Please, enable JavaScript on your browser
sondrio - escursioni punti di interesse attrazioni a sondrio, italy
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  SONDRIO


SONDRIO

Escursioni, punti di interesse e attrazioni vicini a SONDRIO, ITALY Carona Chiesa in Valmalenco Foppolo

VAL DI MELLO

VAL DI MELLO  Apri
Loc. VAL MASINO - LOMBARDIA  Navigatore
23 Km da SONDRIO
  Area Chiesa in Valmalenco, Sondrio, Foppolo
La vasta area protetta che si estende sul territorio del Comune di Val Masino, dal paese di San Martino (923 m s.l.m.) sino alle pendici del monte Disgrazia (m 3678), e' divisa in tre distinte fasce di rispetto a seconda del grado di difesa del territorio; una riserva naturale integrale (con la massima tutela), una riserva naturale orientata e una riserva naturale parziale di interesse paesistico sul fondovalle. L'istituzione della Riserva ha quale scopo la tutela delle caratteristiche naturali e paesaggistiche, la protezione e la conservazione integrale della natura, della flora e della fauna. Splendido paradiso naturale, la Val di Mello e' la meta preferita da rocciatori e amanti del bouldering (arrampicata sui massi ) che puo' essere praticato sia sui massi erratici del fondovalle sia sulle verticali pareti granitiche dei suoi versanti, ma e' anche luogo di piacevoli e distensive passeggiate alla scoperta di una Valle capace di sorprendere con le sue vette che sembrano disegnate da abili mani, acque limpide e trasparenti, prati verdi e casupole in pietra che spuntano qua e la' mimetizzate con l'ambiente circostante al punto che sembrano anch'esse parte di quella natura selvaggia e affascinante. La Val di Mello attraversata, in alta quota, dal sentiero Roma e' considerata una delle zone piu' suggestive dell'arco alpino ed e' al vaglio la possibilita' di avviare il processo di gemellaggio, per la somiglianza geologica, con il Parco Naturale statunitense dello Yosemite, il primo parco al mondo ad esser stato istituito (1873). Per informazioni: Ufficio Turistico Val Masino Tel. +39 0342641117 - info@valmasino-online.e

FORMAI DE MUT DELL'ALTA VALLE BREMBANA D.O.P.

FORMAI DE MUT DELL'ALTA VALLE BREMBANA D.O.P.  Apri
Loc. FOPPOLO BG, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
17 Km da SONDRIO
  Area Carona, Gromo, Sondrio
  Brochure PDF
Origini e area di produzione Nel dialetto della Val Brembana Formai del mut significa formaggio del monte o dell'alpeggio. Difficile e' trovarlo all'esterno della zona di produzione a causa della limitata produzione (poche migliaia di quintali). Il segreto del sapore di questo formaggio sta nella ricchezza dei pascoli alpini dove vengono allevate da molti secoli le vacche di razza Bruna. Tutte le forme sono marchiate a cura del Consorzio di tutela. Area di produzione: 21 Comuni dell'Alta Val Brembana (BG). La Denominazione di Origine Protetta e' stata riconosciuta il 12 giugno 1996. Formai de Mut DOP Formai de Mut DOP (www.formaidemut.info) Caratteristiche e fasi di produzione Il latte, ne servono circa 10 litri per produrre un chilo di formaggio, viene lavorato subito dopo la mungitura del mattino e della sera. Versato in grosse caldaie di rame (3-4.000 litri), viene portato, spesso ancora oggi su fuoco di legna, alla temperatura di 35-37° C e addizionato con il caglio. Seguono le tradizionali fasi di rottura della cagliata, cottura, spinatura, ecc. L'estrazione della cagliata avviene con particolari teli filtranti (le pate) e ad essa segue la messa in forma nei tipici stampi circolari in legno detti localmente fassere. Anche la pressatura e' fatta in modo artigianale. Negli alpeggi la salatura e' fatta tradizionalmente a secco distribuendo a giorni alterni sale marino sulle due facciate per otto giorni di seguito (si hanno cosi' quattro salature per facciata). La maturazione dura almeno 40-45 giorni per il formaggio da consumarsi fresco, ma puo' superare abbondantemente anche i sei mesi. I luoghi utilizzati sono, oltre alle tradizionali casere d'alpe, appositi locali di fondo valle anch'essi caratterizzati da precise condizioni di temperatura e umidita'. Lievi differenze nella tecnica di lavorazione sono presenti nel Formai del mut prodotto durante l'inverno dai piccoli caseifici locali. In questo caso parte del latte viene infatti utilizzato dopo una parziale scrematura e la salatura avviene in salamoia. Le forme di Formai del mut sono cilindriche (30-40 cm di diametro) e pesano da 8 a 12 kg. La crosta e' sottile, giallo paglierino nei formaggi giovani e tendente al grigio in quelli stagionati. La pasta color avorio e' compatta, elastica con una occhiatura diffusa a occhio di pernice. Il sapore e' delicato e conserva la fragranza delle erbe di montagna che gli conferiscono un caratteristico aroma. Tipo di formaggio: a pasta giallo paglierino con occhiatura

GROMO

GROMO  Apri
Loc. GROMO BERGAMO, ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
23 Km da SONDRIO
  Area Carona, Foppolo, Lovere
Gromo e' un singolare esempio di borgo fortificato in montagna e conservato quasi integralmente. Deriva il suo nome da 'groeum' che significa grumo di roccia, grande protuberanza emergente nel paesaggio. Il borgo di Gromo infatti si eleva, alto sul corso del fiume Serio, abbarbicato sulla sommita' di un enorme masso che sembra sbarrare la valle, proteso e protetto dai massicci del monte Redorta a nord e del monte Secco a sud. Ha origini precedenti al X secolo e, soprattutto, tra il XV e il XVIII secolo fu uno dei centri piu' famosi per la produzione di armi bianche e di armature. Gli edifici antichi, soprattutto quelli che sorgono nel centro storico, testimoniano un passato prestigioso e conservano le matrici di un'architettura evoluta e ricercata. Durante il Medioevo era soprannominato la piccola Toledo essendo dotata di numerose fucine, che ne facevano un centro molto importante per la lavorazione del ferro e la conseguente realizzazione di armi, scudi e corazze

FORMAGGIO VALTELLINA CASERA DOP

FORMAGGIO VALTELLINA CASERA DOP  Apri
Loc. SONDRIO SO, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
<1 Km da SONDRIO
Altitudine: 297 mt. s.l.m.  Area Carona, Chiesa in Valmalenco, Foppolo
  Brochure PDF
Il Valtellina Casera rappresenta un'esponente della tradizione casearia valtellinese, la cui produzione si effettuava solo nei mesi invernali, poiche' in estate la lavorazione era concentrata negli alpeggi. Oggi e' diventato il formaggio piu' diffuso e tipico prodotto nella provincia di Sondrio, ottenendo la Denominazione di Origine Protetta. L'utilizzo del latte parzialmente scremato consente di destinare la panna alla realizzazione del burro, senza pero' togliere il sapore dolce e l'aroma caratteristico, che diventa piu' deciso con il protrarsi della stagionatura. La nostra produzione di Valtellina Casera si avvale interamente di latte proveniente dalle bovine di razza Bruna Italiana nate e allevate in azienda. Il Valtellina Casera DOP viene prodotto tutto l'anno e' l'ingrediente fondamentale per la preparazione del piatto principe della tradizione: I Pizzocheri Valtellinesi

LA FERROVIA RETICA

LA FERROVIA RETICA  Apri
Loc. PIAZZA STAZIONE, TIRANO SO, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
26 Km da SONDRIO
  Area Aprica, Capo di ponte, Sondrio
  Brochure PDF
Vivete l'emozione di una delle tratte di valico piu' spettacolari dell'intero arco alpino: La linea Albula/Bernina, che mette in comunicazione il nord e il sud d'Europa. Il viaggio in carrozza panoramica a bordo del Bernina Express, dai ghiacciai alle palme, e' un'esperienza unica. Il modo piu' avvincente di scoprire le Alpi. Dal paradiso delle palme dell'Italia fino ai ghiacciai scintillanti di alta montagna. Il Bernina Express, quale tratta ferroviaria piu' alta delle Alpi, collega il Sud ed il Nord dell'Europa, in un modo a dir poco spettacolare. La tratta ferroviaria si inserisce armoniosamente nel grandioso paesaggio montano. 55 gallerie, 196 viadotti e pendenze fino al 70 per mille che il trenino rosso supera con nonchalance & e senza cremagliera & sino all'Ospizio Bernina, a quota 2 253 metri. Qui natura e cultura si fondono in un tutt'uno, per dar vita al piu' affascinante dei viaggi di scoperta delle Alpi! La tratta fra Thusis e Tirano fa parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanita' UNESCO & un sigillo di qualita'

FORMAGGIO BITTO DOP

FORMAGGIO BITTO DOP  Apri
Loc. SONDRIO SO, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
<1 Km da SONDRIO
Altitudine: 297 mt. s.l.m.  Area Carona, Chiesa in Valmalenco, Foppolo
  Brochure PDF
Il nome Bitto viene fatto risalire al celtico 'bitu', che significa perenne. Questo formaggio puo' essere prodotto soltanto durante la stagione estiva, nei pascoli di alta quota, poiche' le sue caratteristiche organolettiche dipendono dalla qualita' delle erbe consumate dalle mucche, che variano da alpeggio ad alpeggio. Il Bitto viene prodotto esclusivamente con latte vaccino intero ottenuto da razze tradizionali della zona a cui puo' essere aggiunto latte caprino in misura non superiore al 10%.Il Bitto presenta forma cilindrica, regolare, con superfici piane e con uno scalzo concavo a spigoli vivi. Il Bitto e' il piu' conosciuto dei formaggi DOP valtellinesi, dal gusto e dal sapore inconfondibili e intensamente aromatici. Sin dai primi mesi di stagionatura, il Bitto DOP si contraddistingue per il suo gusto dolce e aromatico, piu' pronunciato se prodotto con l'aggiunta di latte caprino. Il lento affinamento consente al suo sapore di diventare ancor piu' vivace e intenso. Il Bitto e' un formaggio da meditazione, la pasta alla masticazione e' friabile e solubilissima, il sapore deciso lascia dei sentori di frutta secca, nocciola, noce, burro, di fieno e di fiori secchi. Per gustarlo occorre portare il formaggio a temperatura, masticarlo con cura e lasciare che il suo gusto ci avvolga

BRESAOLA DELLA VALTELLINA

BRESAOLA DELLA VALTELLINA  Apri
Loc. SONDRIO SO, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
<1 Km da SONDRIO
  Area Carona, Chiesa in Valmalenco, Foppolo
  Brochure PDF
Dal 1996 la vera Bresaola della Valtellina e' garantita dal marchio comunitario di Indicazione Geografica Protetta, utilizzato esclusivamente dai produttori certificati della Provincia di Sondrio, che si attengono al rigoroso Disciplinare di Produzione. Il Consorzio di tutela Bresaola della Valtellina, garantisce la provenienza di questo raffinato prodotto, ne promuove l'immagine e lo salvaguardia da imitazioni e contraffazioni. Bresaola della Valtellina IGP: buona, leggera, originale

PARCO DEL BERNINA, DEL DISGRAZIA, DELLA VAL MASINO E DELLA VAL CODERA

PARCO DEL BERNINA, DEL DISGRAZIA, DELLA VAL MASINO E DELLA VAL CODERA  Apri
Loc. CHIESA IN VALMALENCO - LOMBARDIA  Navigatore
16 Km da SONDRIO
  Area Val Masino, Sondrio, Foppolo
Il Parco e' costituito dal sistema orografico piu' imponente delle Alpi Retiche lombarde, che si innalza fino ai 4050 m di altitudine del Pizzo Bernina e annovera le cime piu' elevate delle Alpi centrali. Il territorio comprende suggestive vallate alpine, ancora intatte come la Val di Mello e la Val Codera, di rilevante valore naturalistico e paesaggistico, dove persistono caratteri insediativi antropici tradizionali, meritevoli di tutela. La ricchezza di ambienti naturali diversificati, dalle aree rupicole alle vallate boscose, garantisce la presenza di un ricco patrimonio faunistico

LOVERE

LOVERE  Apri
Loc. LOVERE - LOMBARDIA  Navigatore
43 Km da SONDRIO
  Area Monte isola, Predore, Tavernola bergamasca
La storia di Lovere e' ricchissima di avvenimenti, vista la sua posizione strategica che lo colloca tra l'alto Sebino e l'imbocco della val Cavallina per i collegamenti via terra, ed all'estremita' nord del lago d'Iseo per i trasporti via acqua. I primi insediamenti accertati risalgono ad un periodo compreso tra il V ed il III secolo a.C., come testimoniato dalla presenza di un nucleo abitativo di origine celtica posto in una posizione strategica, tutt'ora chiamato Castelliere. Si tratta comunque di un paese a vocazione industriale che tuttavia, negli ultimi anni, ha saputo riscoprire una propria ottima vocazione turistica. Provenendo da nord e proseguendo a piedi per un tratto di lungolago fino all'altezza di via XX Settembre, in salita si giunge fino alla basilica di S.Maria Assunta in Valvendra, con l'alta abside poligonale rivolta verso il lago e con l'ingresso rivolto sul lato opposto, su quella che un tempo era la via di comunicazione verso la Valle Camonica. L'interno della chiesa, a tre navate, si presenta maestoso e sulla sinistra e' situata una serie di cappelle con affreschi quattrocenteschi e barocchi. E' possibile, indifferentemente, proseguire lungo via S.Maria, verso il centro medievale, fino a via Gramsci e via Matteotti, incontrando le torri medievali: la torre detta 'la Zucca' (XIII sec.) sotto la romanica chiesa di S.Giorgio, la torre Civica (XII sec.) e la torre degli Alghisi (XIII sec.). Oppure c'e' la possibilita' di tornare sul lungolago, fino all'ampia piazza 13 Martiri, dove si trova anche l'imbarcadero. Da qui, percorrendo ancora un tratto del moderno lungolago, si scorge sulla destra il palazzo dell'accademia Tadini. L'Accademia di Belle Arti Tadini ha sede nel magnifico palazzo posto ...

GOLF CLUB: APRICA ASD

GOLF CLUB: APRICA ASD  Apri
Loc. CORSO ROMA, 150, APRICA SONDRIO, ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
24 Km da SONDRIO
  Area Tirano, Capo di ponte, Sondrio
  Brochure PDF
La sfida di Golf sulle nevi della Magnolta a 2000 metri. L'APRICA OROBIE GOLF CLUB e' situato ad un'altitudine di circa m. 1.200 s.l.m., nella splendida cornice naturale delle Alpi Orobie Valtellinesi, e' il luogo ideale per imparare e migliorare il gioco del golf in un ambiente suggestivo e famigliare. Il campo pratica, il putting green e le tre buche del campo in fase di ultimazione, affacciate su una balconata circondata da incantevoli boschi di montagna, dominano il paese e la vallata. La SCUOLA GOLF organizza corsi per ragazzi e adulti, il tutto all'insegna del vivere la NATURA e il GOLF. La vicinanza con altri campi da Golf situati in provincia di Sondrio, Brescia, Lecco, Como e in Svizzera fa dell'Aprica il centro naturale del Tuo Golf

ST. MORITZ

ST. MORITZ  Apri
Loc. ST. MORITZ, SWITZERLAND - GRAUBÜNDEN/GRISCHUN  Navigatore
37 Km da SONDRIO
  Area Chiesa in Valmalenco, Val Masino, Sondrio

St Moritz (San Murezzan in Romansch) is where the wealthy come to enjoy their riches. With its smugly perfect lake and aloof mountains, the town also looks a million dollars. Those still waiting to make their first billion usually stay around the lake in St Moritz Bad. Visitors can enjoy a huge variety of winter and summer sports. There is diverse downhill, plus cross-country skiing. Health treatments are also part of the package. After all, those wealthy boys and girls want to be around as long as possible to keep spending all that lovely lolly

FORMAGGIO TALEGGIO DOP

FORMAGGIO TALEGGIO DOP  Apri
Loc. OLDA - LOMBARDIA  Navigatore
41 Km da SONDRIO
  Area Galbiate, Cisano Bergamasco, Civate
  Brochure PDF
Il Taleggio e' un formaggio di origini antichissime, forse anteriori al X secolo. Documenti risalenti al 1200 fanno riferimento ai commerci e agli scambi di cui era oggetto il Taleggio, insieme ad altri formaggi. La zona d'origine e' la Val Taleggio, da cui deriva il nome del formaggio, in provincia di Bergamo. I valligiani avendo l'esigenza di conservare il latte eccedente il consumo diretto, iniziarono a produrre del formaggio che, una volta stagionato in grotte o casere di vallata, poteva essere scambiato con altri prodotti o commercializzato. Crescendo sempre piu' il consumo di Taleggio, la produzione si e' progressivamente estesa nella pianura Padana, dove hanno cominciato ad operare molti caseifici, generalmente di piccole e medie dimensioni, i quali sono riusciti ad equilibrare la tecnologia produttiva tradizionale, mantenutasi sostanzialmente la medesima, con le innovazioni tecnologiche susseguitesi in quasi mille anni di storia. Oggi la zona di produzione e di stagionatura del Taleggio e' la Lombardia (nelle provincie di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Pavia), il Piemonte (provincia di Novara) e il Veneto (provincia di Treviso). Ogni forma di Taleggio pesa da 1,7 a 2,2 kg, secondo le condizioni tecniche di produzione. Le forme sono parallelepipede quadrangolari, con lati di 18-20 cm e scalzo diritto alto 4-7 cm. La crosta e' sottile, di consistenza morbida e di colore rosato naturale, con presenza di muffe caratteristiche color grigio e verde - salvia chiaro. La pasta e' uniforme e compatta, piu' morbida sotto la crosta e a fine stagionatura, piu' friabile al centro della forma. Il colore della pasta varia da bianco a paglierino, con qualche piccolissima occhiatura. Il sapore e' dolce, con lievissima vena acidula, leggermente aromatico, alle volte con retrogusto tartufato; l'odore e' caratteristico

PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE

PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE  Apri
Loc. PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE, VIALE LIBERTA', 21, ALBINO BG, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
13 Km da SONDRIO
  Area Gromo, Foppolo, Sondrio
Parco montano forestale Comprende il versante bergamasco della catena orobica, caratterizzato da rilievi tra i 2000 e i 3000 metri di altitudine e da profonde incisioni vallive che alimentano i pricipali fiumi bergamaschi. I boschi rappresentano, per estensione e ricchezza, uno degli aspetti piu' pregiati del parco e comprendono, lungo le diverse fasce altitudinali, le faggete, i boschi di abete rosso e bianco, i lariceti, le praterie e i pascoli d'alta quota, fino alla zona rupicola e nivale. Notevole la presenza della caratteristica fauna alpina, anche con specie di particolare pregio, come la pernice bianca e l'aquila reale. Di recente reintroduzione lo stambecco

PARCO REGIONALE DELL'ADAMELLO

PARCO REGIONALE DELL'ADAMELLO  Apri
Loc. UFFICI PARCO DELL'ADAMELLO, PIAZZA FILIPPO TASSARA, 3, BRENO BS, ITALIA - LOMBARDIA  Navigatore
44 Km da SONDRIO
  Area Capo di ponte, Aprica, Lovere
Un Parco nel cuore delle Alpi Il Parco Adamello, situato nel cuore delle Alpi Retiche, si estende per 510 Kmq sul versante sinistro orografico della Valle Camonica, nella porzione nord-orientale della Provincia di Brescia. Sui numerosi sentieri attrezzati che attraversano il Parco (tra cui il ben noto Sentiero n° 1) il paesaggio altoalpino si mostra in tutta la sua spettacolarita'. Numerosi e altrettanto suggestivi sono pure gli itinerari per escursioni meno impegnative a piedi, cavallo o mountain-bike, all'interno delle piu' belle vallate dell'area protetta. L'ambiente naturale del Parco Adamello si distingue per l'eccezionale ricchezza floristica e vegetazionale, con una sensibile presenza di specie rare ed endemiche oltre che per la fauna, tipicamente alpina (caprioli, cervi, camosci, stambecchi, ecc)

PARCO NAZIONALE INCISIONI RUPESTRI

PARCO NAZIONALE INCISIONI RUPESTRI  Apri
Loc. CAPO DI PONTE BRESCIA, ITALY - LOMBARDIA  Navigatore
44 Km da SONDRIO
  Area Breno, Aprica, Tirano
  Brochure PDF
Il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, a Capo di Ponte (BS) in localita' Naquane, fu il primo parco istituito in Valle Camonica nel 1955. Si estende per oltre 14 ettari sul versante idrografico sinistro del fiume Oglio, tra i 400 e i 600 metri slm, e comprende uno dei piu' importanti complessi di rocce incise nell'ambito del sito del Patrimonio Mondiale UNESCO n. 94 'Arte Rupestre della Valle Camonica'. Al suo interno, in un ambiente naturale dominato da castagni, abeti, betulle e carpini, attraversato dall'antico percorso di collegamento tra Paspardo e Nadro, e' possibile ammirare 104 rocce con incisioni. Su queste ampie superfici, di arenaria permiana di colore grigio-violaceo (Verrucano Lombardo), levigate e montonate dall'azione dei ghiacciai, gli antichi abitanti della Valle incisero immagini, reali e simboliche, tratte dalla loro vita quotidiana e dal loro mondo spirituale. Le incisioni erano ottenute picchiettando la superficie con un percussore litico (tecnica della martellina) o, piu' raramente, incidendola con uno strumento a punta (incisioni filiformi). La cronologia delle istoriazioni presenti a Naquane va dal Neolitico (IV millennio a.C.) all'eta' del Ferro (I millennio a.C.), epoca di particolare fioritura del fenomeno, quando la Valle era abitata dagli antichi Camunni. Non mancano incisioni di eta' storica, romana e moderna. Sondaggi archeologici condotti all'interno del Parco hanno portato alla luce tracce di frequentazione del tardo Neolitico-eta' del Rame (III millennio a.C.). A poche centinaia di metri a Nord del Parco, su un rilievo, si estende l'importante abitato di Dos dell'Arca, fondato nel Neolitico e perdurato fino all'avanzata eta' del Ferro

BIENNO

BIENNO  Apri
Loc. BRENO - LOMBARDIA  Navigatore
43 Km da SONDRIO
  Area Capo di ponte, Lovere, Aprica
L'antico borgo di Bienno sorge su una delle colline dominate dal Dosso del Cerreto e ancora oggi conserva in modo quasi del tutto integro la struttura urbanistica medievale del centro storico. Il comune e' attraversato dal torrente Grigna le cui acque, incanalate nel Vaso Re', forniscono oggi come nel passato l'energia necessaria alla ruote idrauliche per azionare i pesanti magli delle fucine e le macine del mulino. Le ricchezze prodotte dall'arte della ferrarezza hanno permesso lo sviluppo delle architetture dal medioevo al XVIII secolo, abbellite dal lavoro e dalla maestria anche di famosi artisti ed artigiani, tra i quali spiccano il Romanino ed il Da Cemmo che con i loro affreschi hanno ornato la Chiesa di Santa Maria.

Escursioni e attrazioni in LOMBARDIA vicino a SONDRIO, ITALY Carona Chiesa in Valmalenco Foppolo: 'VAL DI MELLO'   'FORMAI DE MUT DELL'ALTA VALLE BREMBANA D.O.P.'   'GROMO'   'FORMAGGIO VALTELLINA CASERA DOP'   'LA FERROVIA RETICA'   'FORMAGGIO BITTO DOP'   'BRESAOLA DELLA VALTELLINA'   'PARCO DEL BERNINA, DEL DISGRAZIA, DELLA VAL MASINO E DELLA VAL CODERA'   'LOVERE'   'GOLF CLUB: APRICA ASD'   'ST. MORITZ'   'FORMAGGIO TALEGGIO DOP'   'PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE'   'PARCO REGIONALE DELL'ADAMELLO'   'PARCO NAZIONALE INCISIONI RUPESTRI'   'BIENNO'  

LOMBARDIA


La regione era abitata già nei periodi paleolitico e neolitico. Nel III a.C. venne assediata dai Galli a cui seguì la conquista da parte dei Romani nel 222 a.C. Nel sec. VI fu occupata dai Longobardi che la nominarono Longobardia che divenne in seguito Lombardia. La Lombardia è una delle regioni italiane più estese. Situata all'estremità settentrionale della penisola, confina con la Confederazione Elvetica. Il suo territorio, che si estende dalle Alpi alla bassa Pianura Padana, dà vita a una vasta gamma di paesaggi. Di singolare fascino è lo scenario della catena alpina con la Valchiavenna, la Valtellina e la Valcamonica. Agli appassionati di sport invernali, la Lombardia propone impianti e attrezzature moderne nelle frequentatissime località del Tonale, Bormio, Livigno e Madesimo. Altro panorama caratteristico della regione è offerto dalle distese di colline tra cui spicca l'area di Franciacorta, famosa per i vigneti e la produzione di vino. E poi, il fascino dei grandi laghi. Il versante occidentale del lago di Garda, con Sirmione e altre rinomate località, è una meta turistica di forte richiamo; di estrema bellezza sono anche il Lago di Como e il Lago Maggiore, circondato da ville nobiliari, parchi e incantevoli borghi. Tipiche della regione sono le grandi distese pianeggianti della bassa Pianura Padana coperte da specchi d'acqua e coltivate a risaie: è il paesaggio tipico della Lomellina, la terra delle mondine, ricca di folclore e tradizioni. Favorita dalla particolare posizione geografica e dalle risorse del suolo, la Lombardia è una terra particolarmente ricca dove natura, storia, arte e cultura si fondono armoniosamente con innovazione, tecnologia, moda, divertimento, modernità.

Da Vedere: Il Parco Nazionale dello Stelvio: Il Parco Nazionale dello Stelvio offre un'atmosfera rilassante, fatta di silenzi, odori e ampi spazi. Gli esemplari che trovano l'habitat ideale nel parco sono cervi, caprioli, camosci e stambecchi. Troviamo anche volpi, scoiattoli, galli cedroni ed aquile. Le principali specie floristiche del parco si possono visitare nel giardino botanico 'Rezia' a Bormio. La zona dei laghi: La Lombardia è famosa per avere la più vasta aria ricoperta da zone lacustri fra cui ricordiamo il Lago Maggiore con le bellissime Isole Borromee ; quello di Como che comprende le province di Como e Lecco ad ha alle proprie sponde paesini caratteristici come Cernobbio, Moltrasio e Menaggio; quello di Garda che comprende la cittadina termale di Sirmione ed altre località turistiche come Desenzano; il Lago d'Iseo che comprende la zona della Franciacorta famosa per il vini che vi si producono. Le città d'arte: Oltre ai capoluoghi di Provincia, la regione offre molte città d'arte degne di essere visitate. Fra queste consigliamo Monza che conserva un bellissimo centro storico e l'imponente Palazzo Reale. Si consiglia una visita allo splendido parco all'interno del quale si trova il famoso autodromo. Degna di visita è anche a Salò nel bresciano. La cittadina già esistente in epoca romana ebbe un ruolo importante durante il governo della Serenissima. Sono i Veneziani ad aver costruito le maggiori opere fra cui il Palazzo della Magnifica Patria del 1524 e il Fantoni del &400.Da visitare anche il Duomo. La Lombardia ha una vasta offerta di località sciistiche, basti pensare alla Valsassina ed alla Valtellina con le rinomate località turistiche di Livigno e Madesimo per citarne alcune. Fra le cittadine termali, oltre a Sirmione, segnaliamo anche Salice Terme in provincia di Pavia che conserva ancora edifici in stile liberty ; Boario Terme non lontano dal lago d'Iseo e Trescore Balneareo in provincia di Bergamo.

Gastronomia e Vini: Parlare di un'unica cultura gastronomica lombarda è praticamente impossibile in quanto le varie zone hanno subito le influenze delle regioni a loro confinanti e dei popoli che le hanno di volta in volta conquistate. Le ricette che comunque più richiamano alla regione lombarda sono il famoso 'risotto alla milanese' fatto con zafferano e brodo di carne e la cotoletta alla milanese. Si ricordano anche i buonissimi ravioli di zucca del mantovano e i pizzoccheri valtellinesi. Sempre dalla Valtellina proviene, fra gli altri salumi, la bresaola. Fra i dolci il più tipico è certamente il panettone natalizio, ma ha origini lombarde anche la colomba pasquale. Un'altra specialità è la torta sbrisolona di Mantova. I vini lombardi sono molto vari e adatti alle diverse pietanze. I più rinomati sono quelli provenienti dalla Valtellina come il Nebbiolo, ma sono famosi anche quelli della Franciacorta e dell'Oltrepò Pavese.