le strutture alberghiere di Treporti, Cavallino, Jesolo, Eraclea Mare, Caorle. Dopo aver ammirato l'incantevole Santuario della Madonna dell'Angelo a Carole si riparte verso le tappe conclusive dell'itinerario, lungo piste ciclabili che attraversano paesaggi agresti, rigogliose pinete e animati centri abitati, per terminare una volta giunti al faro di Bibione, alla foce del Tagliamento

CICLOVIA ISOLE DI VENEZIA

CICLOVIA ISOLE DI VENEZIA  Apri
Loc. CHIOGGIA - VENETO  Navigatore
29 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Isola Albarella, Rosolina
  Brochure PDF
Partendo da Chioggia conviene prendersi del tempo per visitare il centro storico dall'originale forma a lisca di pesce. Visitare le calli e i campielli consente di apprezzare i bellissimi palazzi di ogni epoca e il colorato mercato del pesce dove risuona il particolare dialetto chioggiotto. L'imbarco dei mezzi pubblici si trova a pochi passi dal caratteristico Ponte Vigo e con il ferry boat e' possibile raggiungere in breve l'isola di Pellestrina. Nell'isola veneziana si scende nei pressi dell'oasi naturalistica di Ca' Roman dove nidificano varie specie di volatili; si incontrera' prima il centro abitato di Pellestrina con le abitazioni dei secoli XVI e XVII e poi il borgo di Portosecco, dove puo' capitare di incontrare le signore che lavorano al tombolo e i pescatori intenti a preparare le reti e gli attrezzi da lavoro. All'estremita' nord dell'isola sorge il porto di S. Pietro in Volta con la settecentesca chiesa attorniata da basse case di pescatori, vigne ed orti. Da qui ci si imbarca per la vicina isola del Lido. Nella seconda isola da attraversare si scende nei pressi dell'oasi degli Alberoni, area naturalistica che conserva i relitti delle dune naturali rivestite da vegetazione spontanea. Si riprende a pedalare lungo la strada che costeggia la laguna, fino al centro storico di Malamocco, dove tra calli e campielli si respira un'atmosfera tipicamente veneziana. Spostandosi verso il mare e' possibile pedalare sulla pista ricavata sui Murazzi, grossi massi di pietra posti a difesa dell'isola dalle mareggiate. Bastano pochi chilometri e lo scenario cambia nuovamente: ora e' il centro del Lido ad affascinare il turista, con i suoi scorci lagunari, e con i palazzi che fanno da cornice alla rinomata Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Riprendendo il percorso si arriva prima all'antico e monumentale Cimitero Ebraico e poi alla chiesa di San Nicolo'. Dal Lido si attende il ferry boat per fare ritorno all'imbarco di partenza, oppure, superando i disagi dei trasporti nautici, e' possibile raggiungere la vicina isola di Sant'Erasmo. In questa ristretta isola, una piacevole pista ciclabile attraversa gli orti dove si coltivano i famosi carciofi violetti di Sant'Erasmo.

PARCO REGIONALE DEL DELTA DEL PO

PARCO REGIONALE DEL DELTA DEL PO  Apri
Loc. PARCO REGIONALE DEL DELTA DEL PO, COMACCHIO FE, ITALIA - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
15 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Mesola, Presa Pisana, Ca' Tiepolo
Nel profilo indiscutibilmente unico del Delta del Po c'e' il territorio creato sia dalla sedimentazione del fiume, che dall'opera dell'uomo che nei secoli ne ha regimentato le acque e bonificato i terreni. Nell'area del Delta, natura, storia, tradizione, cultura ed arte si intrecciano, offrendo al visitatore un paesaggio inedito e sorprendente. Nel Delta si distinguono vari ambienti, ognuno con caratteristiche peculiari: la campagna con i paleoalvei, le dune fossili, gli argini, le golene, le valli da pesca, le lagune o sacche e gli scanni

SPIAGGIA DI ROSOLINA MARE

SPIAGGIA DI ROSOLINA MARE  Apri
Loc. ROSOLINA MARE - VENETO  Navigatore
20 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Isola Albarella, Rosolina, Chioggia
Rosolina Mare e' la perla del Parco del Delta del Po, una penisola lunga circa 8 km circondata dall'acqua delle valli e del mare Adriatico, in gran parte coperta da una fitta e rigogliosa pineta. L'acqua del suo mare invita a lunghi e piacevoli bagni, mentre la spiaggia, famosa per la sua ampiezza, e' un'immensa distesa di sabbia finissima e dorata, straordinariamente pulita. (premiata nel 2008 con Delfino Blu da parte di ARPAV e con 2 vele da parte di Legambiente e Touring club su Guida Blu). La localita' e' dotata di numerose strutture ricettive e attivita' commerciali che soddisfano le varie esigenze del turista, come alberghi, campeggi, villaggi turistici, appartamenti, complessi di piscine, campi da tennis, attracco turistico, negozi e ristoranti di ogni tipo. Lungo l'immensa spiaggia sono dislocate diverse stazioni balneari modernamente attrezzate dotate di tutti i servizi e tutti i confort, con animazione, in particolare per i piu' piccoli, cosi' da permettere ai genitori piacevoli momenti in relax. Gli stabilimenti balneari mettono al primo posto la sicurezza sia in mare che in spiaggia, con pronto soccorso, moto medica in spiaggia, bagnini qualificati su ogni stazione e moto d'acqua per gli interventi veloci, tutto questo, combinato con fondali che aumentano di profondita' in maniera molto graduale, fa di Rosolina una spiaggia molto sicura sia per gli adulti che per i bambini

L'ANELLO DEL VENETO:CHIOGGIA-ABANO

L'ANELLO DEL VENETO:CHIOGGIA-ABANO  Apri
Loc. CHIOGGIA VENICE, ITALY - VENETO  Navigatore
29 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Rosolina Mare, Isola Albarella, Rosolina
  Brochure PDF
L'Anello del Veneto e' un percorso cicloturistico circolare attorno alle province di Venezia, Padova, Vicenza e Treviso passando per la pedemontana e toccando le citta' piu' belle della regione. Partendo da Venezia, s'imbocca la Ciclovia delle Isole della laguna, che attraversa le isole per giungere a Chioggia (Venezia). Visitato il centro storico, si prosegue lungo l'argine del Bacchiglione e passando per le Corti benedettine di Correzzola (Padova) si arriva fino agli stabilimenti termali piu' antichi d'Europa, le Terme Euganee (Padova). Da qui si puo' in poco tempo raggiungere il centro di Padova Seguendo ancora il Bacchiglione, in un paesaggio punteggiato di ville, si arriva a Vicenza e al suo centro storico Patrimonio dell'umanita'. Dopo una sosta in citta', si prende la direzione della pedemontana verso Marostica e Bassano del Grappa (Vicenza), la prima famosa per la partita a scacchi, la seconda per il Ponte degli Alpini del Palladio. Tra dolci colline si giunge poi ad Asolo (Treviso), uno dei 'Borghi piu' belli d'Italia', mentre la vicina Maser (Treviso) ci offre Villa Barbaro, opera palladiana che custodisce preziosi affreschi del Veronese. Passando per Montebelluna (Treviso), la natura del Montello e' a un passo, e poco dopo ci aspetta Treviso e il suo centro storico. Dalla capitale del radicchio rosso, sfruttando la ciclovia del GiraSile, lungo le rive del fiume omonimo si ritorna nuovamente in laguna.

WWF: OASI DUNE FOSSILI DI MASSENZATICA

WWF: OASI DUNE FOSSILI DI MASSENZATICA  Apri
Loc. MESOLA FERRARA, ITALY - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
9 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Presa Pisana, Ca' Tiepolo, Codigoro
Le Dune Fossili di Massenzatica sono l'ultimo relitto di un'antica linea dunale costiera. Un ambiente fragile di circa 3000 anni fa, che finora ha resistito al tempo e alle aggressioni al territorio circostante. La Riserva Naturale si trova nel Comune di Mesola (Fe) e, in piccola parte, nel Comune di Codigoro (Fe). Rientra nel Sito d'Importanza Comunitaria Zona di Protezione Speciale «Dune di Massenzatica». L'Oasi WWF si estende alla parte piu' significativa dell'area, di 37,20 ha., di proprieta' pubblica, della Provincia di Ferrara. Le Dune Fossili di Massenzatica sono l'ultimo relitto di un'antica linea dunale costiera. Un ambiente fragile di circa 3000 anni fa, che finora ha resistito al tempo e alle aggressioni al territorio circostante, un complesso di dune sabbiose consolidate, alte fino a 8 mt. sul livello del mare, emergenti nel paesaggio orizzontale della bonifica. Ambiente L'Oasi e' Riserva Naturale Orientata regionale. Conserva l'ultimo relitto di un'antica linea dunale costiera, di circa 3000 anni fa, piu' interna di almeno 12 km rispetto alla riva attuale dell'Adriatico. E' un complesso di dune sabbiose consolidate, alte fino a 8 mt., emergenti nel paesaggio orizzontale della bonifica. L'estensione e' di 50 ettari. Flora e fauna Sui pendii e sulle cuspidi delle dune si osservano i tipici popolamenti vegetali dei prati aridi sabbiosi, con forasacco dei tetti, grano villoso, scabiosa argentea, polio, fumana e presenze anche rare come il fiordaliso vero, l'arabetta glabrescente, il pani'co articolato, la granata arenaria, la costolina glabra Nelle depressioni intradunali e' frequentissima la felce aquilina e presente la rara erba lucciola minore. Nelle ampie macchie arbustive si rinvengono diverse specie, anche termofile, come asparago pungente e pungitopo. Presenti la volpe e il tasso e svariati uccelli, tra i quali da segnalare almeno il gruccione, il rigogolo e la sterpazzola. Numerose le farfalle diurne, tra cui le vanesse e le rarissime polissena e licaena delle paludi.

ALBARELLA

ALBARELLA  Apri
Loc. ROSOLINA ROVIGO, ITALY - VENETO  Navigatore
16 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Isola Albarella, Rosolina Mare, Ca' Tiepolo
L'isola di Albarella si e' sviluppata piu' tardi e ha integrato le caratteristiche di Rosolina Mare per soddisfare esigenze piu' sofisticate: oltre agli alberghi a due e quattro stelle e a vari tipi di ville, rispetto ai servizi che si trovano a Rosolina Mare, Albarella aggiunge un teatro-tenda per gli spettacoli e le manifestazioni culturali, e l'attrezzatura per una piu' vasta gamma di attivita' sportive (golf 18 buche, centro ippico, centro sportivo, tiro con l'arco, vela, sci nautico, pallanuoto, pattinaggio, calcio, pallavolo, pallacanestro). Il porto turistico e' in grado di ospitare fino a 500 imbarcazioni da 6 a 25 metri. Il litorale di Rosolina e' una sottile striscia di sabbia lunga 9 chilometri a forma di lambda unita alla terraferma da una esigua striscia di terra e circondata da tutti i lati dall'acqua: l'Adige, le valli da pesca e l'Adriatico. Per buona parte e' coperta da una fitta pineta piantata in due tempi dai servizi forestali durante i rimboschimenti di circa 60 e 40 anni fa, e da un bosco mediterraneo di lecci e roverelle, per un totale di 172 ettari di superficie boschiva. L'arenile e' stato ben sfruttato turisticamente e oggi Rosolina Mare e' una stazione balneare molto dinamica e attrezzata. Merita pero' di essere conosciuta anche nelle stagioni cosiddette morte per le sue bellezze naturalistiche tra cui primeggia il giardino botanico di Porto Caleri. Nel centro di Rosolina Mare e' situato l'ufficio dell'Azienda di Promozione Turistica per eventuali informazioni; le possibilita' di escursioni sono molteplici, dalla semplice passeggiata alle pedalate in bicicletta nella rigogliosa pineta.

WWF: OASI GOLENA DI PANARELLA

WWF: OASI GOLENA DI PANARELLA  Apri
Loc. PAPOZZE ROVIGO, ITALY - VENETO  Navigatore
25 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Adria, Ceregnano, Mesola
  Brochure PDF
Dal bosco igrofilo alla foresta planiziale, un trionfo di biodiversita'. L'Oasi Golena di Panarella si trova nel Comune di Papozze (Ro). Considerata la 'Porta' del Parco Regionale veneto del Delta del Po, essendo collocata in prossimita' della prima diramazione del fiume Po, con i suoi 50 ettari complessivi (25 dei quali in gestione al WWF) e' una delle piu' vaste e conosciute golene del basso corso del Po. Un'area estremamente diversificata dal punto di vista ambientale, in quanto riassume le fasi evolutive di una zona umida, dagli stagni profondi, al prato umido, al prato arido. Dal bosco igrofilo allagato di salici, alla foresta planiziale dominata da farnia, pioppo bianco, frassino e olmo. Quest'ultima e' difficilmente riscontrabile nelle altre golene del basso corso del Po e con estensioni ben inferiori. Ambiente E' una zona estremamente diversificata dal punto di vista ambientale, in quanto riassume le fasi evolutive di una zona umida, dagli stagni profondi, al prato umido, al prato arido. Dal bosco igrofilo allagato di salici, alla foresta planiziale dominata da farnia, pioppo bianco, frassino e olmo. Quest'ultima e' difficilmente riscontrabile nelle altre golene del basso corso del Po e con estensioni ben inferiori. Flora e fauna La diversita' degli ambienti ha attirato una grande varieta' di uccelli nidificanti, svernanti e di passo; molte anche le specie di anfibi, dalla rana dalmatina, al tritone crestato. Nei canneti si osservano la cannaiola verdognole, il cannareccione, il basettino, migliarino di palude, tarabusino, porciglione, tarabusino e airone rosso. Nelle depressioni umide si trovano varie specie di anfibi ed e' osservabile la testuggine palustre. Sopra i salici pendolino, usignolo, rigogolo (simbolo dell'Oasi) e la capinera. Nel bosco maturo si riscontrano varie specie di picidi, il cardellino, verdone, verzellino, saltimpalo, averla piccola, in inverno nei prati la pavoncella. Assai abbondante ogni anno e' la popolazione di gruccione. Tra i rapaci diurni Poiana, Falco di palude e durante la stagione fredda, l'Albanella reale

PARK OF THE PO DELTA

PARK OF THE PO DELTA  Apri
Loc. CA' TIEPOLO - VENETO  Navigatore
<1 Km da ANELLO DELLA DONZELLA
  Area Ca' Tiepolo, Presa Pisana, Mesola
  Brochure PDF
Il Delta del Po, in provincia di Rovigo, e' una delle oasi naturalistiche piu' suggestive d'Italia e la piu' vasta zona umida europea. Il dolce gigante, come viene chiamato il Po, prima di sfociare nell'Adriatico si apre a ventaglio ramificandosi in sette corsi d'acqua, dando vita ad un ambiente naturale unico. Il piu' selvaggio, il Po di Maistra, offre l'occasione di visitare la splendida oasi della golena di Ca' Pisani. Incantevoli paesaggi si susseguono lungo il ramo di Venezia, il principale, con i suoi bacini fluviali, gli scanni lagunari, isolotti sabbiosi, e i vasti canneti. Navigando sul Po di Goro si ripercorre la millenaria storia della bonifica, mentre alla foce del Po di Tolle, dove il fiume abbraccia il mare, si trova la Sacca di Scardovari, luogo di allevamento di prelibate cozze e vongole. Ogni ramo del fiume riserva scenari diversi, caratterizzati all'alba da brume rarefatte che regalano un'atmosfera ovattata, al tramonto dal riverbero rossastro del sole. Un patrimonio ornitologico che conta oltre 370 specie tra uccelli stanziali, di passo e migratori rende quest'area meta abita per gli amanti del birdwatching. I modi per vivere il Parco sono davvero molti: passeggiate a piedi, gite a cavallo, tour in barca, escursioni in bici. Per i turisti sono stati attrezzati numerosi musei e centri di visita, tra tutti la grande Idrovora di Ca' Vendramin, ora Museo della Bonifica e il Giardino Botanico Litoraneo, a Rosolina, dichiarato Sito di Importanza Comunitaria (S.I.C.). Per gli amanti della pesca c'e' poi la possibilita' di trascorrere una giornata tra i canneti a bordo di piccole imbarcazioni, sostare poi nelle cavane, tipici casoni dei pescatori e gustare il pesce pescato. I Comuni del Parco: Adria, Ariano nel Polesine, Corbola, Loreo, Papozze, Porto Tolle, Porto Viro, Rosolina, Taglio di Po

Escursioni e attrazioni in VENETO vicino a PORTO TOLLE, ROVIGO, ITALY Ca' Tiepolo Presa Pisana Mesola: 'WWF: OASI CANALNOVO'   'SOTTOMARINA'   'SPIAGGIA DI CHIOGGIA-SOTTOMARINA'   'VIA DEL MARE: CHIOGGIA-CAVALLINO TREPORTI'   'ROSOLINA MARE'   'COZZA DI SCARDOVARI D.O.P.'   'SPIAGGIA DI ALBARELLA'   'MESOLA E LA TENUTA ESTENSE'   'PARCO DEL DELTA DEL PO'   'TRESIGALLO'   'LIPU: RISERVA NATURALE CA' ROMAN'   'VIA DEL MARE: ADRIA - ROSOLONA MARE - CHIOGGIA'   'CICLOVIA ISOLE DI VENEZIA'   'PARCO REGIONALE DEL DELTA DEL PO'   'SPIAGGIA DI ROSOLINA MARE'   'L'ANELLO DEL VENETO:CHIOGGIA-ABANO'   'WWF: OASI DUNE FOSSILI DI MASSENZATICA'   'ALBARELLA'   'WWF: OASI GOLENA DI PANARELLA'   'PARK OF THE PO DELTA'  

VENETO


Il nome di questa regione deriva da quello dei suoi antichi abitanti, i Veneti appunto, che vi giunsero in periodo preistorico cacciando gli indigeni euganei. Situato nell'Italia nord-orientale, il Veneto si estende dalle Dolomiti al mare Adriatico, attraversando un'ampia fascia collinare e una pianura solcata da fiumi, canali e dal delta del Po. Tipico della costa veneta è il paesaggio lagunare e proprio sulla laguna sorge una città unica al mondo, Venezia, visitata ogni anno da migliaia di turisti italiani e stranieri. Ma il Veneto, regione dalla mille sfaccettature, custodisce anche nella terraferma tesori di natura, arte e tradizioni. Straordinaria è la varietà dei paesaggi: le Dolomiti impreziosite dai colori rosati del tramonto, la sponda orientale del lago di Garda con Peschiera del Garda, Torri del Benaco e altri centri turistici. E poi, spiagge lunghe e sabbiose alternate a località balneari storiche come Jesolo, Bibione, Cavallino, Caorle. In questa spettacolare cornice naturale si inserisce un ricco patrimonio culturale che rende il Veneto una terra di singolare fascino, dalle città d'arte alle magnifiche 'ville palladiane' disseminate lungo la Riviera del Brenta, ai piccoli borghi come Arquà Petrarca, Monselice, Asolo, Bassano del Grappa che raccolgono gli aspetti più caratteristici di questa multiforme regione. Il Veneto è la destinazione ideale anche per una vacanza all'insegna del benessere e del relax grazie alla presenza di acque termali dalle preziose proprietà terapeutiche: i morbidi rilievi dei Colli Euganei ospitano gli attrezzati centri delle Terme Euganee, quali Abano, Montegrotto e Teolo, consentendo di abbinare trattamenti e cure a piacevoli escursioni nei dintorni.

Da Vedere: Abano Terme: si tratta della stazione termale fangoterapica più importante d'Europa. Abano Terme era già conosciuta in epoca romana (veniva chiamata Aponus dal greco 'àponos' che significa togliere il dolore) per le sue proprietà curative dell'acqua e dei fanghi. La cittadina di Abano è caratterizzata da bellissimi edifici ed è incorniciata in un ambiente collinare molto suggestivo. La sua peculiarità rimane però l'acqua termale che proviene dalle Piccole Dolomiti, penetra nel sottosuolo fino a 3000 metri per poi risalire ad una temperatura di 87°: durante questa risalita l'acqua si arricchisce di preziosi minerali e sostanze chimiche. Gli alberghi di Abano Terme sono tutti dotati della propria fonte termale e sono forniti delle migliori strutture per la fangoterapia; inoltre forniscono tantissimi servizi che contribuiscono a rendere il soggiorno sempre più piacevole. Jesolo: Jesolo offre 15 km di spiaggia con sabbia finissima dorata di origine dolomitica che ospita ogni anno un enorme quantità di turisti. Viene proposta una grande quantità di svaghi e passatempo e molte strutture( vi sono più di 350 alberghi) in modo da rendere piacevole il soggiorno ai turisti di tutte le età. Ogni sera vengono proposti spettacoli, eventi e vi sono locali aperti a tutte le ore del giorno e della notte. Dalle 20 alle 6 Jesolo diventa un'isola pedonale dove si trovano divertimento, spettacoli e tantissima allegria. Bassano del Grappa: Bassano del Grappa è una località in provincia di Vicenza caratterizzata da un'architettura dell'epoca veneziana e sita all'interno di possenti mura che testimoniano lo sviluppo della città di origini romane. Questa città è simboleggiata dal Ponte degli Alpini, un'opera formidabile del noto architetto Andrea Palladio e dalla famosa Grappa divenuta un prodotto D.O.C.

Gastronomia e Vini: La cucina veneta è molto varia grazie alla posizione geografica di questa regione: troviamo infatti sia piatti di montagna che piatti a base di pesce. Tra i primi piatti troviamo risotti, minestre di verdura, polenta, gnocchi ed i 'bigoli', pasta tipica veneta simile a grossi e ruvidi spaghetti. Tra i secondi di pesce troviamo le 'sardelle', le anguille ed il 'baccalà alla vicentina', stoccafisso cucinato con cipolla, formaggio grattugiato, prezzemolo e aromi. Per quanto riguarda i secondi a base di carne troviamo ricette a base di selvaggina e pollame; una ricetta tipica è la 'pastizada de caval veronese', uno spezzatino a base di carne di cavallo cotto in un intingolo molto aromatico. Tra i dolci vi segnaliamo il famoso pandoro veronese ed il bussolà vicentino, dolce a forma di ciambella aromatizzato con marsala, preparato per la festa di Pasqua. Tra i vini vi segnaliamo il Bardolino, il Cabernet, il Merlot, il Recioto e la Valpolicella.