Please, enable JavaScript on your browser
del cavaliere - eventi manifestazioni sagre a centobuchi

 ALBERGO HOTEL DEL CAVALIERE

ALBERGO HOTEL
DEL CAVALIERE

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a CENTOBUCHI Colonnella San Benedetto del Tronto Corropoli

JISCE SOLE

JISCE SOLE  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. PINETO TE, ITALIA - ABRUZZO  Navigatore
37 Km da DEL CAVALIERE
Altitudine: 6 mt. s.l.m.  Area Pineto, Atri, Roseto degli Abruzzi
Il borgo antico, durante le serate, sara' animato dalla quadriglia, tra canti, suoni e balli della tradizione, manifestazione legata ad i rituali del solstizio d'estate, organizzata dall'Associazione Culturale Mutignano. Si svolgera' a Mutignano (centro storico di Pineto). Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTIVAL DELLO STREET FOOD

FESTIVAL DELLO STREET FOOD  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. TERAMO TE, ITALIA - ABRUZZO  Navigatore
30 Km da DEL CAVALIERE
Altitudine: 279 mt. s.l.m.  Area Teramo, Campli, Cermignano
Continua il seguitissimo tour itinerante delle eccellenze gastronomiche proposte da 'Street Food Time'. Dopo il grande successo dell'appuntamento dell'Aquila, il prossimo weekend sara' la volta di Teramo che ospitera' in piazza Martiri della Liberta' il festival stuzzicante, appetitoso e succulento, in cui il 'savoir faire' italiano sposa la cultura del prodotto, della terra e della storia. Tradizione e varieta' degli alimenti sara', anche nel prossimo appuntamento previsto dal 17 al 19 giugno, il binomio perfetto dell'evento che vedra' come protagonisti mezzi di tutte le forme e le stazze, provenienti da ogni regione d'Italia, capaci di soddisfare le esigenze culinarie piu' disparate, dall'aperitivo al dolce passando per primi piatti, secondi, contorni, formaggi e dolci. Perche', come spiegano Barbara Lunelli e Manolo Demenego della Blunel, organizzatori dell'evento, patrocinato dalla Regione Abruzzo, dal Comune di Teramo e da Teramo Ambiente Spa, 'i produttori di cibo di strada sono artigiani che esprimono appieno i valori dell'Italia piu' vera e autentica. I concetti di fast, cheap, gourmet, design e spirito on the road si incontrano nelle vere e proprie cucine itineranti e offrono ai buongustai un'esperienza gastronomica unica, assolutamente innovativa e in linea con uno stile di vita giovanile e al passo coi tempi'. food23 postazioni occupate da carretti, apette, roulotte degli anni &60 e camioncini vintage daranno vita a tre giornate davvero gourmet durante le quali i visitatori potranno sperimentare 100 proposte culinarie di ogni sorta, disponibili per ogni pasto: colazione, pranzo, merenda, aperitivo e cena fino allo spuntino della mezzanotte. I fornelli si accenderanno sin dalle undici del mattino (tranne per il primo giorno che prevede l'inaugurazione alle ore 18.00) e si spegneranno a tarda notte. L'ingresso alla manifestazione e' gratuito. Tra le proposte culinarie spiccano: & Trentino Alto Adige: Tiramisu' espresso, mousse espressa, frittelle di mele, rose di mele, centrifugati e frullati di frutta fresca & Emilia Romagna: Gnocco Fritto farcito con culatello, prosciutto di Parma e mortadella Bolognese, tortelli alle erbette, bombette parmigiane, spalla cotta & Toscana: Hamburger di chianina e cinta senese & Roma: 'Cacio and Pepe', 'Gricia' & Lazio: 'Tiella di Gaeta', pasta e ceci in crosta di pane & Umbria: Focaccia cotta al momento farcita con norcineria umbra al coltello, degustazione di salumi norcini & Marche: Olive ascolane, cartocci di pesce fritto, hamburger di pesce, polpette di pesce & Abruzzo: 'Arrosticini', bruschette, maiale sfilacciato con pomodorini pugliesi e salsa piccante & Molise: Hamburger di Scottona & Puglia: Striscette di carne di cavallo con stracciatella di Andria e pomodori secchi pugliesi, 'bombette di Cisternino', panino col polpo e vincotto di fichi, 'pettole', cartoccio di polpettine di pane di Altamura con canestrato pugliese e salamella artigianale, panino con salsiccia pugliese a punta di coltello con crema di olive celline e caciocavallo & Salento: Patata novella di Galatina al vin cotto balsamico, Capocollo di Martina Franca presidio Slow Food, 'pittule' & Sicilia: 'Pani ca meusa', 'pane e panelle', cassatine, cannoli siciliani & Argentina: Angus alla brace & Stati Uniti: Hamburger e barbeque americano & Sud America: Churros con dulce de leche. Il tutto sara' accompagnato dalle birre rigorosamente artigianali di 6 birrifici abruzzesi (Birrificio Maiella, Birrificio Opperbacco, Birrificio Anbra, Birrificio La Fortezza, Birrificio Terre D'Acquaviva, Birrificio Mad Hopper) e i vini bianchi, rossi e rosati della Fattoria La Valentina. E poi ancora musica e intrattenimento per i piu' piccoli. Insomma 'Street Food Time' e' un mondo tutto da scoprire e da preservare, in cui viaggiare per conoscere. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO A TERAMO

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO A TERAMO  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. TERAMO TE, ITALIA - ABRUZZO  Navigatore
30 Km da DEL CAVALIERE
Altitudine: 279 mt. s.l.m.  Area Teramo, Campli, Cermignano
Lunedi' 20 giugno 2017 ricorre la Giornata mondiale del rifugiato. Domus Caritatis e Senis Hospes hanno organizzato un convegno sull'immigrazione e sull'accoglienza. Al termine dei lavori la Croce Rossa, in collaborazione con i rifugiati degli SPRAR di Teramo e Roseto, offrira' una cena multietnica: 'Il cibo e' la prima forma di integrazione'. Le cooperative sociali Domus Caritatis e Senis Hospes, supportate dall'Associazione dei giovani psicologi abruzzesi, hanno organizzato un convegno incentrato sui temi dell'immigrazione e dell'accoglienza. A ospitare l'evento sara' la sala riunioni del Convento Madonna delle Grazie di Teramo. Al termine dei lavori si svolgera' la cena solidale 'Emozioni a tavola' promossa dalla Croce Rossa di Teramo in collaborazione con i rifugiati dei centri SPRAR di Teramo e Roseto degli Abruzzi. Tale appuntamento ha lo scopo di promuovere il cibo come mezzo d'integrazione e di confronto e come strumento per la (ri)costruzione dell' identita' culturale. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DELLE VIRTU

SAGRA DELLE VIRTU  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. TERAMO, ITALY - ABRUZZO  Navigatore
31 Km da DEL CAVALIERE
  Area Campli, Cermignano, Ripe
Un tempo pietanza prettamente casalinga, la Virtu' di Teramo, oggi e' scesa in piazza, nei ristoranti e nei vari locali, festeggiata come patrimonio culturale della citta'. Le origini di questo piatto sono remote e il nome stesso rievoca in se' tradizioni, storia, cultura, fantasia: secondo la leggenda, sette giovani bellissime ragazze virtuose determinarono la scelta degli ingredienti stessi del piatto, in una gara in cui misero in pentola le proprie virtu', simboleggiate da un ingrediente. Virtuose nella saggezza e nella pazienza furono inoltre le massaie che crearono e definirono questa saporita ricetta: infatti le Virtu' sono minestre che richiedono una lunga e lenta preparazione per realizzare quel sapore prezioso ed inconfondibile della ricetta originale. L'anima di questo piatto e' un crogiolo di sapori e saperi che rasentano l'alchimia. Pensate ai numeri 7 e 3 che ricorrono insistentemente nella ricetta: sette odori freschi, sette verdure fresche, sette primizie dell'orto, sette legumi secchi, sette tipi di pasta fresca e sette di pasta secca; e poi tre spezie e tre qualita' di carni di maiale, amalgamati a queste anche uova, olio, burro, parmigiano, farina. Gli ingredienti delle Virtu' richiamano e sintetizzano in un'unica pietanza i sapori e i prodotti della terra abruzzese di questa stagione, quelli conservati nelle madie lungo l'inverno e le primizie primaverili. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. ASCOLI PICENO - MARCHE  Navigatore
25 Km da DEL CAVALIERE
  Area Ripe, Civitella del Tronto, Montedinove
Da qualche anno Ascoli Piceno, terra d'origine della famosa oliva ascolana, diventa anche capitale della frittura, in particolare del Fritto Misto all'Italiana, accogliendo un pubblico vastissimo, goloso e curioso. La kermesse prevede degustazione di specialita' fritte secondo ricette provenienti da ogni regione d'Italia, attivita' didattiche e ludiche per i piccoli ospiti, area espositiva sul fritto e curiosita' annesse, oltre a convegni tematici sul prodotto per eccellenza, l'oliva tenera ascolana Dop. Accanto al fritto non puo' mancare il vino o la birra, con Lezioni da Bere, dimostrazioni e curiosita' sugli abbinamenti con i prodotti fritti. La manifestazione permette di conoscere e attraversare, in nome del fritto, tutte le regioni d'Italia, incontrando grandi eccellenze gastronomiche del Bel Paese, dall'oliva tenera ascolana al cannolo siciliano alle paste cresciute napoletane alle seadas sarde. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni MARCHE vicino a CENTOBUCHI Colonnella San Benedetto del Tronto Corropoli: 'JISCE SOLE'   'FESTIVAL DELLO STREET FOOD'   'GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO A TERAMO'   'SAGRA DELLE VIRTU'   'FRITTO MISTO ALL'ITALIANA'  

MARCHE


Il nome della regione (diventato plurale solo dal 1815) deriva dalla parola tedesca Mark che significa regione di confine: infatti le Marche segnarono il limite con il Sacro Romano Impero. Le Marche sono una regione dell'Italia centrale, meravigliose quanto insolite per la loro diversità di paesaggio e territorio: forme armoniche e sinuose, falesie e grotte che si alternano a spiagge indimenticabili, colline che rievocano storia, tradizione, arte e montagne attrezzate con impianti di risalita per gli appassionati di sci. Il territorio è in prevalenza collinare e montuoso, abbraccia il versante adriatico dell'Appennino umbro-marchigiano con le sue spiagge basse e sabbiose. Rinomato la lunga distesa di sabbia fine e dorata, bagnata da acqua cristallina, che si trova a Senigallia, con il suo lungomare vivo e mondano durante tutte le ore del giorno. Non sono da meno Gabicce mare, Pesaro, Fano, Civitanova Marche e San Benedetto del Tronto che rappresentano una meta ideale per chi ha voglia di rilassarsi e di trovare ristoro tra i tanti stabilimenti balneari, mentre per chi ama la natura estrema, la riviera del Conero offre scenari suggestivi e lembi ancora selvaggi, a volte raggiungibili solo via mare o tra sentieri ritagliati nel verde della macchia mediterranea. Le Marche sono una regione unica soprattutto per quanto riguarda la natura. La regione ospita infatti numerosi parchi nazionali e regionali e oasi del WWF da scoprire; i parchi dei Monti Sibillini e dei Monti della Laga offrono uno spettacolo unico per gli appassionati di trekking. Non si possono perdere le Grotte di Frasassi, mèta di visite da ogni parte d'Europa e di grande interesse speleologico per il fenomeno carsico che hanno originato splendide grotte, alcune delle quali abitate sin dalla preistoria. Distese di frutteti e vigneti sulle colline picentine e nella Valle dell'Esino contornano case coloniche dal calore antico dove è possibile riscoprire il gusto semplice delle cose genuine. Dimore signorili o antiche case mezzadrili adibite ad agriturismo raccontano la vita del tempo passato, ed accolgono viaggiatori e turisti alla ricerca di emozioni autentiche.

Da Vedere: Palazzo Ducale di Urbino: ha sede la Galleria Nazionale delle Marche dove sono custodite opere di grande valore. Tra i dipinti in mostra ricordiamo tele di Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca. Oltre al museo si possono visitare le sale con arredi d'epoca e gli immensi sotterranei del palazzo. Le Grotte di Frasassi si trovano a Genga, a circa 60 km da Ancona. Sono il complesso carsico più vasto d'Italia e si estendono per un percorso visitabile di circa 1,5 km, ricco di stalattiti e stalagmiti. La cavità maggiore è chiamata Grotta Grande del Vento. Poco distante si trova la gola di Frasassi, lunga 2 km, stretta tra 2 monti (Frasassi e Valmontagnana) e piena di grotte spesso di difficile accesso. All'ingresso della grotta del Santuario c'è una chiesetta datata 1828 opera di Valadier con la Vergine dei Monti del Canova. Recanati: in provincia di Macerata. Da visitare la Casa Natale del poeta Giacomo Leopardi (1798-1837) in cui attraverso autografi, oggetti, libri e scritti inediti si ripercorre tutta la vita del poeta. La Santa Casa di Loreto: meta di pellegrinaggi religiosi, e' tra i più celebri santuari d'Italia. Eretto tra il XV e il XVIII secolo per volontà dei Papi per custodire la casa che la tradizione vuole sia giunta miracolosamente in Italia da Nazareth. Riviera del Conero: dista circa 10 km da Ancona ed è l'unico tratto di costa frastagliata del litorale adriatico. Comprende l'incantevole baia di Portonovo, Sirolo, paesino medievale a picco sul mare, Numana, antico porto piceno, e il suo lido Marcelli. Dal 1987 è stato istituito il Parco Regionale del Conero.

Gastronomia e Vini: Le Marche rappresentano un punto di incontro tra le tradizioni gastronomiche del nord e del sud Italia. Gli aspetti della cucina locale coincidono con le caratteristiche geografiche della regione: entroterra e marittimo. Infatti sull'Appennino Umbro-Marchigiano la cucina é fatta di sapori forti, decisi in cui prevale la carne e in cui spicca la saporitissima porchetta che viene preparata ancora secondo antiche. Altro prodotto caratteristico della campagna marchigiana è il tartufo, bianco o nero, usato per insaporire moltissimi piatti. Insieme con i funghi, i tartufi sono i protagonisti di uno dei piatti locali più tipici il vincisgrassi (grosse lasagne, condite con funghi, tartufi e fegatini, coperte di besciamella e cotte in forno). Sulla costa invece prevalgono i prodotti ittici: piatto simbolo è il brodetto di mare che ogni città marchigiana personalizza con l'aggiunta di qualche alimento. Abbondano crostacei, frutti di mare e pesce azzurro insaporito da erbe aromatiche ed olio d'oliva. Tipiche delle Marche sono le grosse e succose olive che costituiscono uno dei piatti più famosi della regione: le olive all'ascolana. Il vino più famoso è il Verdicchio, dalla caratteristica bottiglia a forma di anfora, è un vino bianco che si abbina benissimo con i piatti di pesce della cucina locale. Ne esistono diverse varietà, tra le quali due D.O.C.: Verdicchio dei Castelli di Jesi e Verdicchio di Matelica. Da segnalare anche i bianchi dei Colli Maceratesi e del Metauro. Tra i rossi citiamo quello del Conero e quello di Ascoli Piceno.