Please, enable JavaScript on your browser
lago di monte cotugno - eventi manifestazioni sagre a colobraro
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  LAGO DI MONTE COTUGNO


LAGO DI MONTE COTUGNO

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a COLOBRARO Senise San Giorgio Lucano Rotondella

GIORNATE DELLA FRAGOLA

GIORNATE DELLA FRAGOLA  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. POLICORO MATERA, ITALY - BASILICATA  Navigatore
28 Km da LAGO DI MONTE COTUGNO
Altitudine: 19 mt. s.l.m.  Area Tursi, Nova Siri, Pisticci
Il fine settimana dall'15 al 17 aprile presso il Porto Turistico di Policoro ci sara' la nuova edizione delle giornate promozionali sulla fragola metapontina denominate Giornate della fragola. La fragolicoltura e' una tradizione del Metapontino oltre che un caposaldo dell'economia del comprensorio. Comune tel. 0835980518 Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

ECO MARATONA DI FILIPPIDE METAPONTO MARE

ECO MARATONA DI FILIPPIDE METAPONTO MARE  Open
Data prevista evento: Giugno 2015
Loc. BERNALDA - BASILICATA  Navigatore
43 Km da LAGO DI MONTE COTUGNO
Altitudine: 1 mt. s.l.m.  Area Lido di Metaponto, Metaponto, Pisticci
Domenica 1 giugno 2014 appuntamento a Metaponto Mare (Matera) per l'Eco Maratona di Filippide, lungo un percorso naturalistico composta da km 22.400 di sterrato in riserva Forestale e km 18.795 di arenile in riva al mare. Circuito di 4 giri per un totale di km 42.195. Metaponto Colonia achea, frazione di Bernalda, provincia di Matera, in Lucania. Si trova a circa 4 Km dalla costa del golfo di Taranto. Fu colonizzata verso la meta' del sec. VIII. Fu in mano ai romani nel 300 a.C. e in mano ai cartaginesi tra il 212 & 207 a.C. Fondata nel VII sec. a.C. dai coloni greci, Metaponto divenne una delle piu' grandi e suggestive citta' della Magna Grecia. Testimoni di questo splendido passato sono le numerose aree archeologiche ed i monumenti: il Tempio di Apollo Licio con l'anfiteatro annesso, le Tavole Palatine, la necropoli di Crucinia. Di grande interesse e' anche l'antiquarium, museo nel quale si possono ammirare i reperti archeologici della zona. Organizzazione Club Sportivo Amatori Bernalda (MT) tel/fax 0835.542203 info@runningmagnagrecia.i

SAGRA DELL'ABETE

SAGRA DELL'ABETE  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. ROTONDA POTENZA, ITALY - BASILICATA  Navigatore
40 Km da LAGO DI MONTE COTUGNO
  Area Viggianello, Papasidero, San Nicola Arcella
La leggenda narra che durante il XIII secolo, Sant'Antonio si fermo' a Rotonda nei pressi dei boschi del Pollino, dove per riposarsi trascorse la notte al riparo di un Abete in localita' Marolo. Seguendo i racconti della tradizione, nello stesso punto parecchi anni dopo, un bovaro precipitato in un burrone fu salvato dal Santo. Da allora attraverso un rito di una magia unica, si festeggia il Santo Patrono con una celebrazione che tra sacro e profano ripercorre quest'avvenimento. Due gruppi di fedeli salgono in montagna, un gruppo si occupera' di tagliare la Pitu, un albero di faggio oltre i 20 metri di altezza, mentre il secondo gruppo taglia a Rocca un abete di dimensioni intorno ai 10 metri. Tagliati i rispettivi alberi i due gruppi, solo con l'aiuto di bovini agghindati a festa, portano a fatica i due alberi verso il centro di Rotonda, lungo un viaggio che dura sei giorni, scandito da preghiere, canti, balli e banchetti rifocillanti. L'antico rituale culmina con l'e dei due alberi che verranno poi issati a mano nella piazza antistante al comune. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DEL SAMBUCO

SAGRA DEL SAMBUCO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CHIAROMONTE POTENZA, ITALY - BASILICATA  Navigatore
15 Km da LAGO DI MONTE COTUGNO
  Area Senise, San Giorgio Lucano, Colobraro
Siamo solo appena arrivati a Chiaramonte per la sagra del Sambuco. Il preziosissimo albero che nel corso della storia si e' visto attribuiti poteri magici come quello di dimora delle fate, trova almeno per un giorno il dovuto rispetto. Non tutti sanno, infatti, che questa pianta presente in tutta Europa e' un immenso tesoro a cielo aperto. Qui a Chiaramonte ne custodiscono invece tutti i segreti. Le foglie e la corteccia trovano largo uso nella preparazione dei medicinali, mentre i suoi fiori si possono usare per preparare frittelle, dolci e sciroppi. Dalle sue bacche in fase di maturazione si puo' ottenere il deliziosissimo vino di Sambuco o impiegarle nella preparazione di marmellate e gelatine. Tutte specialita' che potrete assaggiare girando per gli stand della sagra, dove potrete trovare tra le mille prelibatezze enogastronomiche anche quelli dei prodotti artigianali, degli strumenti musicali e dei vecchi giochi, tutti a base del preziosissimo legno. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni BASILICATA vicino a COLOBRARO Senise San Giorgio Lucano Rotondella: 'GIORNATE DELLA FRAGOLA'   'ECO MARATONA DI FILIPPIDE METAPONTO MARE'   'SAGRA DELL'ABETE'   'SAGRA DEL SAMBUCO'  

BASILICATA


Prima della conquista dei Romani il nome antico della regione era Lucania (dal nome dell'antica popolazione). La Basilicata inizia ad essere così chiamata intorno al IX. - X. secolo dopo Cristo. Questo nome deriva da Basilikos, appellativo del funzionario dell'Impero Bizantino che governava la Regione, che, dopo la dominazione romana, divenne territorio dell'Impero Bizantino. La regione Basilicata si trova tra la Calabria e la Puglia, nella parte meridionale dell'Italia. Non si visita la Basilicata per caso, si sceglie infatti di soggiornare in questa terra solo se si ha voglia di vivere un'esperienza diversa, immergendosi in luoghi dove silenzio, colori, profumi e sapori portano lontano dal frastuono e dallo stress della vita moderna, regalando sensazioni uniche. I boschi e le foreste che ricoprono le montagne sono costellati da piccoli e suggestivi borghi. Ci sono poi dei luoghi anche a 1000 m di altitudine, dove l'aria pura, i sapori genuini e le bellezze della natura si uniscono alle testimonianze storiche per soddisfare ogni desiderio di conoscenza. Bellissima, e tuttavia ancora poco esplorata, è la zona dei Laghi di Monticchio, una delle aree più spettacolari della Basilicata. Il lago Grande e il lago Piccolo, sono due splendidi specchi d'acqua che occupano i due crateri, ormai spenti, del Monte Vulture e sono circondati da una fitta e lussureggiante vegetazione. La Basilicata è bagnata da due mari: lo Ionio e il Tirreno. La costa ionica, con le due note località di Metaponto e Policoro, offre ampie spiagge di sabbia finissima o di ciottoli, in alcuni tratti circondate da pinete e filari di eucalipto. Il Golfo di Policastro, sul versante tirrenico, presenta una costa alta e frastagliata, dove i promontori a picco sul mare sono intervallati da piccole spiagge lambite da un mare cristallino.

Da Vedere: I 'Sassi di Matera': sono quartieri scavati nella roccia e intagliati in un profondo burrone formato dalle pareti di tufo del torrente Gravina. I 'Sassi' sono considerati Patrimonio Mondiale dell'Umanità e sono protetti dall'Unesco. Museo Nazionale della Siritide: si trova a Policoro, in provincia di Matera e comprende materiali provenienti dagli scavi archeologici di Siris e di Heraclea, citta' greca del V secolo, e da localita' della costa lucana. Castello Normanno di Melfi: Nel Castello Normanno dell'XI secolo e' allestito un Museo in cui sono conservati reperti preistorici, materiali tombali, oreficerie, vasi greci. Parco Nazionale del Pollino, condiviso con la Calabria: si estende per 200.000 ettari e comprende 66 Comuni di cui 22 in provincia di Potenza e 2 in provincia di Matera. E' stato istituito come Parco Regionale del Pollino nel 1985 e come Parco Nazionale nel 1990 con l'aggiunta dei territori calabresi (32 comuni sono nella provincia di Crotone). Nel Parco è possibile visitare vari monumenti e reperti archeologici, ruderi di castelli, di rocche di fortificazione, di conventi, di monasteri, santuari, chiese e cappelle, isole linguistiche di origine albanese. Maratea: in provincia di Potenza, è una rinomata località di villeggiatura ed è l'unico sbocco della regione sul mar Tirreno. Maratea è chiamata la 'Perla del Tirreno' per la bellezza della sua costa su cui è situato il porticciolo turistico. E' nota anche come la città delle 44 chiese, ricche di preziose testimonianze artistiche.

Gastronomia e Vini: La gastronomia della Basilicata é influenzata dalle tradizioni culinarie delle regioni confinanti (Campania, Puglia e Calabria). I sapori caratteristici sono pungenti: il peperoncino, le erbe aromatiche. Per il condimento viene utilizzato quasi esclusivamente l'olio d'oliva mentre è ignorato il burro. Elemento base è la carne di maiale: i lucani sono dei veri esperti nel trattare prosciutti, salsicce, capicolli e pancetta. Piatti tipici sono ad esempio cotechinata, frittura di maiale, peperonata con carne di maiale, sanguinaccio. Una curiosità: la salsiccia che in molte regioni viene chiamata 'luganega' è originaria della regione e prende il nome dalla Lucania. Oltre al maiale, è utilizzata anche la carne di pecora e agnello. Tra i piatti di pesce segnaliamo zuppe di mare, anguille, trote e baccalà al forno. Per quanto riguarda i primi piatti, la protagonista di ogni pranzo è la pasta fatta in casa nelle sue molteplici forme: fra le più tipiche troviamo orecchiette, cavatelli, strozzapreti, fusilli e strascinate. Tipici della Basilicata sono infatti i &fusilli con le fave' Tra le altre specialità gastronomiche lucane sono da citare i formaggi: scamorze, provole e ricotte. Diffusa la preparazione del caciocavallo, un formaggio che deve il suo nome al metodo di stagionatura: le forme vengono accoppiate ed assicurate a 'cavallo' di un bastone.I tre vini più famosi della Basilicata provengono tutti dal Vulture e sono l'Aglianico, rosso, il Moscato, bianco frizzante, e il Malvasia, tipico vino da dessert. L'Aglianico, ottimo con le carni, è l'unico ad aver ottenuto il riconoscimento della denominazione di origine controllata. Tra gli altri vini merita una segnalazione l'Aleatico di Rionero.