Please, enable JavaScript on your browser
san francesco hotel - eventi manifestazioni sagre a assisi

 ALBERGO HOTEL SAN FRANCESCO HOTEL

ALBERGO HOTEL
SAN FRANCESCO HOTEL

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a ASSISI Foligno Deruta Perugia

FRANTOI APERTI

FRANTOI APERTI  Open
Data prevista evento: Novembre 2017
Loc. ASSISI PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
1 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
  Area Foligno, Deruta, Perugia
La produzione dell'olio di oliva si perde nella notte dei tempi. Le prime testimonianze di ulivi coltivati risalgono addirittura a circa 6.000 anni fa in Medio Oriente, nella zona dell'attuale Siria. Gia' in quest'epoca l'olio, oltre che in cucina, veniva usato come unguento, come carburante per le lampade e preso come medicinale. Tra le prime testimonianze scritte sopra questo generoso prodotto ritroviamo invece il codice di Hammurabi, che gia' nel 2.550 a.C. istruiva i babilonesi sulla produzione e il commercio dell'olio. La manifestazione Frantoi Aperti in Umbria vede i comuni della Strada dell'Olio D.O.P. suggellare, promuovere e valorizzare l'olio extravergine di oliva D.O.P. Umbria con una serie di eventi, incontri, spettacoli, attivita' culturali e feste in piazza. Assisi accoglie i visitatori e gli amanti dell'olio extravergine d'oliva, con una serie di iniziative una piu' saporita dell'altra: mostre fotografiche a tema, expo dei prodotti dell'olio, degustazioni, convegni, dimostrazioni dell'arte di fare l'olio direttamente in piazza dal vivo, con assaggio di olio sulla bruschetta, spettacolo letterario sul cibo, laboratori e intrattenimento per i bambini, visite guidate su l'olio nella storia e fra le mura di Assisi, per finire con castagne e vino in piazza. Una piacevole opportunita' per visitare la pittoresca Assisi tra i profumi, i colori e i sapori dell'autunno. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA DELLA LAVANDA

FESTA DELLA LAVANDA  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. ASSISI PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
1 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 444 mt. s.l.m.  Area Assisi, Foligno, Deruta
La festa della lavanda di Assisi e' un' occasione per trascorrere un week end in campagna ammirando le bellezze che offre la natura, in questo caso, 2 ettari di terreno coltivati con la nostra rarissima collezione di varieta' di lavanda: filari di lavanda viola, bianchi, blu, rosa. Lo stupendo giardino delle salvie ornamentali e il giardino botanico delle erbe aromatiche e il nuovo laghetto con ninfee e pesci rossi, il tutto con il bellissimo sfondo di Assisi. Durante l' evento dei tre week end abbiamo organizzato una mostra mercato di florovivaismo con le piante del nostro vivaio, i nostri prodotti artigianali alla lavanda, ed inoltre parteciperanno vivaisti con collezioni di rose, ortensie, piante grasse, graminacee, piante acquatiche ecc.ed artigiani di qualita'; Durante le due giornate si susseguiranno visite guidate gratuite per scoprire i profumi di tantissime piante aromatiche spesso sconosciute. Con un piccolo alambicco potrete assistere alla distillazione della lavanda e vedere come avviene l' estrazione dell' olio essenziale. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DELLA PORCHETTA COSTANO

SAGRA DELLA PORCHETTA COSTANO  Open
Data prevista evento: Agosto 2017 | Evento in corso
Loc. COSTANO, PERUGIA, ITALY - UMBRIA  Navigatore
7 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 191 mt. s.l.m.  Area Assisi, Deruta, Perugia
Se non e' la sagra piu' antica dell'Umbria poco ci manca! La lavorazione dei suini cotti in porchetta si puo' far risalire a Costano nel tardo Medioevo. La porchetta di Costano ha sempre goduto di una fama indiscussa per l'accurata preparazione, l'ottimo condimento e la perfetta cottura, che davano all'arrosto un sapore ed una fragranza unici. La figura del porchettaio, col suo banco di vendita, la bilancia ad asta, l'abbigliamento, il profumo del suo arrosto farcito con saporosissime frattaglie, divenne caratteristica nei mercati e nelle feste paesane di tutta l'Umbria. In paese si continuano a cuocere le porchette nel forno a legna secondo il vecchio sistema tradizionale. Esso e' diventato ormai come un rito settimanale. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE

UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. POSTIGNANO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
35 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 562 mt. s.l.m.  Area Preci, Campello Sul Clitunno, Vallo di nera
Concerto di pianoforte a quattro mani nello splendido scenario del Castello di Postignano alle ore 18.30 presso la Chiesa della SS Annunziata. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

LA NOTTE ROMANTICA A MONTEFALCO

LA NOTTE ROMANTICA A MONTEFALCO  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. MONTEFALCO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
21 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 444 mt. s.l.m.  Area Foligno, Campello Sul Clitunno, Spoleto
Nei Borghi piu' belli d'Italia si festeggia l'arrivo del SOLSTIZIO D'ESTATE con la Notte Romantica! Montefalco vi invita a vivere questa fantastica esperienza con la sua NOTTE DEI DESIDERI Montefalco, la ringhiera dell'Umbria, aderisce alla Notte romantica, l'evento di rilevanza nazionale proposto dall'Associazione I borghi piu' belli d'Italia in programma sabato 25 giugno per rilanciare e rafforzare l'identita' dei Borghi promuovendo un'atmosfera romantica associata alle bellezze architettoniche dei borghi e non solo. La citta' si trasformera' cosi' nel Borgo del romanticismo e grazie ai suoi panorami mozzafiato, si potranno vivere la magia del tramonto e proseguire fino alla notte nelle sue location esclusive, con momenti emozionanti che avranno come tema la passione. Una lunga serata piena di sorprese, da non perdere. 'Il Comune di Montefalco and spiega l'assessore al turismo Daniela Settimi and ha aderito con entusiasmo a questo progetto. Obiettivo fondamentale di questo evento e' quello di creare iniziative in linea con il tema del romanticismo capaci di attrarre turisti e visitatori nella nostra citta'. In qualita' di vice presidente della neo costituita Associazione dei Borghi piu' belli d'Italia in Umbria mi ritengo soddisfatta dell'adesione di molti Borghi umbri che propongono per questa serata tante attivita' e appuntamenti a tema romantico'. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

UMBRIA JAZZ 2017

UMBRIA JAZZ 2017  Open
Data prevista evento: Luglio 2018
Loc. PERUGIA - UMBRIA  Navigatore
19 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 429 mt. s.l.m.  Area Deruta, Papiano, Assisi
Il 23 agosto 1973 ando' in scena il primo concerto. Musica nel teatro naturale di Villalago di Piediluco a due passi da Terni. Il programma prevedeva gli Aktuala, un gruppo scomparso da tempo (con il senno di poi, la loro si direbbe world music) e l'orchestra maistream di Thad Jones e Mel Lewis. La prima edizione prevedeva altre tre serate, due a Perugia e una a Gubbio, che pero' fu eliminata per la pioggia. A Perugia, nella piazza IV Novembre, fecero il loro esordio italiano i Weather Report, e molto fece discutere la performance free-esoterica della Solar Arkestra di Sun Ra. Fu ben presto chiaro che si trattava di una buona idea, come testimoniava il grande successo di pubblico, a dispetto di una promozione approssimativa. In realta' la gestazione del progetto fu velocissima: dalla visione alla realizzazione concreta passarono pochissimi mesi. Umbria Jazz nacque in un caffe', oggi chiuso, del centro storico di Perugia. Da tempo, Carlo Pagnotta, commerciante perugino appassionato di jazz e frequentatore di lungo corso dei maggiori festival europei, sognava un festival a casa sua. Ne parlo' con due esponenti di spicco della allora neonata Regione dell'Umbria (entrambi poi sarebbero diventati presidenti) che dimostrarono di gradire l'idea e coinvolsero il loro collega al turismo. Fu stilato un programma artistico di massa con l'intervento di Alberto Alberti, allora il principale manager italiano dei musicisti di jazz, e la proposta ando' in giunta. Fu approvata. Le citta' e le piazze dell'Umbria nei giorni di Umbria Jazz, si affollano. In alcuni casi anche i musicisti hanno avuto difficolta' nel raggiungere il luogo dove devono suonare; addirittura l'orchestra di Count Basie rimase bloccata nell'ingorgo degli spettatori. L'edizione del 1976 vide calcare le scene George Coleman, Art Blakey e Dizzy Gillespie. In questo periodo in Umbria arriva moltissima gente e una parte del pubblico, fortemente politicizzata, tende a creare problematiche di vario tipo: in Italia sono i cosiddetti anni di piombo. Neanche la musica si salvo': vengono fischiati grandi artisti come Chet Baker e Stan Getz, bianchi e borghesi. Altrettanto acceso, ovviamente, fu il confronto fra le forze politiche locali e negli ambienti culturali. Per non rischiare, gli organizzatori annullarono l'edizione del 1977. Dopo molte polemiche, nel 1978 si torno' a riorganizzare il festival, con una formula che cerca di limitare invano l'afflusso di spettatori: ogni sera andarono in scena due concerti in altrettante citta'. Il festival di conseguenza divenne poco gestibile. All'edizione del 1978 non ne seguirono altre fino al 1982. Serviva una pausa di riflessione. La manifestazione rinacque nel 1982 con molti cambiamenti e gli enti regionali e di promozione turistica non entrarono piu' nella gestione. Si introdusse, per la prima volta, il biglietto d'ingresso per i concerti piu' importanti. Nei primi tempi si fece riferimento alla struttura dell'ARCI, una realta' associativa all'epoca molto forte in Umbria. Nel 1985 nacque l'Associazione Umbria jazz, senza fine di lucro, che ha in gestione il marchio Umbria Jazz, di proprieta' della Regione, che gestisce da allora il festival in ogni suo aspetto (formula, scelte artistiche, organizzazione, logistica, sponsorizzazioni). Alcuni anni dopo, per volonta' della Regione, nacque la Fondazione Umbria jazz, che ha il compito di garantire le risorse finanziarie di parte pubblica. L'attuale presidente della Fondazione e' Renzo Arbore, mentre Carlo Pagnotta (uno degli ideatori della manifestazione) ne e' direttore artistico. La seconda caratteristica della nuova UJ e' la stanzialita': non e' piu' un festival itinerante, ma si tiene solo a Perugia. In verita', nei primi anni, si prova l'esperienza del cosiddetto decentramento, con scarsi risultati: il festival si svolge quasi tutto a Perugia, con alcuni concerti pero' tenuti a Terni, Narni, Orvieto, Foligno, Gubbio, Citta' di Castello e Assisi. La ripresa del festival si tenne in un tendone da circo nella zona di Pian di Massiano (vicino allo stadio), ben lontano dal centro storico: una specie di confino perche' i problemi degli anni Settanta non erano stati dimenticati. I concerti serali si tengono ai giardini del Frontone; tra gli artisti si possono citare Sonny Rollins, Randy Crawford, Michel Petrucciani, Phil Collins, Al Jarreau e Keith Jarrett. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTIVAL DEI DUE MONDI

FESTIVAL DEI DUE MONDI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. SPOLETO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
39 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 320 mt. s.l.m.  Area Spoleto, Monteluco, Scheggino
Il Festival dei Due Mondi di Spoleto (Perugia), chiamato anche lo Spoleto Festival o Spoleto Festival dei 2 Mondi, e' uno dei piu' longevi ed importanti festival dell'Umbria, nonche' un evento di risonanza mondiale e per molto tempo unico nel suo genere in Italia. Lo Spoleto Festival nacque nel 1958 su impulso del maestro compositore Gian Carlo Menotti e della sua visione: unire due culture e due mondi artistici molto diversi, quello europeo e quello americano (da qui il nome), all'insegna dell'arte in ogni sua forma ed espressione. Ed allestire una manifestazione che fosse il piu' internazionale possibile. Vivere e coniugare l'arte in tutte le sue manifestazioni, dunque, classiche ed innovative, tutte in una stessa localita'. Il Festival dei Due Mondi e' stato e continua ad essere uno degli appuntamenti culturali piu' importanti ed innovativi a livello mondiale. Piu' celebre all'estero che in patria, non ha rivali nemmeno in Europa che possano condividerne il percorso e la qualita' degli eventi che hanno descritto i suoi tanti anni di vita. Per coglierne lo spessore basta pensare ai tantissimi grandi nomi che nel tempo hanno onorato con i loro interventi la lunga storia del Festival. Davvero imponente la qualita' degli artisti che presero parte alle prime edizioni: artisti del calibro di Luchino Visconti, Romolo Valli, Thomas Shippers, Sviatoslav Richter, Zubin Mehta, Lila De Nobili, Roberto Rossellini, Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Margot Fonteyn, Rudolph Nureyev, Alberto Testa, Jerome Robbins, John Butler, Paul Taylor, Carla Fracci, Pietro Tosi, Paolo Stoppa, Renato Guttuso, Henry Moore, Bucknunster Fuller, Alessandro Fersen. Sono gli anni piu' fecondi e di massima espressione artistica, che gettano le basi per il futuro successo per la Manifestazione. Menotti propone un programma poliedrico con la riproposizione di Melodrammi dimenticati come 'Lo Frate Innamurato' di Pergolesi, 'Il Maestro di Cappella di Cimarosa', e spettacoli sperimentali e di grande impatto come 'The Scarf' di Hoiby, 'Il Gioco del Barone' di Bucchi, esperienze atonali come 'Wozzeck' di A.Berg. Inoltre, prime mondiali, rarita' e tanto altro, fino alla poesia& con allestimenti anche tradizionali, tra il sacro ed il profano. Nel 1968, poi, con il passaggio della direzione artistica al critico Bongianchino, il festival si apre maggiormente alle novita' e alla sperimentazione. Nel 1968 e' anche l'anno in cui Horovitz presenta uno spettacolo con un giovane Al Pacino. Data la lunga storia, e' arduo decidere quali eventi considerare innovativi e quali no, poiche' tutte le edizioni hanno richiamato l'attenzione dei media. Ad ogni modo, il primo evento di rilievo che poi ha di fatto lanciato un nuovo modo di fare esposizione fu la mostra Sculture nella Citta' in programma nell'edizione del 1962 e curata da Giovanni Carandente: i maggiori scultori del mondo furono invitati a Spoleto ad esporre le proprie opere non in interni, bensi' nelle vie e nelle piazze della citta', dando vita di fatto ad un vero e proprio museo di arte contemporanea a cielo aperto, allestito in un ambiente ricco di storia. Al termine della rassegna, alcune opere furono donate alla citta' rimanendo nelle loro collocazioni originarie dove ancora oggi sono. Su tutte, svetta il Teodelapio di Alexander Calder (antistante la stazione ferroviaria), che viene a ragione considerata la prima scultura monumentale del mondo. Nei 17 giorni del Festival, che inizia abitualmente a partire dall'ultimo venerdi' di Giugno, si alternano balletto, opera lirica, pittura, conferenze, concerti, teatro, convegni, musica sacra, letture, spettacoli di marionette ed arte contemporanea. La 'dualita'' e' stata sempre presente anche nel cartellone: accanto a spettacoli d'avanguardia esclusivi, inusuali ed originali vanno in scena opere e lavori rispettosi della tradizione classica. Al Festival dei 2 Mondi, tra il Teatro Nuovo, il Teatro Caio Melisso, il Teatro Romano, il Teatrino delle sei, il Complesso monumentale del San Nicolo', il Cortile della Rocca albornoziana, la chiesa di San Eufemia, l'auditorium della Stella e Piazza del Duomo (sede anche del tradizionale Concerto conclusivo), sono passati alcuni dei piu' grandi artisti del '900 come Rudolf Nurejev, Carla Fracci, Luciano Pavarotti e Ken Russell. Da notare anche come lo Spoleto Festival abbia ispirato due eventi similari oltreconfine: lo Spoleto Festival Usa di Charleston, Carolina del Sud (e gemellata con Spoleto, ndr) fondato nel 1977 e diretto per 17 anni proprio da Gian Carlo Menotti. Inoltre, il Melbourne International Arts Festival, manifestazione australiana fondata nel 1986 e diretta per 3 anni sempre dal maestro, dove amministrazione e cartelloni sono pero' totalmente differenti ed indipendenti. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A PERUGIA

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A PERUGIA  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. PERUGIA - UMBRIA  Navigatore
19 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 429 mt. s.l.m.  Area Deruta, Papiano, Assisi
  Brochure PDF
Lanciata in Francia nel 1982, la Fete de la Musique promossa dal Ministero della Cultura condotto da Jack Lang, invitava tutti i musicisti, professionisti ed amatori a suonare il 21 giugno per le strade, nelle piazze di ogni citta'. Anno dopo anno la manifestazione si e' sviluppata fuori dalle frontiere francesi e si iscrive ormai in un contesto europeo che coinvolge numerose citta'. Da quest' anno la Festa della Musica in Italia e' sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attivita' Culturali ed il Conservatorio di Musica 'Francesco Morlacchi' di Perugia aderisce con una manifestazione musicale che si terra' nell'Auditorium di Piazza Mariotti 2 dalle 21.00 alle 24.00 del 21 Giugno con un ricco programma di concerti (Programma completo: www.conservatorioperugia) In Europa dal 1995 hanno aderito, confederandosi in una associazione europea, le citta' di Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Bruxelles, Lisbona, Liverpool, Losanna, Madrid, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia (AN), Lanuvio (RM) e molte altre stanno aderendo. Adattandosi alle specificita' culturali di ogni paese, la festa ha saputo inventarsi, reinventarsi e diventare una manifestazione musicale internazionale emblematica. A tutt'oggi il 21 Giugno di ogni anno, in coincidenza con il Solstizio d' Estate, innumerevoli citta' ed istituzioni in tutta Europa organizzano concerti ed eventi musicali aperti al pubblico. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

GIOSTRA DELLA SFIDA

GIOSTRA DELLA SFIDA  Open
Data prevista evento: Giugno 2015
Loc. FOLIGNO PERUGIA, ITALY - UMBRIA  Navigatore
16 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 230 mt. s.l.m.  Area Assisi, Campello Sul Clitunno, Colfiorito
La Giostra della Quintana e' un torneo cavalleresco ed una manifestazione storica in costume che si svolge a Foligno. Generalmente la sfida si tiene di sabato in giugno, con un'edizione notturna, e la rivincita di domenica in settembre con un'edizione pomeridiana. La giostra consiste nel compiere alcuni giri dell'antico stadio di Foligno (Campo de li Giochi) nel minor tempo possibile, infilando tre volte un anello appeso a una statua (la Quintana) e senza ricevere penalita'. Il diametro dell'anello diminuisce progressivamente nei tre turni della gara (8cm, 6cm, 5cm). I fantini corrono in costumi storici seicenteschi e prima della gara (il giorno o la notte precedente) si svolge una sfilata in sontuosi costumi storici del XVII secolo. La denominazione di Quintana deriva dal nome della quinta via dell'accampamento romano, nella quale aveva luogo l'addestramento dei soldati che, armati di lancia, si lanciavano contro un fantoccio cercando di infilare l'anello sospeso ad una mano del fantoccio. Risalgono quindi ad allora le origini del torneo, pero' la prima testimonianza documentata dello svolgimento della Quintana come torneo cavalleresco legato ad una festa, risale al 1448. Da allora, a Foligno, la Quintana si e' svolta ogni anno ininterrottamente fino ad oggi, con l'esclusione di un'interruzione di circa un secolo fino al 1943, anno in cui e' stata ripristinata nella forma attuale. Nel 1613 i Priori inserirono la Quintana nell'ambito dei festeggiamenti carnevaleschi, modificandone lo svolgimento e lo spirito con i criteri che sussistono ancora oggi. I cavalieri giostranti sono 10, rappresentanti di altrettanti rioni della citta'. Lanciati al galoppo su un destriero, devono infilare con una lancia una serie di anelli che, via via, diventano piu' piccoli. Gli anelli vengono appesi alla mano destra di una statua rotante in noce massiccio (del XVII secolo) che sulla sinistra tiene uno scudo e raffigura il dio Marte. Questa gara aveva, in altri tempi, il ruolo di attribuire titoli onorifici ai vari cavalieri. La cerimona della gara e' contornata dalla sfilata del corteo storico con oltre 600 figuranti in ricchi abiti seicenteschi che, la sera precedente la tenzone, passa per le vie di Foligno.

L'ARTISTA E LA MANO

L'ARTISTA E LA MANO  Open
Data prevista evento: Settembre 2017
Loc. MUSEO DIOCESANO, VIA FEDERICO DA MONTEFELTRO, GUBBIO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
31 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
  Area Cantiano, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo
Quella che si prefigura, per la grande volonta' degli artisti stessi che vi partecipano in collettiva, come una vera mostra manifesto atta al recupero della manualita', nasce proprio dall'esigenza di riscoprirsi capaci; capaci di disegnare, di modellare, di miscelare i colori. Riscoprire, rivalorizzare le tecniche storiche, restituendo valore alla techne', al sapere fare con le mani, senza perdere di vista l'estetica moderna, l'espressione artistica attuale che comunque puo' e deve dialogare con la piu' radicata cultura artigianale. Con l'arte concettuale, l'arte povera e il minimalismo, l'artista ha cessato di essere un artigiano, ha in gran parte rinnegato la sua manualita', prediligendo la negazione della forma, della campitura calcolata, il rifiuto dell'armonia cromatica. Ma questo non significa che non sia possibile un'inversione di tendenza, oppure ancor meglio, la nascita un nuovo filone parallelo di artisti, anche di matura derivazione accademica, che riprendano in mano tutte le tecniche e i materiali per riscoprire la genesi dell'arte. Ed e' cosi' che nasce questo progetto che si vede perfettamente integrato all'interno di un contenitore storico, artistico ed architettonico, che della manualita' delle maestranze due e trecentesche vede traccia ovunque, il Palazzo dei Canonici di Gubbio, oggi sede del Museo Diocesano. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A TODI

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A TODI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. TODI PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
37 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 392 mt. s.l.m.  Area Todi, Monte Castello di Vibio, Casemasce
Spirito della Festa - Il 21 giugno del 1982, con l'iniziativa ideata dal Ministero della Cultura francese, in tutta la Francia, musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Non contenta solamente di rendere la pratica musicale visibile, la Festa della Musica e' diventata un autentico fenomeno sociale. Dal 1985, Anno Europeo della Musica, la Festa della Musica si svolge in Europa e nel mondo. Dal 1995, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le citta' fondatrici dell'Associazione Europea Festa della musica. Dal 2002, grazie al lavoro fatto dalla AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica), in Italia hanno aderito piu' di 120 citta', dando vita a una rete distribuita su tutto il territorio nazionale. Tantissimi concerti di musica dal vivo si svolgono ogni anno, il 21 giugno, in tutte le citta', principalmente all'aria aperta, con la partecipazione di musicisti di ogni livello e di ogni genere. Concerti gratuiti, valore del gesto musicale, spontaneita', disponibilita', curiosita', tutte le musiche appartengono alla Festa. Dilettante o professionista, ognuno si puo' esprimere liberamente, la Festa della Musica appartiene, prima di tutto, a coloro che la fanno. Il coordinamento della Festa della Musica La Festa della Musica ha un carattere soprattutto spontaneo. Ma l'ampiezza della partecipazione, la diversita' delle esibizioni, l'internazionalizzazione della Festa necessitano di un coordinamento. Oltre ad occuparsi della Festa della Musica in Francia, l'ADCEP (Association pour le De'veloppement de la Cre'ation, e'tudes et Projets) si occupa del coordinamento europeo. L'AIPFM coordina l'attivita' organizzativa in Italia. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA DELLA FRASCA

FESTA DELLA FRASCA  Open
Data prevista evento: Novembre 2017
Loc. GIANO DELL'UMBRIA PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
27 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
  Area Todi, Campello Sul Clitunno, Spoleto
Fino agli anni &50, in Umbria il mondo agricolo usava festeggiare la raccolta delle olive in autunno, allestendo i casali rurali con piccoli doni e rami d'olivo (le frasche, in dialetto umbro). E poi tutti i contadini si radunavano intorno alla pianta decorata con nastri colorati, cravattine e fazzoletti, frutta e caramelle, per ballare il salterello, recitare stornelli e cenare in onore dell'albero dai frutti d'oro. A Giano dell'Umbria, dal 1996, la tradizione e' stata rievocata, e ogni novembre potrete assistere alla sfilata della frasca addobata a festa, adagiata su un carro tirato da buoi per le vie del paese, accompagnata dai coglitori danzanti in abiti d'epoca, che intonano i canti tradizionali. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

L'ORO DI SPELLO

L'ORO DI SPELLO  Open
Data prevista evento: Novembre 2017
Loc. SPELLO - UMBRIA  Navigatore
11 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
  Area Foligno, Assisi, Colfiorito
A Spello, oltre alle preziose distese di ulivi, potrete trovare un'altro prezioso tesoro. Nel fondo antico della biblioteca del paese, potrete trovare 4.000 volumi antichi, raccolti grazie all'unione delle biblioteche delle corporazioni religiose soppresse dopo l'Unita' d'Italia. Durante questa festa, Spello si tinge di oro e celebra uno dei suoi prodotti piu' rinomati: l'olio extra vergine di oliva. Di olive ne troverete milioni di milioni e con un po' di olio di gomito, riuscirete sicuramente a gustarle in tutta la loro bonta'. Finalita' principale di questa sagra e' sicuramente la valorizzazione dell'olivicoltura e dei ricchi terrazzamenti collinari presenti sul territorio umbro, che colorano di folte chiome argentee il paesaggio circostante. I festeggiamenti per i piu' golosi intenditori iniziano con la tradizionale sfilata delle Frasche, in cui carri agricoli risalgono dalle campagne al centro storico.Sugli stessi carri viene allestito per l'occasione un albero di ulivo, addobbato con le piu' golose ghiottonerie locali come salumi, formaggi e frutta. Non solo profumi, ma anche dolci melodie provengono da questi calessi folkloristici, in cui gli anziani del paese suoneranno per voi il tradizionale organetto.Mentre degusterete queste prelibatezze, lasciatevi affascinare dagli antichi balli popolari, interpretati dai piu' giovani.Non resta per voi che un'ultimo arduo compito: decretare a fine sfilata i tre carri vincitori della sfilata delle Frasche. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

CEREALIA 2017

CEREALIA 2017  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. GUALDO CATTANEO - UMBRIA  Navigatore
19 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 445 mt. s.l.m.  Area Deruta, Foligno, Fratta Todina
21 GIUGNO Quality Il piacere di mangiar bene& 12:00 - 19:00 Stand gastronomici, con ricette a base di legumi e cereali biologici presentate da ristoratori locali; 12:00 and 19:00 Stand di produttori di olio, vino e prodotti tipici biologici locali 13:00 - 22:00 Rocca con musica live; 14:30 - 19:00 Laboratori didattici: 'Cenni su birra artigianale'; 'Cereal-Chok'; 'Laboratorio di arte bianca con preparazione dei prodotti a base di pasta madre'; 'Alimentazione& e non solo' (illustrazione trattamenti massoterapici a base di cioccolato, lavanda e mandorle); 19:30 - 21:30 Aperitivo in Rocca, in collaborazione con l'enoteca 'Il dado tratto'. A cura dell'associazione Valle Corta. Info: 339/6046918 Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

CORSA ALLA SPADA E PALIO

CORSA ALLA SPADA E PALIO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CAMERINO MACERATA, ITALY - MARCHE  Navigatore
40 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 658 mt. s.l.m.  Area Pieve Torina, Matelica, Esanatoglia
Delle manifestazioni che si svolgevano anticamente a Camerino, in onore del Santo Patrono Venanzio, secondo alcuni strumenti notarili risalente al 1220, solo la Corsa alla spada si svolgeva a piedi. Premio di questa competizione era una spada, simbolo per eccellenza della cavalleria e dei grandi capitani di ventura come i Da Varano, issata sull'angolo della chiesa di Santa Maria in Via. La corsa alla spada si snoda lungo un tracciato di 1500 metri. Dalla partenza posta a San venanziosi sale per circa 500 metri fino a piazza Cavour, poi ci si avvia in un tratto intermedio, che e' quello di corso Vittorio Emanuele II, prima di partire per una volata lungo via Lili e giu' in via Pieragostini fino al traguardo. Protagonisti di questa gara sono trenta atleti, dieci per ogni Terziere. Se al vincitore spetta una spada da sfilare e alzare al cielo tra gli applausi della folla festante, piu' complessa e' l'assegnazione del palio di velluto rosso, premio per la squadra piu' forte. Nelle prime edizioni maggiore importanza veniva data al vincitore della spada, che portava in dote al proprio Terziere un bonus maggiore di punti: al primo classificato andavano 75 punti contro i 60 del secondo e i 55 del terzo, fino al 30° che otteneva un solo punto. Negli ultimi anni questo criterio del surplus e' stato sostituito dal classico scarti di un punto per posizione: cosi' il primo avra' 30 punti, il secondo ne avra' 29 e giu' a scalare. Questa nuova ripartizione dei conteggi non ha fatto altro che rivalutare il gioco di squadra, rendendo indispensabile una generale competitivita' e il valore della prestazione di ogni singolo atleta: a volte il risultato degli ultimi puo' essere decisivo per la vittoria finale. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

MOSTRA SCAMBIO 'AMICI DEL PEPERONCINO'

MOSTRA SCAMBIO 'AMICI DEL PEPERONCINO'  Open
Data prevista evento: Settembre 2017
Loc. PERUGIA - UMBRIA  Navigatore
19 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
  Area Deruta, Papiano, Assisi
L'Associazione Culturale ''Il Campo dei Miracoli'' Presenta una giornata davvero PICCANTE,aperta a tutti gli amanti del Peperoncino Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTIVAL DEI DUE MONDI

FESTIVAL DEI DUE MONDI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. SPOLETO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
40 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 374 mt. s.l.m.  Area Monteluco, Scheggino, Sant'Anatolia di narco
Torna a Spoleto dal 27 giugno al 12 luglio il Festival dei Due Mondi, uno tra i piu' noti appuntamenti internazionali dedicati al teatro, alla danza, alla musica. Oltre due settimane di spettacoli di ogni tipo per questa edizione che mette a confronto culture e personalita' artistiche differenti, in un calendario denso di eventi in grado di garantire al pubblico produzioni di straordinaria qualita'. Da Franca Valeri a Isabelle Huppert a Ge'rard Depardieu al premio Oscar Tim Robbins, in scena con il classico 'Sogno di una notte di mezza estate', al San Franciso Ballet, alla bacchetta di Riccardo Muti, ogni giorno il Festival dei Due Mondi propone un cartellone che contempla anche mostre, convegni e concerti all'aperto, come quello di Edoardo Bennato, il 6 luglio. A chiudere la rassegna, inoltre, il tradizionale concerto in piazza del Duomo con un repertorio di brani famosi tratti dai grandi musical americani degli anni '40 e '50'. La cittadina umbra, conosciuta in tutto il mondo per questa importante rassegna, si trasforma cosi' in un laboratorio culturale che accoglie ogni anno migliaia di visitatori e turisti attratti non solo dalla ampia offerta del festival, ma anche dai tesori architettonici del territorio e da un allettante patrimonio eno-gastronomico. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

LE DOMENICHE DELLA STRADA DEL SAGRANTINO

LE DOMENICHE DELLA STRADA DEL SAGRANTINO  Open
Data prevista evento: Giugno 2017 | Evento in corso
Loc. MONTEFALCO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
21 Km da SAN FRANCESCO HOTEL
Altitudine: 444 mt. s.l.m.  Area Foligno, Campello Sul Clitunno, Spoleto
Torna il calendario estivo degli eventi tra cantine, frantoi, ristoranti associati e nei borghi del territorio della Strada del Sagrantino. Degustazioni guidate, lezioni di cucina e di abbinamento cibo/vino, concerti, cinema sotto le stelle e scampagnate tra viti e ulivi! Durante tutta l'estate, fino ad ottobre, ogni domenica potrete godere di un evento nelle cantine, frantoi e ristoranti della Strada del Sagrantino. L'iniziativa 'Le domeniche della Strada del Sagrantino' prevede concerti di musica jazz, rappresentazioni teatrali, cinema sotto le stelle, degustazioni dei vini della denominazione Montefalco DOC e Montefalco Sagrantino DOCG, cooking classes e molte altre attivita' da vivere direttamente nei luoghi dove nasce il Sagrantino. Verranno cosi' celebrati il paesaggio, i prodotti e le tradizioni della zona, resi fruibili anche di domenica. Il turista in visita nei borghi di Montefalco, Giano dell'Umbria, Bevagna e Gualdo Cattaneo, trovera' durante tutta l'estate un evento differente ogni domenica. Eventi organizzati dalla Strada del Sagrantino in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier e Fondazione Italiana Sommelier, ma anche dalle cantine, dai frantoi e dai ristoranti associati alla Strada del Sagrantino che aderiscono all'iniziativa. Un calendario di eventi fra arte, cultura e gusto che conquistera' l'enoturista in visita! Si avra' modo di visitare le cantine ed i frantoi, passeggiare fra le vigne, assaggiare specialita' gastronomiche e imparare come cucinarle i prodotti tipici abbinandoli ai vini della zona. Un ricco programma di esperienze autentiche e uniche, tipiche di questa parte nel cuore verde d'Italia! Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni UMBRIA vicino a ASSISI Foligno Deruta Perugia: 'FRANTOI APERTI'   'FESTA DELLA LAVANDA'   'SAGRA DELLA PORCHETTA COSTANO'   'UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE'   'LA NOTTE ROMANTICA A MONTEFALCO'   'UMBRIA JAZZ 2017'   'FESTIVAL DEI DUE MONDI'   'FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A PERUGIA'   'GIOSTRA DELLA SFIDA'   'L'ARTISTA E LA MANO'   'FESTA EUROPEA DELLA MUSICA A TODI'   'FESTA DELLA FRASCA'   'L'ORO DI SPELLO'   'CEREALIA 2017'   'CORSA ALLA SPADA E PALIO'   'MOSTRA SCAMBIO 'AMICI DEL PEPERONCINO''   'FESTIVAL DEI DUE MONDI'   'LE DOMENICHE DELLA STRADA DEL SAGRANTINO'  

UMBRIA


Originariamente questa regione fu abitata da due popoli: gli Umbri e gli Etruschi. All'epoca romana il suo territorio si estendeva fino alla costa adriatica mentre alla caduta dell'impero la regione venne divisa tra i Bizantini ed i Longobardi. In seguito l'Umbria venne divisa in tanti piccoli stati che erano prevalentemente sotto il dominio delle signorie dei Malatesta e del Monferrato. Paesaggi incontaminati, immersi nel verde delle valli sinuose, e antichi borghi fanno dell'Umbria una regione incantata. Una terra, fatta di colline, monti e valli, che nasce nel cuore dello stivale e si estende sul medio bacino del Tevere. L'Umbria è anche la regione del Lago Trasimeno, il maggiore lago dell'Italia centrale, nel cui territorio sono presenti, ancora oggi, i resti di insediamenti etruschi, specie nell'area di Castiglione del Lago, località che unisce al fascino del paesaggio naturale, il romanticismo e la quiete delle acque del lago. Dalle acque del Trasimeno si passa alle acque delle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni, considerate tra le più belle d'Europa. Le cascate che si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri, sono avvolte da una vegetazione rigogliosa e sono mèta di sportivi amanti di canoa, kayak e non solo. Sempre in provincia di Terni vanno segnalate due piccole perle: una legata alla storia e l'altra al territorio. Carsulae, antica cittadina romana percorsa dall'antica via Flaminia, custodisce diversi monumenti, tra cui l'arco di S. Damiano. L'altra perla è la foresta fossile di Dunarobba, un raro esempio di foresta che esisteva 3 milioni di anni fa, i cui tronchi si presentano in ottimo stato di conservazione, immersi in un paesaggio che sembra lunare.

Da Vedere: Assisi: La città di Assisi è situata su uno sperone del Monte Subasio ed è conosciuta in tutto il mondo sia per la sua bellezza storica ed artistica sia come luogo di culto (sono conservate in questa città le spoglie di San Francesco). Il nucleo della città è completamente cinto da mura e la porta di San Francesco è l'ingresso principale alla città. Bellissima da visitare è la Basilica di San Franesco che è stata edificata nel 1228 e composta da due chiese: la chiesa superiore e quella inferiore. Nella cripta della chiesa inferiore viene conservato il corpo di San Fracesco. In questa basilica sono resenti splendidi affreschi di Cimabue, di Giotto e di Pietro Lorenzetti. Nei pressi di Assisi si trovano delle carceri che in origine era un oratorio circondato da grotte dove San Francesco era solito pregare. Gubbio: Gubbio è una celebre cittadina umbra che situata roccia del Monte Ingino e circondata da bellissime colline. E' una cittadina molto caratterstica grazie al suo aspetto medievale e alle sue strade disposte su diversi livelli collegate da gradinate che creano un effetto molto suggestivo. Gubbio ha origini antichissime che si fanno risalire agli inizi della civiltà umbra (come testimoniato nelle preziose 'Tavole Eugubine' conservate nel Palazzo dei Consoli). Ha la tipica struttura di cittadina medievale e possiede chiese e monumenti che sono capolavori dell'arte duecentesca e trecentesca. Da visitare sicuramente il complesso formato dal Palazzo dei Consoli, dalla Piazza Pensile e dal Palazzo Pretorio. Gubbio possiede anche un bellissimo Duomo in stile gotico, la chiesa di Sant'Agostino, la chiesa di San Francesco. Spoleto: Spoleto è una bella cittadina umbra che nel periodo medievale ebbe un ruolo molto importante: fu infatti capitale dell'Impero Longobardo. Nella parte alta della città è presente un antico teatro romano del I secolo a.c., l'Arco di Druso del 23 d.c., la chiesa di Sant'Ansano ed un tempio del periodo romano. Da visitare poi il bellissimo Duomo romanico del XII secolo al cui interno sono conservate opere di Filippo Lippi e del Pinturicchio.

Gastronomia e Vini: La cucina dell'Umbria si distingue per l'uso di cibi semplici e genuini. Tra i prodotti tipici vi sono gli insaccati, i latticini, i legumi ed il tartufo (sia bianco che nero). Tra i primi troviamo gli 'umbricelli' , tipici spaghetti fatti a mano conditi con pomodoro, sugo di carne d'oca o sugo a base di interiora di pollo. Tra e minestre è molto famosa la 'scafata' a base di fave, aglio, bietola e pomodoro. Un altro piatto tipico della cucina umbra è la torta al testo (a base di farina, sale, pepe e olio). Tra i secondi una specialità della gastronomia umbra è senza dubbio la faraona alla ghiotta: in questa ricetta la faraona viene cotta allo spiedo e poi avvolta in fette di prosciutto. Vi sono poi delle ricercate ricette a base del pesce del Lago Trasimeno: troviamo la 'carpa regina in porchetta', il 'tegamaccio di anguilla', il capitone allo spiedo ed i latterini fritti. Tra i dolci troviamo le 'pinoccate', dolci tipici natalizi a base di zucchero e pinoli, il 'torciglione' a base mandorle ed il famoso 'torcolo di San Costanzo', una particolare ciambella con uvetta, canditi e pinoli.