Please, enable JavaScript on your browser
museo della basilica di san michele arcangelo - escursioni punti di interesse attrazioni a via reale basilica, 127, monte sant'angelo fg, italia
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO


MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO

Escursioni, punti di interesse e attrazioni vicini a VIA REALE BASILICA, 127, MONTE SANT'ANGELO FG, ITALIA Monte Sant'Angelo Carpino Mattinata

VIESTE

VIESTE  Apri
Loc. VIESTE - PUGLIA  Navigatore
27 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Mattinata, Peschici, Vico del Gargano
Vieste e' una delle localita' turistiche piu' note del Gargano. La sua popolarita' e' dovuta principalmente alla bellezza delle sue spiagge, alla limpidezza delle sue acque e alla fortunata posizione che la rende costantemente battuta dai venti e quindi particolarmente adatta per la pratica degli sport acquatici a vela. Di natura calcarea l'enorme scoglio di Pizzomunno, che con la sua forma caratterizza l'omonima spiaggia di Vieste. Particolarmente ricchi i fondali marini, meta di sub e amanti delle immersioni che in questa zona giungono da tutta Europa. Da non perdere il centro storico, con le sue stradine strette, ricco di botteghe artigiane e locali alla moda. da non perdere la Piazzetta dei Cappuccini Piccolo complesso conventuale posto al di fuori delle mura del borgo antico di Vieste, eretto intorno al 1630. Durante il disastroso terremoto del 1646 la struttura resistette al sisma e diede rifugio ad un gran numero di cittadini, oltre a proteggere i frati dalle incursioni dei pirati turchi che per secoli minacciarono la sopravvivenza dei centri costieri dell'Adriatico. Una lapide murata all'interno della chiesa del Santissimo Sacramento, facente parte della struttura, ne ricorda la consacrazione a Santa Maria di Costantinopoli nel 1698. Lo spazio interno della chiesa, coperto da una volta a botte lunettata, termina con l'altare maggiore dedicato alla Vergine, su cui troneggia la Pala della Madonna col Bambino, due Arcangeli e Santi, opera di Giovanni Lopreite, del 1641; una cappella sul lato sinistro ospita un Crocifisso seicentesco e un altare cinquecentesco in pietra decorato con motivi floreali. La chiesa di San Francesco e l'omonimo convento sorge a Vieste sull'omonima Punta, a est del centro urbano e dell'antica rada portuale, area in cui si osservano, scavate nella roccia calcarea, foveae (fosse granarie) e tombe rettangolari di eta' classica ed altomedievale. Fondato nel 1438, il complesso viene retto dalle Clarisse sotto il titolo di Santa Caterina d'Alessandria. Nel 1546 e' documentata la presenza dei Padri Conventuali Minori. Tra il XVI ed il XVII secolo il convento viene inglobato in un potente baluardo, a nord ed a sud-est, dotato di bastione scarpato e cannoniere

PARCO NAZIONALE DEL GARGANO

PARCO NAZIONALE DEL GARGANO  Apri
Loc. CARPINO - PUGLIA  Navigatore
12 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Cagnano Varano, Monte Sant'Angelo, Ischitella
Conosciuto piu' come luogo di villeggiatura o, per chi crede, come luogo della predicazione di Padre Pio che come parco naturale, il Gargano porta con se' nell'immaginario di milioni di italiani nomi evocativi, di solleone, case bianche e atmosfere vacanziere, come Peschici, Vieste, la Foresta Umbra, le Isole Tremiti, zone tra le piu' caratteristiche del nostro Paese. Zone dove ci si cuoce nel sole e ci si tuffa in uno dei mari piu' belli e limpidi d'Italia (benche', secondo le recenti stime di Legambiente, non eccellano nella classifica dei piu' puliti). Questa parte della Puglia e' anche una delle piu' ricche di habitat differenti e biodiversita'. Il motivo risale alla conformazione morfologica dello sperone d'Italia e alla sua storia. Quando, tra le lagune e la terra ferma, cominciarono ad emergere gli Appennini - e stiamo parlando di centinaia di milioni di anni fa - il Gargano non c'era ancora, o meglio era solo un'isola, separata dal continente. Solo piu' tardi il promontorio si sarebbe congiunto alla terra ferma formando l'inconfondibile sperone, ma l'origine isolana della zona ha comunque segnato l'evoluzione ambientale dell'area, con il suo cuore verde, ma pure con un mosaico di laghi costieri, una collana di isole dirimpetto e un deserto di pietra alle spalle che solo in condizioni isolate avrebbero potuto formarsi. Si tratta di un habitat ricco e vario, come e' difficile incontrare in Italia. L'autentico puzzle di ambienti concentrati in un territorio cosi' ristretto fanno del Gargano piu' un'isola che un monte, che peraltro raggiunge solo i 1.065 metri col monte Calvo

RODI GARGANICO

RODI GARGANICO  Apri
Loc. RODI FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
26 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Vico del Gargano, Peschici, Ischitella
Rodi Garganico e' un borgo di antiche tradizioni marinare a ridosso del mare Adriatico e sorge su un'alta e salmastra rupe incastonata in una lussureggiante vegetazione di oliveti e agrumeti che accoglie hotel, residence, camping, villaggi, appartamenti, agenzie, alberghi, case vacanza ed altre strutture turistiche. Il tratto di mare del Gargano che interessa la costa e' poco profondo e quindi e' garanzia di sicurezza per i meno esperti al nuoto ed in particolare per le famiglie con i propri bambini e ragazzi che decidono di trascorrere la loro vacanza a Rodi Garganico in Puglia. Dimorano in questa splendida cittadina rondini e gabbiani che animano l'azzurro cielo con i loro magnifici voli. Il mormorio del mare della Puglia che si infrange sulle spiagge e le calette della costa del Gargano, il garrire delle rondini che animano il cielo con il loro volo, l'inebriante profumo di zagare che si diffonde nei vicoli della citta' fino a spingersi sulla riva del mare, rendono magica l'atmosfera di questi luoghi dove: pria degli uomini, vissero gli dei (Manicone, Fisica Appula). A riprova del notevole valore turistico ed ambientale di questo lembo della Montagna del Sole, negli anni sono giunti numerosi ed ambiti riconoscimenti, primi fra tutti le Bandiera Blu d'Europa per le spiagge e gli approdi e le 4 vele Legambiente

FOGGIA

FOGGIA  Apri
Loc. FOGGIA PROVINCE OF FOGGIA, ITALY - PUGLIA  Navigatore
45 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Cerignola, Carpino, Melfi
Foggia e' una delle province della regione Puglia, situata al centro del Tavoliere, la piu' grande pianura italiana dopo la Pianura Padana. La provincia comprende centri agircoli e vinicoli come Cerignola e San Severo e localita' balneari come Margherita di Savoia e le Isole Tremiti. Storicamente il luogo dove si trova Foggia venne abitato dagli Arpi nell''XI secolo: verso il 1089 venne adottato il nome attuale che probabilmente deriva da ''forvae'' (dalla conservazione del grano). La citta' di Foggia conobbe un fiorente periodo sotto Federico II, dopo venne dominata dagli Angioini ed in seguito dagli Aragonesi. Successivamente Foggia si ribello' al dominio spagnolo e dei Borboni e segui' le sorti politiche della regione

RISERVA STATALE ISCHITELLA E CARPINO

RISERVA STATALE ISCHITELLA E CARPINO  Apri
Loc. CARPINO - PUGLIA  Navigatore
18 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Rodi, Vico del Gargano, Cagnano Varano
Pervenuta allo Stato nel 1957 per acquisti diretti da parte della Azienda di Stato per le Foreste demaniali (ASFD), l'area protetta presenta una orografia caratterizzata da un complesso sistema di vallette orientate generalmente ad ovest verso il sottostante lago di Varano, le cui pendici volte a nord e nord-est, e pertanto piu' fresche e con terreno evoluto e fertile, ospitano una vegetazione che e' stata definita Uno dei piu' suggestivi ed importanti monumenti botanici del nostro Meridione. In localita' Coppa delle rose, ad una quota insolitamente bassa, si puo' osservare una delle piu' belle faggete garganiche. Essa e' costituita da piante ben spaziate, alte oltre 30 metri, con diametri di 60-70 cm e dotate di fusti regolari e chiome ben raccolte in alto. Nel 2008, nella riserva sono stati avviati lavori selvicolturali mirati alla disetaneizzazione del soprassuolo e all'incremento della biodiversita'

RISERVA STATALE MONTE BARONE

RISERVA STATALE MONTE BARONE  Apri
Loc. RISERVA STATALE MONTE BARONE, MATTINATA FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
15 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Monte Sant'Angelo, Vieste, Carpino
Riserva naturale statale, gia' bosco da seme, caratterizzata principalmente da estensioni boschive costituite da Pinus halepensis con sottobosco di sclerofille sempreverdi. Nelle radure e nelle aree non boscate e' diffusa la macchia-gariga e le pseudo-steppe a piante erbacee. Elevata presenza anche dell'habitat rupestre

OLIO DAUNO DOP

OLIO DAUNO DOP  Apri
Loc. FOGGIA FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
45 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Cerignola, Carpino, Melfi
  Brochure PDF
Prodotto prevalentemente con olive della varieta' Peranzana, Coratina, Ogliarola Garganica e Rotondella, quest'olio viene commercializzato con una delle seguenti sottodenominazioni: Alto Tavoliere, Basso Tavoliere, Gargano e Sub-Appennino. Tutti presentano colore dal verde al giallo; l'Alto Tavoliere ha odore intenso, mediamente fruttato, con sensazioni erbacee e floreali, e sapore dolce, fragrante con retrogusto mandorlato. Il Basso Tavoliere, particolarmente denso, possiede odore intenso, erbaceo, fruttato e sapore dolce, con una decisa sensazione di piccante e di amaro e tipico retrogusto di carciofo. Il Gargano, invece, ha odore netto di oliva, mediamente fruttato e sapore dolce con fondo mandorlato. La tipologia Sub-Appennino, infine, presenta odore fruttato medio con sentori netti di oliva e di frutta fresca, e sapore fruttato

OASI AGRUMARIA

OASI AGRUMARIA  Apri
Loc. OASI AGRUMARIA, STRADA COMUNALE MOLINO DI MARE, RODI FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
25 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Vico del Gargano, Peschici, Ischitella
Quasi dieci secoli di storia. Gli agrumeti del Gargano, circoscritti in un'area di circa 800-1000 ettari compresi nei territori di Vico del Gargano, Rodi ed Ischitella, costituiscono ancora oggi un caratteristico tassello dei paesaggi agrari storici dell'Italia agricola. Una piccola oasi verde-cupo costruita in un angolo del roccioso promontorio garganico. Uno straordinario esempio di come esigue risorse ambientali (sorgenti, microclimi) siano state occasione di ricchezza e cultura. L'unico esempio di agrumi in tutta la fascia Adriatica. Una testimonianza di una questione, dei paesaggi agrari e del loro rapporto con le identita' culturali delle societa' locali, che riguarda tutte le regioni mediterranee

PINETA MARZINI

PINETA MARZINI  Apri
Loc. PINETA MARZINI, STRADA PROVINCIALE 144, VICO DEL GARGANO FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
25 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Peschici, Rodi, Vieste
La Pineta Marzini, a picco sul mare, dista da Vico un paio di km. in direzione della baia di Catenella; la pineta deve il suo nome al Pino d'Aleppo (dal nome dell'omonima citta' siriana) dall'alto fusto, ma e' presente in piccola percentuale anche il leccio; nell'uso locale viene detta &la difesa', nome che potrebbe derivare sia dal fatto che questo lembo di foresta che si butta in mare costituiva un avamposto di difesa contro le invasioni saracene, sia dalle 'defense' federiciane, tenute di caccia riservate all'imperatore ed ai nobili. La Pineta, grazie all'importante intervento della Forestale, e' dotata di panchine, gazebo, aree per picnic, tutte costruite in legno ed a basso impatto ambientale, e di percorsi attrezzati studiati dalla Forestale stessa, accessibili a tutti perche' senza grandi pendenze. La Pineta Marzini e' una delle poche pinete nazionali &da seme', cioe' geneticamente pura e perfetta, dove la specie si e' selezionata nel tempo nelle sue caratteristiche peculiari; il microclima del Gargano consente inoltre a questi alberi di svilupparsi ad altitudini inconsuete. Nel sottobosco si ha un'incredibile rigoglio di macchia mediterranea (lentisco, caprifoglio, philirrea, rosmarino, cisto & si contano 225 specie, tutte identificabili grazie a tabelle esplicative predisposte dal Corpo Forestale); vi si trovano facilmente volpi, cinghiali e, incredibilmente, vi sono stati alcuni avvistamenti di caprioli, del tutto inconsueti nella bassa macchia mediterranea. Visitabile all'esterno e' la vecchia casa dei guardiani; adiacente alla casa c'e' &l'orto botanico', un'area in cui le numerosissime specie vegetali che vi crescono a pochissima distanza le une dalle altre testimoniano la biodiversita' consentita dall'ambiente garganico, dove mare e montagna si fondono. Dalla Pineta si ha uno splendido panorama sulla costa, da Calenella a Rodi; l'alba e il tramonto possono essere ammirati sempre guardando il mare

LAGO DI VARANO

LAGO DI VARANO  Apri
Loc. LAGO DI VARANO, FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
26 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Cagnano Varano, Carpino, Rodi
Il Lago di Varano comunica con il mare mediante due passaggi (foce di Varano a est e foce di Capoiale a ovest), e' lungo dieci chilometri e largo sette e mezzo e la sua profondita' si aggira sui tre metri e mezzo con punte massime di cinque metri e mezzo ed e' il posto ideale per pescare, sia da riva, che dalla barca. Naturalmente per i non pescatori non mancano tutto gli sport d'acqua da fare sia in acqua dolce che in mare dove le lunghe spiagge favoriscono il turismo. Passeggiando nei dintorni e possibile ammirare le innumerevoli bellezze naturalistiche e selvagge ed esiste un percorso percorribile anche in bicicletta che gira intorno al Lago di Varano, praticamente tutto in piano

PESCHICI

PESCHICI  Apri
Loc. PESCHICI - PUGLIA  Navigatore
27 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Vico del Gargano, Rodi, Vieste
Peschici e' una localita' turistica che sorge in splendida posizione su una rupe a picco sul mare (Peschici vuol dire proprio &a picco sul mare'!). Sueripolo vi si stabili' nel 970 con una comunita' di Schiavoni affiancata da una colonia dalmata per fronteggiare l'avanzata saracena. La posizione strategica, la fortificazione normanna eretta intorno al castello e le torri di avvistamento lungo la costiera, resero inespugnabile la citta'. Considerata per la sua bellezza 'Perla del Gargano', oggi Peschici sorprende con il dedalo di viuzze del borgo antico, l'intenso profumo dell'entroterra e la suggestiva atmosfera dell'incantevole litorale. Meta di turismo internazionale, la citta' offre ottimi alberghi, campeggi attrezzati, residence e villaggi. Da visitare il Castello normanno, la Torre del Ponte e la Chiesa di S. Maria delle Grazie. Perche' venire a Peschici. Per le grotte meravigliose e le baie. Per le spiagge dorate. Per la selvaggia Zaiana. Per il graziosissimo centro storico che in estate pullula di negozietti di souvenir e di artigianato locale

CANESTRATO PUGLIESE D.O.P.

CANESTRATO PUGLIESE D.O.P.  Apri
Loc. FOGGIA FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
45 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Cerignola, Carpino, Melfi
  Brochure PDF
Il Canestrato Pugliese deriva il suo nome dai canestri di giunco entro cui lo si fa stagionare per un periodo piu' o meno lungo. Viene impiegato latte intero di pecora, di razza Merinos o Gentile di Puglia. Area di produzione: province di Foggia e (in parte) Bari. La Denominazione di Origine Protetta e' stata riconosciuta il 12 giugno 1996

CAGNANO VARANO

CAGNANO VARANO  Apri
Loc. CAGNANO VARANO FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
21 Km da MUSEO DELLA BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
  Area Ischitella, Carpino, Rodi
Cagnano Varano e' un bianco paese abbarbicato su uno sperone roccioso che gli permetteva una difesa piu' agevole. La disposizione urbanistica delle abitazioni puo' sembrare un poco caotica, ma risponde a precisi canoni. Il paese sorge su una collina che, secondo la tradizione, fu sede dell'antica citta' italica di Uria, citata anche da Plinio e Strabone. Sarebbe interessante scoprire quali nessi legarono questo centro di Uria a quelli omonimi situati nelle regioni orientali. Sappiamo che durante il Medioevo la citta' era cinta da mura ma oggi non restano molte tracce di quel periodo. Nel corso dei secoli il centro fu feudo di alcune famiglie di cui resta una testimonianza nel Palazzo Baronale, antica fortezza normanna, ristrutturato piu' volte nel corso degli anni. Le case e le strade sono posizionate in maniera tale da agevolare il deflusso delle acque piovane e delle acque nere verso valle, evitando il formarsi di sgradevoli pozzanghere nelle vie, fatte come oggi di ciottoli e sassi. Messe cosi' le abitazioni sono illuminate per tutto il giorno, dipinte di bianco assorbono meno il calore del sole e, per affrontare i venti gelidi invernali, le case sono addossate le une alle altre proteggendosi. Sono ancora oggi visibili i resti di antiche mura che proteggevano i nuclei abitativi raccolti intorno al Palazzo Baronale, chiamato anche 'Casale', che era la porta d'ingresso della citta'. Le foci di Capoiale e di Varano, aperte in tempi recenti, costituiscono due vie d'accesso al mare ed evitano il ristagno delle acque che in passato fu causa di malaria. Base per i sommergibili e per gli idrovolanti nel periodo bellico, il lago rappresenta oggi una delle principali risorse del paese. L'economia si basa infatti principalmente sulla pesca e sul turismo che e' in via di sviluppo

Escursioni e attrazioni in PUGLIA vicino a VIA REALE BASILICA, 127, MONTE SANT'ANGELO FG, ITALIA Monte Sant'Angelo Carpino Mattinata: 'VIESTE'   'PARCO NAZIONALE DEL GARGANO'   'RODI GARGANICO'   'FOGGIA'   'RISERVA STATALE ISCHITELLA E CARPINO'   'RISERVA STATALE MONTE BARONE'   'OLIO DAUNO DOP'   'OASI AGRUMARIA'   'PINETA MARZINI'   'LAGO DI VARANO'   'PESCHICI'   'CANESTRATO PUGLIESE D.O.P.'   'CAGNANO VARANO'  

PUGLIA


Storicamente la Puglia deriva il suo nome dalla romana Apulia (da Apuli, nome della popolazione che vi si insediò). Conosciuta anche come Le Puglie, questa regione è davvero una terra al plurale, un luogo che cela anime diverse, sospese tra natura, storia, tradizione, gusto e spiritualità, da visitare dodici mesi l'anno. La Puglia, il tacco dello Stivale, è una regione incantevole, una striscia di terra che si allunga nel mare con spiagge meravigliose e per tutti i gusti, dalle sabbiose Torre dell'Orso e Porto Cesario alle riviere fatte di scogli a Otranto e a Santa Maria di Leuca, dove s'incontrano e si mescolano lo Ionio - cristallino e calmo - e l'Adriatico - dall'intenso azzurro. Le opzioni per chi ama il mare sono infinite, da Gallipoli la 'Gemma del Salento' al Gargano lo 'Sperone d'Italia', che si protende nelle acque limpide del mare che ospita le splendide Isole Tremiti. La natura si rende ancora protagonista, in Puglia, con il Parco Nazionale delle Murge e quello del Gargano con la selvaggia Foresta Umbra, le saline ed i laghi. Da visitare anche la riserva marina di Torre Guaceto, le profonde gravine di Laterza e le ampie doline di Altamura che, con i loro paesaggi suggestivi, caratterizzano la parte interna della regione. Per chi vuole fare un viaggio nella storia, la Puglia offre un ampio ventaglio di luoghi che raccontano le antichi origini di questa terra: dalla preistoria alla Magna Grecia, dall'età imperiale al Rinascimento, ai fasti del barocco di Lecce e del Salento. I trulli, ad esempio quelli della Valle d'Itria, offrono una suggestiva testimonianza del passato rurale della regione mentre numerosi castelli costellano le coste del Sud, in ricordo di un tempo in cui merci e pericoli arrivavano dal mare. Chi ama la tradizione e la musica popolare, invece, non può fare a meno di girare per le innumerevoli feste e sagre di paese che di estate si spostano da un paesino all'altro della Regione.

Da Vedere: Alberobello: questa località è famosa in tutto il mondo in quanto completamente formata da trulli. I trulli sono caratteristiche case contadine realizzate a pianta circolare su cui è posta una cupola a forma di cono ricoperta da lastre in pietra locale ed hanno mura in calce bianca. Il paese di Alberobello è diviso in rioni: il bellissimo rione Monti comprende da solo circa 1000 trulli disposti su panoramiche stradine. Dal 1996 Alberobello fa parte del patrimonio dell'Umanità riconosciuto dall'UNESCO. Santa Maria di Leuca: rinomata località balneare situata sulla punta della Puglia dove il Mar Adriatico si fonde col Mar Ionio. E' caratterizzata da bellissime grotte carsiche come la grotta di Porcinara e la Grotta del Diavolo entrambe raggiungibili da terra. Santa Maria di Leuca offre un mare incontaminato ed un panorama mozzafiato. Castello di Trani: la Puglia è una regione che offre molti castelli siti nelle zone più varie. Uno di questi è il castello di Trani costruito per volere di Federico II nel 1233. Ha una pianta quadrangolare con una torre ad ogni spigolo e possiede una cinta di mura possente realizzata nel 1249 da Romualdo Calabrese.

Gastronomia e Vini: Gli ingredienti principali della cucina tipica pugliese sono rappresentanti di una gastronomia semplice e genuina: pasta, olio e vino. Il piatto tipico che rappresenta in tutto il mondo questa regione sono sicuramente le orecchiette alle cime di rapa e acciughe, pasta fatta in casa a forma di conchiglietta con condimento tipico. Tra i primi vi sono anche i maccheroni al ruta, una speciale minestra di fave; tra i secondi involtini di agnello, lo scapece di Gallipoli (frittura di pupiddi, pesciolini molto saporiti, marinati con aceto e zafferano), le cozze arrancate (cotte al forno con pomodoro, origano, aglio, prezzemolo e vino bianco). Tra i dolci segnaliamo le carteddate (dolcetti in pasta sfoglia con miele e cannella e la cicerchiata (a base di mandorle, cioccolato e cannella). Tra i vini ci sono il Barletta, il Manduria e lo Squinzano tra i rossi ed il Sansevero tra i bianchi.