Please, enable JavaScript on your browser
wwf: oasi orto botanico collepardo - eventi manifestazioni sagre a collepardo
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO


WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a COLLEPARDO Rendinara Morino Frosinone

LA SAGRA DELLA ROLA E FESTA DEL CORNUTO

LA SAGRA DELLA ROLA E FESTA DEL CORNUTO  Open
Data prevista evento: Novembre 2018
Loc. ROCCA CANTERANO RM, ITALIA - LAZIO  Navigatore
37 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Gerano, Cervara di Roma, Rocca di Botte
La sagra della Rola e festa del Cornuto e' una manifestazione che va in scena da ormai molti anni nel comune di Rocca Canterano in concomitanza con la festa di San Martino (ritenuto il primo tradito della storia). Durante questa singolare manifestazione un corteo sfilera' per le vie del paese portando in festa i simboli del tradimento coniugale. Per una volta i cornuti non dovranno nascondersi nella vergogna ma saranno festeggiati e sara' anche nominato il cornuto dell'anno. La serata sara' condita da buona musica e tante specialita' da gustare come Cecamariti (pasta tipica locale), panini con salsiccia e cicoria, fagioli con le cotiche e tanto buon vino Programma: Sabato 8 Ore 17.30 Apertura stands gastronomici Ore 19.30 Corteo burlesco per le vie del paese Domenica 9 Ore 12.00 Apertura stands gastronomici Ore 18.00 Corteo burlesco per le vie del paese Organizzatore: Pro Loco Rocca Canterano Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO  Open
Data prevista evento: Novembre 2017
Loc. SAN VINCENZO VALLE ROVETO - ABRUZZO  Navigatore
17 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Rendinara, Morino, Pescosolido
La comunita' europea ha predisposto un regolamento molto rigido per garantire la massima qualita' e garanzia riguardo all'olio. La denominazione Olio Extravergine di Oliva si puo', infatti, solo attribuire all'olio che e' stato ottenuto meccanicamente dalle olive e che non abbia subito altri trattamenti oltre a quelli previsti dal regolamento che sono: il lavaggio, la sedimentazione e la filtrazione. Il centro storico di questo ridente borgo abruzzese aprira' le cantine alle migliaia di visitatori che si aggireranno lungo i vicoli a caccia della migliore degustazione di olio Novello. Bastera' seguire il profumo delle fragranti bruschette per scovare le migliori specialita' locali, come il pane artigianale, l'ottimo vino, i gustosissimi dolci e tanti altri prodotti tipici abruzzesi in grado di risvegliare gli antichi sapori anche sui palati piu' esigenti. E per la gioia dei fan della balera, la serata proseguira' all'insegna della buona musica e del divertimento con intrattenimenti musicali, cori folcloristici, serate danzanti ed artisti di strada. Un momento di festa, ma anche d'incontro e confronto, alla riscoperta degli spazi, dei gusti, dei tempi e delle antiche tradizioni popolari della cultura contadina. Fonte Sagre nei borghi Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

PALIO DELL'AMICO

PALIO DELL'AMICO  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. ARSOLI RM, ITALIA - LAZIO  Navigatore
44 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
Altitudine: 494 mt. s.l.m.  Area Riofreddo, Rocca di Botte, Camerata Nuova
Programma speciale per la Ventesima edizione del 'Palio dell'Amico' che anche quest'anno ricordera' il personaggio arsolano piu' famoso del secolo XVI, Amico Passamonti. Signore di Arsoli in tempo di pestilenze, incendi, assedi, distruzioni e di altrettante rinascite Amico ebbe il merito di far assumere al 'feudo' un ruolo strategico per gli equilibri politici del territorio ma fu soprattutto un Capitano di ventura al soldo del Papato prima e della Repubblica di Firenze poi protagonista di tante battaglie fino a tarda eta' tanto da essere scherzosamente definito da qualche storico 'il vecchione di Arsoli'. Giornate all'insegna della spettacolarita' delle rievocazioni con il corteo storico che nel pomeriggio di Sabato 25 giugno si snodera' per le vie del paese toccando gli antichi quattro borghi. Dame, cavalieri, spadaccini ed arcieri, tamburini, musici e figuranti in costume dell'epoca si uniranno ai 'campioni', ai 'signori', a 'capitani' e 'priori' accompagnati dal rullo dei tamburi ritmanti lo sventolio delle bandiere che volteggeranno nel cielo nella favolosa cornice del centro antico dominato dal castello Massimo. Il Convivio dei Borghi che a sera segue la parte cerimoniale per questa edizione si svolgera' nella Piazza grande (Piazza Valeria) e, come sempre, sara' uno dei momenti piu' significativi per i borgaioli che si aprono all'incontro con la loro proverbiale ospitalita'. Al mattino di Domenica 26 giugno apertura dell'Accampamento e del Mercato rinascimentale; nel pomeriggio, dopo il corte storico che attraversera' nuovamente le vie del borgo, gli arcieri della Compagnia dei quattro borghi storici di Arsoli si contenderanno 'il Palio'. Nei due giorni, a rendere ancor piu' avvincente la contesa ci saranno giochi d'armi e dimostrazioni di abilita', l'assalto al castello ed altre animazioni a cui daranno vita i numerosi Gruppi storici invitati per questa edizione del 'ventennale' che ancora una volta sara' storia, fantasia, squisita ospitalita' e divertimento, buona cucina semplice, antica e naturale accompagnata dall'allegria di giullari e saltimbanchi che allieteranno vicoli e piazze imbandierati e illuminati dalla luce delle fiaccole. Un'atmosfera magica che ci riporta alla corte del 'signore' ed alla grandezza passata di questo paese ed al suo ricco patrimonio di storia, architettura, arte e tradizioni che la Comunita' conserva gelosamente e con orgoglio. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO  Open
Data prevista evento: Novembre 2018
Loc. SAN VINCENZO VALLE ROVETO - ABRUZZO  Navigatore
17 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Rendinara, Morino, Pescosolido
La comunita' europea ha predisposto un regolamento molto rigido per garantire la massima qualita' e garanzia riguardo all'olio. La denominazione Olio Extravergine di Oliva si puo', infatti, solo attribuire all'olio che e' stato ottenuto meccanicamente dalle olive e che non abbia subito altri trattamenti oltre a quelli previsti dal regolamento che sono: il lavaggio, la sedimentazione e la filtrazione. Il centro storico di questo ridente borgo abruzzese aprira' le cantine alle migliaia di visitatori che si aggireranno lungo i vicoli a caccia della migliore degustazione di olio Novello. Bastera' seguire il profumo delle fragranti bruschette per scovare le migliori specialita' locali, come il pane artigianale, l'ottimo vino, i gustosissimi dolci e tanti altri prodotti tipici abruzzesi in grado di risvegliare gli antichi sapori anche sui palati piu' esigenti. E per la gioia dei fan della balera, la serata proseguira' all'insegna della buona musica e del divertimento con intrattenimenti musicali, cori folcloristici, serate danzanti ed artisti di strada. Un momento di festa, ma anche d'incontro e confronto, alla riscoperta degli spazi, dei gusti, dei tempi e delle antiche tradizioni popolari della cultura contadina. Fonte Sagre nei borghi Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DEI RANATI

SAGRA DEI RANATI  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CAPISTRELLO - ABRUZZO  Navigatore
23 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Canistro, Castellafiume, Civitella Roveto
Non ci sono altri piatti che possono vantare un legame cosi' intenso con la festa Cristiana dell'Ascensione come i Ranati. Ok, forse un dito non vi bastera', ci vorra' tutta la mano, per impugnare la forchetta e portare alla bocca questa deliziosa specialita' tipica. Eppure i Ranati non sono stati proprio sempre considerati un piatto di alta cucina, anzi appartengono alla grande tradizione della cucina povera: sono un misto di cereali come mais e grano e poi ceci, fagioli...prodotti della terra per la terra, insomma. I Ranati sono sempre stati il cibo dei poveri, ma oramai la loro ricchezza celestiale e' di tutti e per tutti. La Sagra dei Ranati ha origine antiche e pagane, ma il suo significato ha un messaggio cosi' universale che fu assimilata anche dalla tradizione cristiana e abbinata alla festa dell'Ascensione: il giorno in cui i Ranati venivano distribuiti a tutte le famiglie. Nel corso del tempo alla ricetta dei Ranati si sono aggiunti cotiche di maiale e ossi di prosciutto, rendendo questo piatto ancora piu' invitante per tutti gli amanti dei legumi sapori di una volta Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA DI PRIMAVERA E SAGRA DELLA PIZZA FRITTA

FESTA DI PRIMAVERA E SAGRA DELLA PIZZA FRITTA  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. ARSOLI ROME, ITALY - LAZIO  Navigatore
44 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Riofreddo, Rocca di Botte, Pereto
Non indulgiate oltre, la primavera sta per arrivare, i sensi si risvegliano e la voglia di buon gusto inizia a farsi sentire piu' che mai. E questo tipico borgo medievale, dichiarato Citta' d'arte ospita una delle manifestazioni piu' ghiotte di tutta la regione. Preparatevi ad una scorpacciata liberatoria nell'incantevole cornice di Piazza Valeria, nel cuore dell'antico borgo medievale. Gia' all'ora di pranzo potrete degustare le migliori specialita' locali, i piatti della tradizione contadina, realizzati seguendo le antiche ricette con i genuini prodotti tipici. Si iniziera' con le Sagne, una pasta di farina di grano e acqua fatta a mano condita con sugo di pomodoro, aglio e olio; Pizzigli co&ll'erbe, una sorta di pane schiacciato con cicorie selvatiche o altre verdure; Saciccie, le salsiccie di suino cotte alla brace e poi lei la regina della serata: la Pizza fritta, una deliziosissima frittella realizzata con pasta lievitata cotta in olio bollente. Quest'ultima, specialita' unica nel suo genere, vi mostrera' il suo lato dolce, cosparsa di zucchero e la sua parte salata, con salsa di pomodoro, origano e altre spezie. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO

FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO  Open
Data prevista evento: Novembre 2018
Loc. SAN VINCENZO VALLE ROVETO - ABRUZZO  Navigatore
17 Km da WWF: OASI ORTO BOTANICO COLLEPARDO
  Area Rendinara, Morino, Pescosolido
La comunita' europea ha predisposto un regolamento molto rigido per garantire la massima qualita' e garanzia riguardo all'olio. La denominazione Olio Extravergine di Oliva si puo', infatti, solo attribuire all'olio che e' stato ottenuto meccanicamente dalle olive e che non abbia subito altri trattamenti oltre a quelli previsti dal regolamento che sono: il lavaggio, la sedimentazione e la filtrazione. Il centro storico di questo ridente borgo abruzzese aprira' le cantine alle migliaia di visitatori che si aggireranno lungo i vicoli a caccia della migliore degustazione di olio Novello. Bastera' seguire il profumo delle fragranti bruschette per scovare le migliori specialita' locali, come il pane artigianale, l'ottimo vino, i gustosissimi dolci e tanti altri prodotti tipici abruzzesi in grado di risvegliare gli antichi sapori anche sui palati piu' esigenti. E per la gioia dei fan della balera, la serata proseguira' all'insegna della buona musica e del divertimento con intrattenimenti musicali, cori folcloristici, serate danzanti ed artisti di strada. Un momento di festa, ma anche d'incontro e confronto, alla riscoperta degli spazi, dei gusti, dei tempi e delle antiche tradizioni popolari della cultura contadina. Fonte Sagre nei borghi Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni LAZIO vicino a COLLEPARDO Rendinara Morino Frosinone: 'LA SAGRA DELLA ROLA E FESTA DEL CORNUTO'   'FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO'   'PALIO DELL'AMICO'   'FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO'   'SAGRA DEI RANATI'   'FESTA DI PRIMAVERA E SAGRA DELLA PIZZA FRITTA'   'FRANTOI APERTI IN VALLE ROVETO'  

LAZIO


La regione prende il nome dal popolo dei Latini che ne furono i fondatori nel IX sec. a.c. Culla della civiltà occidentale e della cultura cristiana, di leggende e di storia, di vie antiche e di colline verdeggianti: questo è il Lazio, regione dell'Italia centrale bagnata dal mar Tirreno, percorsa dalle acque del fiume Tevere e caratterizzata da un territorio in prevalenza collinare e montuoso ma pianeggiante in prossimità della costa. La regione offre paesaggi che si contrappongono e si completano, scenari naturali intatti e orizzonti spettacolari racchiusi tra i centri urbani. Il visitatore può addentrarsi in paradisi di straordinaria bellezza anche dentro le mura cittadine: ne è un esempio Villa Borghese a Roma, Capitale d'Italia, il più famoso parco cittadino dove passeggiare, anche in bicicletta. La villa è molto interessante anche per la possibilità di visitare la Galleria Borghese ed i suoi capolavori. Il Lazio è anche una regione di terme, la cui storia è legata alle numerose fonti di acqua curativa che ebbero un enorme sviluppo durante l'epoca romana, sia nell'età repubblicana che in quella imperiale. I romani costruirono sontuosi bagni termali di cui esistono spettacolari testimonianze, disseminate in tutto il territorio, come per esempio le Terme di Caracalla, nel cuore di Roma. Tivoli è un'altra località termale ma il suo nome è legato principalmente alle bellezze artistiche che custodisce. La sua fama è dovuta alle ville monumentali: Villa D'Este, caratterizzata da splendide fontane, giardini e dal palazzo, magnificenza del periodo rinascimentale e Villa Adriana, antica residenza dell'imperatore Adriano. Le due ville sono state inserite dall'UNESCO nell'elenco dei siti Patrimonio dell'Umanità. A chi preferisce il mare la regione offre delle autentiche perle come Gaeta, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e le isole Pontine, con Ponza, Ventotene a Palmarola , mentre gli amanti del lago non potranno fare a meno di andare a Bracciano dove si trova un'incantevole distesa d'acqua circondata dal verde intenso della natura circostante, con l'imponente castello Odescalchi in mezzo. Passeggiare nelle stradine medioevali dei paesini al ridosso delle rive del lago, darà la percezione di quanto questi luoghi siano legati non solo all'impero romano ma anche ad epoche e civiltà diverse. Ne è un esempio il lago di Bolsena, nel viterbese, il lago più grande di origine vulcanica d'Europa dal quale emergono due isole, Bisentina e Martana, che al fascino della natura che le circonda e agli splendidi panorami, uniscono la storia con le tracce lasciate dagli Etruschi e dai Romani e dai periodi storici che si sono succeduti. Non saranno, infine, delusi gli amanti della montagna, che nel Lazio troveranno ottime località sciistiche come il Terminillo, Livata e Campo Staffi. Visitare queste terre lascia il ricordo di luoghi unici, di emozioni intense, ma anche la chiara percezione dello scorrere inesorabile del tempo, che motiva tutti i tentativi, da parte di chi ci ha preceduto, di sfidare i secoli lasciandoci qualcosa di sé.

Da Vedere: Roma ed i Suoi monumenti di cui citiamo solo i principali: Il Colosseo, La Citta del Vaticano con in famosi musei vaticani e la Cappella Sistina dipinta da Michelangelo Buonarroti, La Fontana di Trevi, i Fori Imperiali, Piazza di Spagna e piazza Navona. Gli scavi etruschi di Tarquinia in provincia di Viterbo. Il Lago di Bolsena: Il lago più grande del Lazio che ha avuto origine da un vulcano spento. Vi sono presenti due piccole isole, la Bisentina e la Martana caratterizzate da un'incontaminata macchia mediterranea. Il Lago di Bracciano: Si tratta del più famoso lago del Lazio soprattutto per i suoi dintorni ricchi di bellezze naturali e testimonianze archeologiche.

Gastronomia e Vini: La gastronomia laziale è di origine popolare e contadina. I piatti tipici sono gli spaghetti all'amatriciana, gli spaghetti alla carbonara, le bruschette. Gli gnocchi alla romana che sono fatti con semolino e cotti nel latte, vengono aggiunti torlo d'uovo, burro e formaggi, dopodiché vengono gratinati. Come secondi i piatti i più famosi sono l'abbacchio alla cacciatora, ossia un agnello di latte preparato con aglio,rosmarino, vino bianco acciughe e peperoncino e i saltimbocca alla romana, fettine di vitello ripiene di prosciutto e salvia. Troviamo poi vari tipi di formaggi pecorini, che in stagione vengano mangiati con fave fresche, scamorze e salumi. Fra i dolci troviamo i maccheroni alla noci e la torta di Pasqua. Per quanto riguarda i vini si producono il Frascati superiore D.O.C. composto da uve di Trebbiano, Malvasia e Greco e l'Est! Est! Est! di Montefiascone D.O.C. di uve di Trebbiano e Malvasia di Candia.