Please, enable JavaScript on your browser
dolceacqua - escursioni punti di interesse attrazioni a dolceacqua
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  DOLCEACQUA


DOLCEACQUA

Escursioni, punti di interesse e attrazioni vicini a DOLCEACQUA Apricale Perinaldo Bordighera

WWF: OASI VALMANERA

WWF: OASI VALMANERA  Apri
Loc. LOCALITA' VALMANERA, ASTI, ITALY - PIEMONTE  Navigatore
38 Km da DOLCEACQUA
  Area Villanova d'Albenga, Castelbianco, Cervo
  Brochure PDF
L'Oasi WWF di Valmanera e' un importante relitto mediterraneo della calda epoca post-glaciale, insediatasi sulle colline del Monferrato circa 15.000 anni fa e ora quasi scomparso nel nord Italia. L'Oasi WWF di Valmanera si trova all'interno di un Sito d'Importanza Comunitaria nel Comune di Asti. L'area, di 10 ettari, e' costituita da un bosco collinare di latifoglie e racchiude la piu' estesa e meglio conservata stazione di cisto del basso Monferrato. Ambiente Bosco collinare, residuo della caratteristica vegetazione del Monferrato, insediata su sabbie astiane testimonianza dell'antico mare pliocenico. L'oasi comprende anche un tratto del rio Valmanera, in cui e' stato creato uno stagno didattico, con prati umidi, un viale di gelsi e alcuni prati esposti a sud (xerotermici), con rarita' botaniche ed entomologiche. Racchiude infatti la piu' estesa e meglio conservata stazione di cisto (Cistus salvifolius) del Basso Monferrato, importante relitto mediterraneo della calda epoca post-glaciale, insediatasi sulle colline del Monferrato circa 15.000 anni fa e ora quasi estinto. Su questo arbusto vive in grande abbondanza un piccolo coleottero rosso fuoco, coperto di spine, la Dicladispa testacea, tipico elemento stenomediterraneo, che in questo luogo raggiunge una delle zone piu' settentrionali della sua distribuzione

BUSSANA VECCHIA

BUSSANA VECCHIA  Apri
Loc. BUSSANA VECCHIA, IMPERIA, ITALY - LIGURIA  Navigatore
18 Km da DOLCEACQUA
  Area Taggia, Castellaro, Sanremo
Bussana Vecchia (Bussann-a Vegia in ligure) e' una frazione collinare del Comune di Sanremo. Il violento terremoto del 23 febbraio 1887 semidistrusse il paese, fino a quel momento chiamato semplicemente Bussana, tanto da venire completamente evacuata dagli abitanti che si spostarono circa tre chilometri piu' a valle fondando il paese di Bussana Nuova. Totalmente abbandonata per decenni, ha ricominciato ad essere abitata dal finire degli anni cinquanta del Novecento da artisti italiani e stranieri, attratti dalla particolarita' del luogo, che ristrutturarono e resero nuovamente abitabili gli edifici meno danneggiati. Attualmente ospita una comunita' internazionale di artisti, con botteghe artigiane ed alcuni punti di ristoro, tanto da essere divenuto, negli anni, un caratteristico villaggio di artisti in un'ambientazione da borgo medioevale.Il paese e' tutto una scoperta: ovunque vi sono angoli molto caratteristici, anche per l'aspetto ottocentesco del borgo mantenuto con estrema attenzione dai residenti. Il paese e' visitabile interamente a piedi in circa un'ora. Tuttavia una delle maggiori attrattive e' rappresentata dalle caratteristiche botteghe e gli atelier degli artisti, aperte un po' ovunque nel borgo. La vecchia chiesa di Sant'Egidio, mai ristrutturata, mostra ancora tracce di quelli che erano gli stucchi e le pitture originarie; e' visitabile solo dall'esterno, in quanto pericolante. Il campanile della chiesa e' miracolosamente scampato al sisma, e viene visto dagli abitanti di Bussana Vecchia come il simbolo del paese. L'Oratorio di Giovanni Battista posto nella zona est del paese e' anch'esso visitabile solo dall'esterno.

SPIAGGIA DI SANTO STEFANO AL MARE

SPIAGGIA DI SANTO STEFANO AL MARE  Apri
Loc. SANTO STEFANO AL MARE IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
24 Km da DOLCEACQUA
  Area Castellaro, Taggia, San Lorenzo al Mare
La spiaggia di Santo Stefano al Mare e' una delle piu' belle della costa ligure, sabbia finissima di colore bianco e acque pulite attirano ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. E stata insignita nell' anno 2014 della bandiera Blu, noto premio assegnato alle spiagge marittime elacustri piu belle d'Italia. E presente la spiaggia libera e organizzata, servizio bar, noleggio pedalo' e molti altri servizi volti all'intrattenimento e alla ristorazione

SPIAGGIA DI BORDIGHERA

SPIAGGIA DI BORDIGHERA  Apri
Loc. BORDIGHERA IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
10 Km da DOLCEACQUA
  Area Dolceacqua, Latte, Perinaldo
La spiaggia ciotolosa di Bordighera con fondali da subito profondi, e' bandiera blu da numerosi anni. La favorevole posizione della citta', protetta a nord da una catena di alture, esposta a mezzogiorno sul mare, garantisce una temperatura uniforme nelle varie stagioni, senza bruschi sbalzi. Bordighera offre diverse opportunita' di svago su tutto il bel lungomare Argentina o nel frizzante centro: si possono visitare il giardino esotico Pallanca, la villa Mariani, la chiesa del Carmelo, la residenza del pittore lombardo Pompeo Mariani e la chiesetta che raccoglie le spoglie del patrono di Bordighera Sant'Ampelio

SAN LORENZO AL MARE

SAN LORENZO AL MARE  Apri
Loc. SAN LORENZO AL MARE IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
29 Km da DOLCEACQUA
  Area Santo Stefano al Mare, Castellaro, Imperia
San Lorenzo al Mare e' un comune italiano di 1.378 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. Il comune e' un piccolo borgo costiero della Riviera di Ponente che con una superficie di poco piu' di un chilometro quadrato e' il comune piu' piccolo della provincia di Imperia e dell'intera regione, ma il sesto nella classifica provinciale per l'alta densita' della popolazione sparsa nel territorio comunale. Dista dal capoluogo circa 5 km. Oggi l'odierno abitato si estende sia nell'area costiera che in quella collinare, ricordando dall'alto la forma di un'ancora, diviso in due distinti nuclei urbani. La nascita del piccolo borgo collinare e' legato ai fatti storici che nel XII secolo cambiarono i territori feudali della zona ponentina ligure. I signori locali, i Lengueglia, cedettero infatti il territorio feudale di Pietrabruna a Porto Maurizio e i signori di quest'ultima decisero allora di edificare un nuovo nucleo urbano sulla sponda sinistra del rio San Lorenzo. Nacquero cosi' due distinti borghi, il primo sulla riva destra rimase di proprieta' dei Lengueglia e dei monaci di Villaregia, il secondo dei signori di Porto Maurizio. Il borgo costiero si sviluppo' nell'area adiacente il rio San Lorenzo, chiamato anticamente Aqua Sancti Laurentii, dove alla foce poterono approdare le navi e le imbarcazioni usate dagli abitanti per la pesca. Proprio dalla foce del San Lorenzo partirono nel 1284 sessantadue marinai su una galea diretti al sostegno della Repubblica di Genova nella celebre Battaglia della Meloria contro la flotta navale pisana. Nella meta' del XVI secolo entrambe le localita', poste in pratica una davanti all'altra, subirono le incursioni dei pirati Saraceni che devastarono e depredarono i borghi e villaggi della Liguria. Il primo passo verso l'unificazione dei due paesi avvenne nel 1749, dopo l'occupazione austriaca in Liguria, quando i due borghi vennero unificati in un'unica comunita' religiosa. Fu durante l'invasione francese di Napoleone Bonaparte che, nel 1798, unifico' definitivamente i due centri urbani. Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, cosi' come stabili' il Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni della Repubblica Ligure, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Nel 1872 il nucleo urbano fu raggiunto dalla linea ferroviaria Genova-Ventimiglia e la precedente costruzione di un ponte nel 1831 sul rio San Lorenzo permisero il piu' rapido collegamento con gli altri paesi costieri della Riviera dei Fiori.

TORRE DI PRAROLA

TORRE DI PRAROLA  Apri
Loc. IMPERIA - LIGURIA  Navigatore
31 Km da DOLCEACQUA
Altitudine: 63 mt. s.l.m.  Area San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Castellaro
La torre di Prarola, struttura conica alta non piu' di quattro metri, e' posta ai piedi di una scogliera ed e' bagnata costantemente dalle onde del Mar Ligure. Essa e' l'unica rimanenza di un piu' esteso (ed oggi completamente scomparso) sistema difensivo di epoca cinquecentesca, che doveva servire a proteggere la citta' di Porto Maurizio e la vicina San Lorenzo al Mare dagli assalti dei corsari saraceni e barbareschi. Edificio interamente in pietra, presenta un unico ingresso costituito da un'apertura posta quasi sulla sommita', accessibile grazie ad una scala formata da pioli di ferro (in avanzato stato di consunzione a causa della ruggine) infissi nella roccia stessa della parete. Attraverso l'apertura, si puo' agevolmente raggiungere un piccolo balcone sul lato mare, e da li' la piatta sommita' della torre. L'interno, cavo ed oggi completamente vuoto, e' in stato di deplorevole sporcizia a causa dei rifiuti gettati da bagnanti e gitanti. La quattrocentesca torre di Prarola, facente parte di un piu' ampio sistema difensivo oggi scomparso, senza i provvidenziali restauri degli anni '40 sarebbe stata probabilmente divorata dal mare con il resto delle antiche fortificazioni. Era posta in un luogo disabitato, ma occupava una posizione molto favorevole per l'avvistamento di eventuali tentativi di sbarco da parte dei pirati turchi e barbareschi, come Dragut o Barbarossa, che nel '500 funestarono non poco gli abitanti del ponente ligure. La torre e' posta a meta' strada tra gli abitati di Porto Maurizio e San Lorenzo al Mare, in linea diretta con la vicina Torre dei Roncalli e con le due torri del Parasio, l'antico centro storico di Porto Maurizio, che in seguito sono state inglobate nel campanile della Chiesa di San Pietro e nel Convento di Santa Chiara, in modo da garantire velocita' e prontezza di allarme a tutta la cittadinanza in caso di attacco

APRICALE

APRICALE  Apri
Loc. APRICALE IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
4 Km da DOLCEACQUA
  Area Perinaldo, Dolceacqua, Bordighera
Apricale e' un comune italiano di 624 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. Il comune fa parte del circuito dei borghi piu' belli d'Italia e insignito della Bandiera arancione dal Touring Club Italiano. L'origine del borgo sembrerebbe risalire all'eta' del bronzo, grazie ai ritrovamenti di tumoli sepolcrali in localita' Pian del Re (nel dialetto locale Cian deu Re). Ufficialmente il borgo venne fondato intorno al X secolo dai conti provenienti da Ventimiglia, passando poi nel 1276 ai Doria, signori di Dolceacqua. Nel 1267 comparvero i primi statuti, tra i piu' antichi della Liguria, legati all'indipendenza per la costituzione in Libero Comune. Nel 1573 la famiglia Grimaldi di Monaco distrusse il locale castello, precedentemente eretto dai Doria, scatenando lotte e guerre interne. Subi' l'invasione francese nel 1794 di Napoleone Bonaparte e la conseguente annessione nella Repubblica Ligure (1797) e poi nel Primo Impero francese dal 1805. Alla caduta di quest'ultimo, nel 1815, fu inglobato nel Regno di Sardegna, come stabilito dal Congresso di Vienna, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Dal 1973 al 30 aprile 2011 ha fatto parte della Comunita' montana Intemelia, quest'ultima soppressa con la Legge Regionale n° 23 del 29 dicembre 2010 e in vigore dal 1º maggio 2011.

DOLCEACQUA

DOLCEACQUA  Apri
Loc. DOLCEACQUA - LIGURIA  Navigatore
1 Km da DOLCEACQUA
  Area Apricale, Perinaldo, Bordighera
  Brochure PDF

Dolceacqua is small village and commune located in the Liguria region of Italy in the province of Imperia. The village is located close to the cities of Imperia and Genoa. Dolceacqua is located on the border with France. The village is spread over an area of 20 sq km and has a population of close to 2000. The village is mostly known for its ancient castle which is believed to date back to the 11th century. Like many other villages of this region, Dolceacqua was built as a fortified village with a main castle and ancient walls built around the main village to protect the village from invaders. The castle has been passed on through several hands over the centuries and has also been transformed and renovated many times. Dolceacqua is located close to the main cities, Genoa and Imperia so it isn't very difficult to reach the village. Visitors who are travelling from other countries and from the other regions of Italy can reach Genoa by train and by flight. Genoa is very well connected to most major destinations so it is quite convenient. From Genoa an Imperia visitors can travel to Dolceacqua by bus or by car.The state buses depart frequently from the main train stations in Genoa, Imperia and from the other towns in the province. Visitors can also drive down easily to the village from either of these two cities. Dolceacqua is a very small village and except for the castle, there aren't any other sight seeing attractions in the town. The village is spread over an area of just 20 sq km so the easiest way to explore the village is on foot. There are several beautiful cobblestoned pedestrian streets in the village which are lined with old stone houses. The locals can be seen strolling around the village streets at all times of the day. Those who have their own cars can also explore the surrounding areas as well as the villages located close by. The castle of Dolceacqua is the main sight seeing attraction in the village. The castle originally belonged to the Doria family and over the centuries underwent several changes. The 13th century round tower which was a part of the original designed was enlarged and incorporated with the wall in the 14th century. The castle was made to be a large fortified manor palace with several new rooms in the renaissance period. The rooms were all very extravagantly decorated with various art works and frescoes around the central courtyard of the palace. The castle had been attacked several times; however in 1744 it was destroyed by the heavy attacks during the War of Austrian succession. The castle was no longer occupied by the owners since they moved to another palace near the main church of the village. Finally, in 1887 the castle again suffered at the hand of the massive earthquake. The castle has been restored by the local government and is used for various cultural events. The castle had been closed to visitors for more than two years and was reopened in 2007 after refurbishments.

IMPERIA

IMPERIA  Apri
Loc. IMPERIA, ITALY - LIGURIA  Navigatore
36 Km da DOLCEACQUA
  Area Cervo, San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare
  Brochure PDF
Imperia nasce dalla fusione di due citta preesistenti, Oneglia e Porto Maurizio, e dei relativi territori, storicamente e geograficamente distinti. Oneglia, a levante, rappresenta la parte piu estesa e rilevante della citta, si estende nella breve piana alluvionale sulla sinistra della foce del torrente Impero, raccogliendosi intorno a piazza Dante, dalla quale si aprono alcune delle principali strade moderne della citta. Ha costituito storicamente il centro industriale della citta, legata principalmente alla produzione di olio e pasta. Di vocazione maggiormente commerciale rispetto a Porto Maurizio, il centro di Oneglia e caratterizzato da un'architettura d'impronta piemontese (e evidente l'ispirazione a via Roma e piazza San Carlo di Torino), eredita del periodo in cui faceva parte dei territori dei Savoia. Porto Maurizio, a ponente del torrente Impero (che da nome alla citta), e raccolto su un promontorio proteso nel mare sulla sinistra della foce del torrente Caramagna e si espande sulla cimosa costiera; ha una vocazione prevalentemente residenziale e turistica. E intricata e pittoresca, ricca di caruggi (vicoli), piccole creuze (viottoli) e palazzi di pregio. Il territorio retrostante la citta, al centro dell'attuale Riviera dei Fiori, ha un andamento orografico caratterizzato da brevi valli poste perpendicolarmente alla costa e uniformemente degradanti, nelle quali si sono sviluppati molti insediamenti che sono riusciti a conservare intatta o quasi la loro struttura originaria. La coltura dell'olivo, introdotta intorno al XII secolo, ha segnato profondamente la storia del territorio imperiese, cosi come, secoli piu tardi, hanno fatto i fiori e il turismo. Olivi coltivati su colline terrazzate (dette in dialetto locale fasce) con i caratteristici muretti a secco sono l'elemento dominante del paesaggio

OSSERVATORIO ASTRONOMICO CASSINI

OSSERVATORIO ASTRONOMICO CASSINI  Apri
Loc. PERINALDO - LIGURIA  Navigatore
4 Km da DOLCEACQUA
  Area Apricale, Dolceacqua, Bordighera
  Brochure PDF
L'osservatorio comunale 'G.D.Cassini' gestito dall'Associazione Stellaria e' situato all'interno dei locali del Municipio di Perinaldo. Le attivita' osservative e didattiche si svolgono in cupola, in una area osservativa dedicata, in cortile ed in locali adeguati all'accoglienza e alle proiezioni multimediali. L'area osservativa inaugurata nel Luglio del 2010 e' dotata di un nuovo telescopio da 356mm di diametro. Le ottime prestazioni di questo strumento, unite al maggiore spazio disponibile, rendono questa nuova area ideale per l'accoglienza del pubblico, che potra' osservare le splendide immagini offerte dal telescopio e soffermarsi sul bel panorama, con le stelle che si 'tuffano' nel mare visibile in lontananza. La cupola e' collocata sul tetto sovrastante il cortile interno e misura circa 3 metri di diametro; per accedervi si sale una rampa di scale fino al sottotetto, poi 4 gradini in ferro per salire al telescopio; la cupola e' in grado di ospitare non piu' di 5-6 persone alla volta. In cortile avvengono le osservazioni con i telescopi portatili, sia di giorno che di sera, cosi' come le animazioni, durante gli incontri dedicati al Sole, con attrezzature come l'Elioscopio, orologi solari, modellini vari. Nella Sala Consiliare, utilizzata anche per proiezioni multimediali e conferenze, in occasioni di eventi particolari, vengono proiettate, su grande schermo, le immagini prese in diretta dal telescopio in cupola.

GOLF CLUB: CASTELLARO

GOLF CLUB: CASTELLARO  Apri
Loc. CASTELLARO IMPERIA, ITALY - LIGURIA  Navigatore
21 Km da DOLCEACQUA
  Area Taggia, Santo Stefano al Mare, San Remo
Il Golf Club Castellaro, situato in una posizione strategica a 150 metri sul livello del mare, immerso in una vivace macchia mediterranea e' baciato da un clima che lo rende praticabile durante tutti i mesi dell´anno. Il percorso, 9 buche par 33, disegnato dall´architetto Marco Croze, e' inserito in un contesto scenografico estremamente gradevole; ha uno sviluppo complessivo di 2300 metri. Le difficolta' causate dall´ondulazione del terreno, dai fairway piuttosto stretti e da insidiosi green, sono mitigate dagli scorci panoramici e dalle diverse aree di partenza. Il tutto e' dominato dalla curatissima Club House, con l´accogliente sala Soci, il bar ristorante Buca di Bacco che, con la sua splendida terrazza affacciata sul campo, propone piatti della tradizionale cucina ligure. Inoltre e' presente la Golf Academy, che tramite le piu' avanzate tecnologie fornisce un rapido sistema di analisi dello swing. La formazione dei professionisti titolari dell´Academy e' certificata presso la Scuola Nazionale di Golf Italiana e Tedesca

VILLA GROCK

VILLA GROCK  Apri
Loc. IMPERIA - LIGURIA  Navigatore
37 Km da DOLCEACQUA
  Area Cervo, San Lorenzo al Mare, Testico
  Brochure PDF
La bellezza, il fascino e il mistero di questo 'luogo incantato' della Riviera di Ponente sono di nuovo pronti a soddisfare la curiosita' dei visitatori dopo l'accurato restauro concluso nel 2006. Il completo recupero del giardino, sia dal punto di vista della flora che per il consolidamento delle strutture, consente oggi di ritrovare l'atmosfera pensata dallo stesso Adrien Wettach, del quale si racconta una grande passione per le piante. Nell'insieme il parco riflette il patrimonio vegetale tipico dei giardini storici della Riviera. I camminamenti ben delimitati invitano alle passeggiate, mentre tutto intorno le colonne a fuso, gli archi arditi, le decorazioni assolutamente uniche, le fontane ed il laghetto col suo ponticello di ispirazione orientale, costituiscono il completamento di una scenografia suggestiva e fiabesca. Fu lo stesso Grock a guidare il progetto firmato dal tecnico Armando Brignole, non sorprenda pertanto l'originalita' di questa villa difficilmente definibile. Piu' che tentare di ricondurla ad uno stile e' invece opportuno considerarla una sorta di autoritratto, espressione di una personalita' straordinaria, giocosa e creativa E' tuttavia riconoscibile anche nell'esterno l'influenza del Liberty di cui gli interni costituiscono un esempio rigoroso. Acquisita dalla Provincia di Imperia nel 2002, la villa e' stata aperta per la prima volta al pubblico il 17 gennaio 2010. Il completo recupero dei piani nobili, nel pieno rispetto delle loro caratteristiche originarie, ne rivela nuovamente lo splendore e la raffinata ricchezza. Villa Grock e' destinata ad ospitare il Museo del Clown, il cui allestimento e' stato ultimato entro l'anno 2012.

HANBURY GARDENS

HANBURY GARDENS  Apri
Loc. VENTIMIGLIA - LIGURIA  Navigatore
10 Km da DOLCEACQUA
  Area Dolceacqua, Perinaldo, Apricale

The Giardini Botanici Hanbury (18 hectares), also known as Villa Hanbury, are major botanical gardens operated by the University of Genoa. They are located at Corso Montecarlo 43, Mortola Inferiore, several km west of Ventimiglia, Italy.The gardens were established by Sir Thomas Hanbury on a small, steep peninsula jutting southwards from an altitude of 103 meters down into the Mediterranean Sea. He purchased the extant Palazzo Orengo property in 1867, and over decades created the garden with the aid of pharmacologist Daniel Hanbury (his brother), the botanist and landscape designer Ludwig Winter and scientists including Gustav Cronemayer, Kurt Dinter, and Alwin Berger. By 1883 the garden's Index seminum contained about 600 species, which had grown to 3,500 species in the 1889 catalog, and 5,800 species by the 1912 version. Hanbury died in 1907, but energetic plantings and improvements resumed after World War I under the direction of his daughter-in-law Lady Dorothy Hanbury.Unfortunately, the gardens were severely damaged in World War II, when they became a no-man's land, and in 1960 Lady Hanbury sold them to the State of Italy. Initially its care was entrusted to the International Institute of Ligurian Studies, but when they withdraw for lack of adequate funds in 1983, responsibility was passed to the University of Genoa. Restoration has been gradually proceeding since 1987, and it was d a nature preserve in 2000.

CERVO

CERVO  Apri
Loc. CERVO - LIGURIA  Navigatore
43 Km da DOLCEACQUA
  Area Imperia, Alassio, Testico

Situated in the Steria Valley, Cervo is one of the most charming places on the Ligurian coast. Stone fragments found near the church of San Nicola confirm that the town is of Roman origin. It was a stronghold for the control of the coastal road and later became part of the feudal estate of the Clavesana family until the thirteenth century and then passed under Genoese dominion two centuries later. In the old town centre, many houses have sculpted portals and traces of ancient porticoes on the facade. The castle houses the Western Riviera Museum of Ethnography. The bulwark was added to the defence tem with towers along the walls and coast in the sixteenth century. The church of San Giovanni Battista, known as the church of the corals because it was built thanks to the donations of the coral fishermen (an activity that died out after the great storm in 1720), is a grandiose example of Ligurian Baroque architecture built by the Imperia architect Giambattista Marvaldi. The interior holds many important works of art, including a wooden crucifix by Maragliano. The octagonal church of San Nicola has been reconstructed on a number of occasions: it was once the ancient parish church of San Giorgio di Cappadocia, a cult imported from the east during the crusades. In the lower part (1784) of the fortified church of the castle there was a hospice for the poor and pilgrims dedicated to Sant'Antonio Abate by the Knights of Malta. The oratory of Santa Caterina (perhaps from the thirteenth century) was also built at the behest of an order of Knights. Among the important buildings is one built in the eighteenth century by Falcone Morchio, senator of the Republic of Genoa, which is now the town hall. The important International Festival of Chamber Music has been held in the town for the past thirty-seven years. You can leave from here to go for a stroll along the path leading to the Ciappa' pine wood. Together with its excellent Vermentino wine, Cervo is known for the many local dishes made with olive paste.

OLIVE TAGGIASCHE DOP

OLIVE TAGGIASCHE DOP  Apri
Loc. TAGGIA IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
20 Km da DOLCEACQUA
  Area Castellaro, San Remo, Santo Stefano al Mare
Le olive taggiasche sono una varieta' di olive tipiche italiane, in particolare della Liguria. Infatti, il nome taggiasco deriva da Taggia, suggestiva localita' medievale in provincia di Imperia. Ed e' proprio in questa cittadina che le olive taggiasche sono state importate dai Cistercensi di Lerino. L'olivo di varieta' taggiasco e' una pianta particolarmente grande e robusta che puo' arrivare ad un altezza di 15 metri. Nell'olivocoltura l'oliva di varieta' taggiasca e' considerata la piu' delicata al mondo, e di consegueza anche la piu' pregiata. Nel 1997 ha ottenuto il riconoscimento a marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta) che ha delineato la sua zona di produzione nella provincia di Imperia. Prodotto tipico della Riviera Ligure, le olive taggiasche si presentano di diversi colori, che variano dal verde al nero, attraversando sfumature di marrone. La principale caratteristica di questa varieta' di olive e' il sapore fruttato e dolciastro, e anche piuttosto leggero e delicato. La forma e' cilindrica, allungata e un po' piu' grossa alla base, con una polpa consistente e ricca

PARCO NATURALE DEL MARGUAREIS

PARCO NATURALE DEL MARGUAREIS  Apri
Loc. PARCO NATURALE ALTA VALLE PESIO E TANARO, BORGO MADONNA D'ARDUA, CHIUSA DI PESIO CN, ITALIA - PIEMONTE  Navigatore
42 Km da DOLCEACQUA
  Area Madonna D'ardua, Limone Piemonte, Robilante
Il Parco si sviluppa attorno al Massiccio del Marguareis, al centro delle Alpi Liguri, e comprende due valli: la Valle Pesio e una porzione dell'Alta Val Tanaro. La sua particolare posizione, con un clima che risente degli influssi marini provenienti dal vicino Mediterraneo, lo ha reso noto per la varieta' della flora. Conserva, infatti, circa un quarto delle specie vegetali presenti in Italia. Varia e ricca la presenza della fauna: camosci, aquile, cervi, caprioli e galli forcelli popolano il territorio. Da qualche anno e' ricomparso il lupo su queste montagne. Altra importante caratteristica dell'area e' il fenomeno del carsismo, localizzato prevalentemente nel Massiccio del Marguareis - Mongioie. Con piu' di 150 km. di sviluppo sotterraneo di grotte, molte delle quali ancora inesplorate, rappresenta un vero santuario per gli appassionati e gli studiosi di speleologia

SANTO STEFANO AL MARE

SANTO STEFANO AL MARE  Apri
Loc. SANTO STEFANO AL MARE IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
24 Km da DOLCEACQUA
  Area Castellaro, Taggia, San Lorenzo al Mare
Santo Stefano al Mare e' un comune italiano di 2.230 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. La cittadina ligure e' situata sulla costa della Riviera di Ponente. La particolare posizione geografica favorisce un clima eccezionalmente mite, con temperature che durante l'inverno non scendono mai sotto gli 0° e d'estate molto raramente superano i 30°. Dista dal capoluogo circa 13 km. Il borgo fu un antico fondo dell'Impero romano denominato Porciana e divenne in seguito un importante feudo di Adelaide di Susa, chiamato anticamente Villaregia. Fu nell'XI secolo che il borgo venne ceduto ai monaci Benedettini dell'abbazia di Santo Stefano di Genova - santo che diede definitivamente il nome alla cittadina - favorendo cosi' lo sviluppo economico e culturale. Nel 1284 partecipo' al fianco della Repubblica di Genova inviando un nocchiero con venti vogatori nella celebre Battaglia della Meloria contro la flotta navale di Pisa per la supremazia commerciale nel mar Mediterraneo. Pochi anni dopo partecipo', sempre alleandosi con la repubblica genovese, alla conquista di Cagliari nel 1290 inviando cinque combattenti. Si sottomise ufficialmente al governo della Repubblica di Genova nel 1353 ottenendo la nomina di due consoli eletti dal popolo sanstevano, lasciando inoltre invariato il precedente statuto comunale. A seguito delle numerose invasioni e scorribande dei pirati Saraceni il borgo marinaro fu dotato di notevoli torri per la difesa e avvistamento del territorio. Una di queste torri, ennagonale e risalente al 1566, e' dal 1987 sede del municipio cittadino. Cosi' come altri paesi e borghi della repubblica genovese subi' dapprima l'invasione dell'esercito austriaco nel 1747 e quello napoleonico francese nel 1797. Decaduta la Repubblica di Genova e istituita la Repubblica Ligure, inserita nei confini del Primo Impero francese (1805), anche Santo Stefano rientro' nei territori di quest'ultima nel Cantone degli Ulivi dipendente da Porto Maurizio. Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, cosi' come stabili' il Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni dell'ex repubblica ligure, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Nel 1928 il comune fu unito con l'attigua Riva Ligure, separate dal torrente Santa Caterina, fino al 1954 quando si ripristino' l'indipendenza amministrativa tra i due comuni liguri

PEDESTRIAN PATH

PEDESTRIAN PATH  Apri
Loc. SANREMO - LIGURIA  Navigatore
14 Km da DOLCEACQUA
Altitudine: 13 mt. s.l.m.  Area San Remo, Bordighera, Taggia

Tract is accessed in the center of Arma di Taggia, near the level crossing near the former railway station. To the east back toward Riva Ligure. To the west the trail continues through Bussana of Sanremo. The track passes through a first leg behind the houses in the village of Arma di Taggia, resort and beach resort in the town of Taggia. At the end of the town, the track is released on the former railroad track, and dominates the coastline and beaches Bussana. The panorama is splendid, and the track continues along the path of Aurelia. Near the area of the Flower Market of Valle Armea, the track continues further down than the roadway, and pastures and some small tunnels equipped. After the last tunnel, the trail joins the resort area of Three Bridges, an area of popular beaches during the summer. After that, the track enters the urban center of Sanremo. Here the track has a very small place, and passing ability also shares some traits with scooters and motorcycles.

LIMONE PIEMONTE

LIMONE PIEMONTE  Apri
Loc. LIMONE PIEMONTE CN, ITALIA - PIEMONTE  Navigatore
39 Km da DOLCEACQUA
Altitudine: 980 mt. s.l.m.  Area Madonna D'ardua, Robilante, Cuneo
Limone deve la sua importanza al valico dell'antico Monte Cornio, il Colle di Tenda, da sempre via di comunicazione privilegiata fra la Riviera Ligure, la Costa Azzurra e il Piemonte: da qui l'appellativo di Montagna delle due Riviere. L'etimologia del nome e' controversa: per alcuni deriverebbe dal provenzale ' li mount', i monti; secondo altri che lo fanno derivare dal greco antico ' Leimon' e con piu' verosimiglianza luogo erboso, regione ricca di pascoli. Una storia che porta lontano nel tempo, testimoniata nella zona dai graffiti della Valle delle Meraviglie e della Valmasca. Con la venuta dei Romani il paese entro' a far parte della Provincia Alpium Maritimarum, la popolazione ottenne la cittadinanza romana e venne aggregata al Municipio di Pedona (attuale Borgo San Dalmazzo). Essi per migliorare le comunicazioni con la Francia (allora Gallia) aprirono diverse strade tra le quali la Via Imperia che da Roccavione saliva al Monte Cornio (Colle di Tenda) dal quale discendeva verso Porto Maurizio col nome di Via Marenga (verso il mare). Successivamente si hanno notizie di Limone sotto la Contea di Bredulo (Breo presso Mondovi') e in seguito sotto i vescovi astigiani. Poco dopo pero', i saraceni discesero nelle valli mettendo a ferro e fuoco i diversi paesi e costringendo gli abitanti a rifugiarsi sulle montagne. I limonesi superstiti si insediarono tra Limonetto e le Collette per poter meglio difendersi dagli attacchi nemici. Un agevole percorso stradale e una frequentata linea ferroviaria rendono la cittadina facilmente raggiungibile dalle localita' della Pianura Padana, della Liguria e del sud della Francia. Nata come centro di villeggiatura e soggiorno estivo verso la fine dell'Ottocento, e' stata, gia' agli inizi del Novecento, tra le prime localita' italiane in cui si sono diffusi gli sport invernali. La posizione geografica la rende meta frequentata tutto l'anno, grazie ad un clima alpino mite che risente della vicinanza del mare. Il centro storico vivace ed accogliente, i dintorni attrezzati per gli sport all'aria aperta, le passeggiate e gli itinerari nei parchi naturali italo-francesi sono le componenti di una vacanza tranquilla e rilassante, ma non mancano le occasioni di divertimento. Nel pieno della stagione turistica un'ampia area pedonale permette di percorrere agevolmente la via principale e di addentrarsi nelle suggestive viuzze del paese, libere dal passaggio e dall'ingombro delle automobili, accolte nei parcheggi situati in punti strategici, ai margini dell'abitato o in prossimita' degli accessi agli impianti di risalita

TRIORA

TRIORA  Apri
Loc. MOLINI DI TRIORA - LIGURIA  Navigatore
20 Km da DOLCEACQUA
Altitudine: 568 mt. s.l.m.  Area Apricale, Castellaro, Perinaldo
Triora (Triora in ligure) e' un comune italiano di 380 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. Il territorio comunale e' il maggiore della provincia imperiese. Il comune fa parte del circuito dei borghi piu' belli d'Italia e insignito, dal 2007, della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano. Il comune e' situato nella Valle Argentina ed il suo territorio comunale e' il piu' esteso della provincia imperiese. Il centro principale (Triora) sorge a 780 m s.l.m. sulle estreme pendici meridionali di un costone montuoso che digrada dal massiccio del Saccarello verso la stretta conca di fondovalle percorsa dal torrente Argentina. Triora dista da Imperia circa 47 km. Grazie all'altitudine e alla relativa distanza dalla costa, Triora ha un clima prevalentemente montano, con escursioni diurne accentuate. Il freddo invernale, comunque, non e' mai eccessivo, soprattutto perche' il borgo, esposto a mezzogiorno e in pendio, risente del buon soleggiamento diurno e non subisce l'effetto dell'inversione termica di fondovalle; l'alta bastionata montuosa che chiude a nord l'alta valle Argentina, con altitudini uniformemente superiori ai 2000 m, la ripara poi dai venti settentrionali provenienti dalla val Padana, che portano pioggia e nevicate nelle zone vicine dell'alta val Tanaro.

CASTELLO DEI DORIA

CASTELLO DEI DORIA  Apri
Loc. VIA DEL CASTELLO DEI DORIA, DOLCEACQUA IMPERIA - LIGURIA  Navigatore
1 Km da DOLCEACQUA
  Area Apricale, Perinaldo, Bordighera
  Brochure PDF
Il Castello Doria e' un'antica fortificazione del comune ligure di Dolceacqua, nella valle del Nervia, in provincia di Imperia. Il maniero e' inserito nel borgo storico del paese, sovrastante l'abitato e posto in posizione dominante. Originariamente la struttura fu composta nel XII secolo da una torre circolare - tuttora esistente al centro del complesso - e da un edificio minore dove risiedeva l'ufficio di guardia. Il castello fu ampliato nel XVI secolo dall'allora signore locale Stefano Doria, al quale aggiunse alla precedente struttura un bastione speronato nel settore orientale e le due torri quadrate identiche. Oggi la struttura appare come divisa in due blocchi, la parte anteriore era destinata infatti al controllo e alla sicurezza del borgo nonche' locali di servizio, prigioni e magazzini; la parte retrostante, collegata con il corpo anteriore tramite un ampio cortile, era invece il luogo ove erano ubicati gli ambienti di rappresentanza e di accoglienza degli ospiti e dove risiedevano i signori locali.

SPIAGGIA DI SAN LORENZO AL MARE

SPIAGGIA DI SAN LORENZO AL MARE  Apri
Loc. SAN LORENZO AL MARE IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
29 Km da DOLCEACQUA
  Area Santo Stefano al Mare, Castellaro, Imperia
San Lorenzo al Mare e' situato alla foce del torrente omonimo ed e' una localita' balneare frequentata prevalentemente da ragazzi giovani vista l'ampia scelta di sport acquatici individuali e collettivi da poter praticare sia in spiaggia che in acqua. La baia e' un piccolo angolo di paradiso dai colori raffinati, l'ambiente naturale e dalla tranquillita'. Il lido mette a disposizione dei propri ospiti cabine spogliatoio, docce calde e fredde. Per i piu' piccoli c'e' un parco giochi con altalene, casette e scivoli. Nel 2014 ha ricevuto la Bandiera Blu come una delle migliori spiagge d'Italia

BORDIGHERA

BORDIGHERA  Apri
Loc. BORDIGHERA IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
10 Km da DOLCEACQUA
Altitudine: 35 mt. s.l.m.  Area Dolceacqua, Latte, Perinaldo
Bordighera e' un comune italiano di 10.364 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. Quinto comune della provincia per numero di abitanti, interamente compreso nella conurbazione di Ventimiglia, e' l'ente comunale piu' meridionale della regione. Bordighera e' situata sulla costa della Riviera ligure di ponente, ubicata sul capo Sant'Ampelio a circa venti chilometri dal confine con la Francia, ai piedi delle Alpi Marittime. Dista dal capoluogo circa 36 chilometri. Suggestiva la frazione di Sasso arroccata sulla collina bordigotta. Si tratta del comune piu' a sud di tutta la Liguria: il punto piu' meridionale del comune corrisponde al capo Sant'Ampelio. Le montagne a picco sul mare provocano in presenza di venti settentrionali (fenomeno che si verifica durante l'inverno) un effetto favonico che rende la stagione fredda molto mite (la media giornaliera delle temperature di gennaio e' prossima ai +10 °C) e, durante l'estate, fresche e vivaci brezze marine attenuano la calura, che comunque raramente e' eccessiva (media giornaliera nei mesi di luglio e agosto di circa +24 °C). Il porto e' l'ultimo approdo per barche turistiche prima del confine con la Francia. La passeggiata a mare pedonale piu' lunga della Riviera e' un rettilineo di circa due chilometri, costeggiante la spiaggia e la ferrovia. Il percorso e' fiancheggiato da diversi filari di Araucaria excelsa e da variopinti giardini con piante grasse e fiori. Il lungomare fu inaugurato da Evita Peron (da cui deriverebbe l'intitolazione alla nazione Argentina), che qui trascorse diverse giornate nel luglio del 1947. Lungo la passeggiata e' ubicato il chiosco della Musica, gia' sede di concerti musicali. Giardino Esotico Pallanca. Il giardino e' posto lungo un ripido pendio roccioso a picco sul mare, con le tipiche fasce e terrazze liguri popolate da diversi tipi di piante. Fu realizzato dai discendenti di Bartolomeo Pallanca ed il suo patrimonio naturalistico e' completo di tremiladuecento specie di piante, tra i quali la preziosa collezione di cactus e succulente. La pianta piu' antica e' una Copiapoa - originaria del Cile - che ha trecento anni

SEBORGA

SEBORGA  Apri
Loc. SEBORGA IM, ITALIA - LIGURIA  Navigatore
7 Km da DOLCEACQUA
  Area Perinaldo, Apricale, Dolceacqua
Il piccolo comune di Seborga e' situato sulle colline della Liguria di Ponente al confine con la Francia: nell'entroterra, tra Ospedaletti e Bordighera, vicino anche alle citta' di Vallecrosia e Camporosso. Seborga si dichiara, ancora oggi, principato indipendente: ha il suo re, le sue leggi e batte perfino moneta. Per lo stato italiano, ovviamente, tale principato non esiste e non e' riconosciuto, eppure girando per le viuzze del paese si respira ancora l'atmosfera del passato: si incontrano le guardie della polizia municipale dotate di pittoresche uniformi e chi lo desidera puo' richiedere il passaporto o la patente di guida recanti i timbri del principato. Grazie alla sua posizione, sempre esposta al sole e con le montagne che la proteggono dai venti freddi provenienti dal nord, Seborga gode di un clima temperato con estati fresche e inverni miti. E' raggiungibile, in macchina, tramite la vicina uscita del casello autostradale di Bordighera sull'autostrada A10 proseguendo lungo la Strada Provinciale 57. I cartelli lungo la strada sono facilmente visibili, seguendo le indicazioni e' impossibile sbagliare. All'arrivo, si puo' parcheggiare tranquillamente nella piazza principale o in un parcheggio vicino al centro. In treno, linea ferroviaria Genova-Ventimiglia, stazione di Bordighera che e' la piu' vicina al paese. BREVE STORIA DEL PRINCIPATO DI SEBORGA. Nel V secolo d.C., il luogo su cui sorge oggi il paese, era noto come Castrum Sepulcri, ribattezzato nel VII secolo Sepulcri Burgum, successivamente Seporca e da qui Seborga. Antico feudo dei Conti di Ventimiglia, nel 959 d.C. venne ceduto ai monaci benedettini di Lerino e ne diventarono i Principi (oggi le isole di Le'rins si trovano in Francia a largo di Cannes, nella Costa Azzurra). Nel 1079 Seborga divenne un Principato del Sacro Romano Impero e nacque il primo Stato Cistercense della storia. Nel 1660 fu istituita la Zecca di Seborga: le monete coniate in oro e argento (i cosiddetti Luigini) non ricevettero una buona accoglienza e dopo trent'anni di attivita', la zecca venne chiusa. Nel 1729 il re di Sardegna acquisto' il principato con un atto redatto e sottoscritto a Parigi, che non risulto' essere mai stato registrato. Allo stesso modo non risulta traccia del passaggio di proprieta', ne' dell'esistenza di Seborga e nessun documento degli Atti di Unificazione d'Italia del 1861 fa riferimento al Principato. Non risulta nemmeno che, nel 1946, il territorio di Seborga sia stato considerato parte della Repubblica Italiana. Nel 1963 il popolo sovrano elesse il principe Giorgio I e nel 1995 lo rielesse a vita. Il re riapri' la zecca dove vengono coniati i Luigini, che ancora oggi circolano liberamente nel territorio di Seborga. I Luigini non hanno alcun valore legale, ma vengono utilizzati come buoni spendibili nel paese. DA VEDERE A SEBORGA. In questo grazioso borgo medioevale dalle classiche stradine e saliscendi, si trovano monumenti di notevole interesse. All'entrata del paese c'e' il piccolo Oratorio di San Bernardo che risale al XIV secolo. Nel cuore del borgo e' situata la Chiesa Parrocchiale di San Martino, che presenta una facciata in stile barocco. L'interno, di modeste dimensioni, e' dotato di tre altari e alle pareti si possono ammirare opere ottocentesche e le statue di San Martino e San Sebastiano. Nel centro storico c'e' anche il Palazzo dei Monaci, un edificio in pietra e sede della Zecca. Da non perdere, anche una visita al Palazzo del Governo dove si possono acquistare, per ricordo, i francobolli emessi dal Principato e i Luigini, le monete ufficiali. Dalla Cappella di Santa Giusta, una piccola chiesa situata sulla collina del paese, si puo' godere una bella vista panoramica sul mare e su Seborga. Il borgo offre, inoltre, una gastronomia molto ricca da gustare nei suoi accoglienti ed apprezzati ristoranti. L'olio d'oliva e' la principale risorsa agricola della zona: sono presenti laboratori artigianali a Seborga o nei dintorni, dove le macine trasformano le olive migliori in buonissimo olio extra-vergine

SANREMO

SANREMO  Apri
Loc. SANREMO - LIGURIA  Navigatore
14 Km da DOLCEACQUA
  Area San Remo, Bordighera, Taggia
Sanremo va oltre le competizioni canora e sportiva per la quale e' conosciuta in tutta Italia e anche all'estero. A lungo prescelta dalle teste coronate di tutta Europa, nobili, ricchi e cacciatori in cerca di fortuna, la citta' si presenta al visitatore come una localita' balneare di antico stile, con luoghi d'interesse turistico, scorci pittoreschi e ottimi collegamenti per il resto della splendida e soleggiata Riviera dei Fiori della Liguria. Situata tra Capo Verde ad est e Capo Nero ad ovest, a Sanremo si respira quella classica brezza marina un po' italiana e un po' francese della riviera di Ponente. Con poco meno di 57.000 abitanti, Sanremo si adagia protetta tra collinette di ulivi e cedri, terreni adibiti alla floricoltura e moderni complessi residenziali. Il clima e' semplicemente meraviglioso: in lontananza, all'interno, si ammirano le vette piu' alte del Monte Bignone e del Monte Negro e la citta' si presenta quasi come una 'perpetua primavera', con giornate calde e notti fresche e piccole variazioni di temperatura durante tutto l'anno. Queste condizioni fanno di Sanremo una delle mete turistiche piu' apprezzate della Riviera Italiana. Nel periodo dell'antica Roma, venne fondato un piccolo insediamento urbano con il nome di Villa Matutia, che si amplio' successivamente nel periodo medievale allorche' le incursioni saracene costrinsero la popolazione a trasferirsi nelle alture. Qui venne costruito un castello dedicato a San Romolo e un borgo murato, il villaggio di La Pigna. Pochi secoli piu' tardi, passato sotto il dominio della contea di Ventimiglia e successivamente dei genovesi, venne venduta alla potente famiglia Doria e dei De Mari. Nel XV secolo la localita' acquisi' i diritti di libero comune. Esistono ancora molte tracce del vecchio borgo di Pigna, situato sulla collinetta. La lunga indipendenza da Genova ebbe fine nel 1753; allo stesso periodo risale la fortezza di Santa Tecla situata nella spiaggia vicina al vecchio porto e conosciuta per essere diventata una prigione. Restaurato il potere dei Savoia, la citta' fu annessa al Regno di Sardegna e successivamente al Regno d'Italia. Il turismo a Sanremo si sviluppo' a partire dalla meta' XVIII secolo, dello stesso periodo e' la costruzione del primo Grand Hotel, mentre il Casino' Municipale venne edificato negli anni 1904-1906. Negli ultimi decenni, il nuovo porto turistico di Portosole, uno dei piu' efficienti della Riviera Ligure, propone moderne attrezzature per lo sport: campo da golf, ippodromo e tanto altro. Alla localita' nel 2006 e' stata conferita la Bandiera Blu per l'efficienza dei servizi del suo porticciolo. La citta', che andava ubicandosi lungo la costa, incomincio' a riempirsi di personaggi famosi, come l'imperatrice Maria Alexandrovna, il cui ricordo e' oggi legato alla omonima passeggiata del lungomare e alla chiesa ortodossa di San Basilio. In estate l'alta stagione e' un brulicare di turisti e visitatori locali, se amate la folla e' questo il periodo giusto per visitarla, altrimenti la citta' diventa una meta piacevole in quasi ogni momento dell'anno. Il Festival di Sanremo, a febbraio, e' ugualmente portatore di un incredibile folla di visitatori, se non avete una vera passione per la musica contemporanea leggera italiana, e' meglio evitare la citta' in questo periodo dell'anno. Altri personaggi di calibro includono l'imperatrice Elisabetta d'Austria nota Sissi, lo zar Nicola II di Russia, Alfred Nobel, Tchaikowski e Italo Calvino. Sanremo e' un'attrazione turistica a se e non ospita una particolare moltitudine di attrazioni. Allo stesso tempo, pur essendo una piccola localita', presenta una varieta' impressionante di volti: l'atmosfera estiva si veste del tipico fascino con gli yacht di lusso ancorati alla banchina, che spesso si confondono con le vecchie imbarcazioni dei pescatori in ormeggio. Ci sono affollate strade dello shopping piu' alla moda e un mercato frenetico, affollato di escursionisti francesi che oltre confine sperano in un buon affare. Gli ampi viali di palme rimandano ad un esotico passato, mentre in direzione centro storico, la Pigna, si notano gli edifici aggrappati alla ripida collina. Si ammirino anche la Cattedrale Basilica di San Siro e il Santuario della Madonna della Costa. Oltre al turismo, l'economia sanremese riceve notevole introito anche dall'attiva produzione di olio extra vergine d'oliva, protetta con il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta), tanto da essere una delle attivita' principali all'interno del provincia di Imperia. Sanremo e' conosciuta anche come la Citta' dei Fiori e questo e' un altro aspetto importante della sua economia. Vale la pena esplorare la costa e i centri minori vicini, come Ospedaletti e le sue spiagge incantevoli, Arma di Taggia, Bordighera e la pittoresca citta'-fantasma di Bussana Vecchia, paradiso hippy sin dagli anni '60. La Costa Azzurra e Monaco sono a breve distanza via treno

GOLF CLUB: CIRCOLO DEGLI ULIVI

GOLF CLUB: CIRCOLO DEGLI ULIVI  Apri
Loc. STRADA AL CAMPO DA GOLF, 59, SANREMO, IMPERIA, ITALY - LIGURIA  Navigatore
12 Km da DOLCEACQUA
  Area Sanremo, Bordighera, Perinaldo
C'e' una terra dove durante tutto l'anno piove meno che altrove, e specie in inverno. Il clima normale e' dolce. Poco vento. Brezze leggere e tiepide muovono l'aria, che e' sempre pura. La zona e' compresa fra un incerto punto dalle parti di Capo Mele (Cervo, in Italia) e Saint Tropez in Francia. Nella parte francese, si chiama Costa Azzurra, in quella italiana Riviera dei Fiori. Zone note, dalla storia ricca di aneddoti e di personaggi famosi

Escursioni e attrazioni in LIGURIA vicino a DOLCEACQUA Apricale Perinaldo Bordighera: 'WWF: OASI VALMANERA'   'BUSSANA VECCHIA'   'SPIAGGIA DI SANTO STEFANO AL MARE'   'SPIAGGIA DI BORDIGHERA'   'SAN LORENZO AL MARE'   'TORRE DI PRAROLA'   'APRICALE'   'DOLCEACQUA'   'IMPERIA'   'OSSERVATORIO ASTRONOMICO CASSINI'   'GOLF CLUB: CASTELLARO'   'VILLA GROCK'   'HANBURY GARDENS'   'CERVO'   'OLIVE TAGGIASCHE DOP'   'PARCO NATURALE DEL MARGUAREIS'   'SANTO STEFANO AL MARE'   'PEDESTRIAN PATH'   'LIMONE PIEMONTE'   'TRIORA'   'CASTELLO DEI DORIA'   'SPIAGGIA DI SAN LORENZO AL MARE'   'BORDIGHERA'   'SEBORGA'   'SANREMO'   'GOLF CLUB: CIRCOLO DEGLI ULIVI'  

LIGURIA


I primi abitatati della Regione furono indubbiamente i Liguri nel I millennio a. C. che le dettero il nome. Nel Nord Ovest d'Italia, al confine con la Francia, si trova la Liguria, una terra di montagne imponenti e di dolci colline colorate dal verde della macchia mediterranea che si affacciano sul mar Ligure con coste alte e frastagliate. E' una regione dalle molteplici sfaccettature, diverse ma indissolubilmente unite fra loro per offrire un ricco panorama di opportunità a chi sceglie questa terra per trascorrere le sue vacanze. Natura, mare, montagna, cultura ma anche divertimento e vita mondana: non c'è che l'imbarazzo della scelta. La grande risorsa della Liguria è il mare, con le sue coste rocciose interrotte da piccole insenature dove trovano riparo graziose piccole spiagge di sabbia finissima. Le Cinque Terre e il Golfo dei Poeti, il Golfo del Tigullio, Genova e il Golfo Paradiso, la Riviera delle Palme e la Riviera dei Fiori formano la famosa costa ligure che si estende, da Ameglia a Ventimiglia, per più di 300 km. Lungo questo itinerario, spettacolare per la bellezza dei paesaggi terrestri e marini, si incontrano le più famose località turistiche della Liguria: Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante, con la sua incantevole Baia del Silenzio, e Chiavari. Un susseguirsi di ampie spiagge, porticcioli e scenari tutti da esplorare che, di sera, lasciano spazio al divertimento e allo shopping. Sanremo, la città dei fiori, nota per il Festival della canzone Italiana e per il Casinò, la raffinata Bordighera e Alassio con i suoi 3 chilometri di spiaggia finissima, Varigotti e Laigueglia sono alcune delle 'gemme' incastonate nella Riviera di Ponente. E ancora, Portovenere di fronte all'sola di Palmaria e Lerici con l'imponente castello medievale, le sue eleganti ville ed i suoi rigogliosi giardini. Un mare talmente bello da attrarre anche numerosi esemplari di capidogli, balenottere e delfini che in questa area, definita il 'Santuario dei Cetacei', hanno trovato il loro habitat naturale dove vivere in totale sicurezza. Le grandi distese boschive della Liguria, con i suoi alberi secolari, vero e proprio patrimonio naturalistico, rappresentano una offerta alternativa al turismo tradizionale. Una vera e propria immersione nella natura per conoscere e vivere i luoghi dove l'uomo, con amore e dedizione, ha saputo ottenere da questa terra i suoi migliori frutti. Luoghi che trasudano storia, cultura e tradizioni, testimonianza del passaggio degli antichi popoli provenienti dal mare.

Da Vedere: Cinque Terre: E' uno dei più suggestivi paesaggi offerti dalle coste frastagliate del Mar Mediterraneo e per questo di grande attrattiva per turisti di tutto il mondo. La bellezza della natura è stata esaltata dall'opera dell'uomo che ha creato un paesaggio monumentale costruendo 7000 km di terrazzamenti a picco sul mare. I borghi che costituiscono le cinque terre sono Monterosso, Vernazza, Coniglia, Menarola e Riomaggiore, quest'ultime collegate dal famoso sentiero 'La via dell'Amore. Porto Venere: E' un borgo di origini neolitiche che si trova sulla parte occidentale del Golfo della Spezia, chiamato anche 'Golfo dei Poeti' in quanto ha ispirato grandi artisti come Shelley, Petrarca e Montale. Portovenere è meta di molti turisti per le sue bellezze sia artistiche che naturali, tra cui segnaliamo la Grotta di Byron dedicata al famoso poeta inglese dell'800 e che conduce alle Cinque Terre. Portofino: Portofino è una località molto esclusiva immersa in un paesaggio suggestivo e in una natura incontaminata, caratteristiche che la hanno resa famosa nel mondo ed hanno favorito la sua frequentazione da parte di personaggi famosi. E' un piccolissimo borgo di pescatori racchiuso in un'insenatura e particolare per le strette viuzze che conducono sulla piccola piazza di ciottoli levigati. Il Parco di Portofino: Il parco ha un'estensione di ca. 1200 ettari e comprende i comuni di Recco, Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli e Chiavari. La visita del parco permette al visitatore di scoprire l'insieme delle caratteristiche morfologiche dell'intera regione, dalla costa all'entroterra. Il parco presenta una zona boschiva ed una di tipica macchia mediterranea dove prevalgono l'erica, il lentisco,il corbezzolo ed il mirto. Il fiore all'occhiello del parco sono senza dubbio i fondali della Riserva Marina, ricchi di gorgonie gialle, rosse ed arancioni e di corallo.

Gastronomia e Vini: La gastronomia ligure ha diverse specialità sia di terra che di mare. La specialità culinaria che più si associa alla Liguria è il famoso 'pesto alla genovese', un condimento a base di basilico (quello ligure si differenzia da tutti gli altri) con pinoli, formaggio, aglio, olio d'oliva pestato al mortaio; la pasta più indicata per essere condita con il pesto sono le trenette. Altre specialità sono lo stoccafisso con patate e cipolle, che viene prima bollito e ricotto in tegame appunto con patate e cipolle; e la fugassa, ovvero la rinomata focaccia ligure, che pur essendo preparata come qualsiasi altra focaccia ha un gusto particolare e spesso arricchito da semi di finocchio. Per quanto riguarda i vini segnaliamo il Cinque Terre, lo Sciacchetrà, il Rossese di Dolceacqua,il Vermentino ed il Pigato.