Please, enable JavaScript on your browser
lenticchia di castelluccio di norcia igp - eventi manifestazioni sagre a castelluccio pg, italia
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP


LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP

Promozioni
Eventi, manifestazioni e sagre vicini a CASTELLUCCIO PG, ITALIA Norcia Fontevena Montemonaco

CORSA ALLA SPADA E PALIO

CORSA ALLA SPADA E PALIO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CAMERINO MACERATA, ITALY - MARCHE  Navigatore
36 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
Altitudine: 658 mt. s.l.m.  Area Pieve Torina, Matelica, Esanatoglia
Delle manifestazioni che si svolgevano anticamente a Camerino, in onore del Santo Patrono Venanzio, secondo alcuni strumenti notarili risalente al 1220, solo la Corsa alla spada si svolgeva a piedi. Premio di questa competizione era una spada, simbolo per eccellenza della cavalleria e dei grandi capitani di ventura come i Da Varano, issata sull'angolo della chiesa di Santa Maria in Via. La corsa alla spada si snoda lungo un tracciato di 1500 metri. Dalla partenza posta a San venanziosi sale per circa 500 metri fino a piazza Cavour, poi ci si avvia in un tratto intermedio, che e' quello di corso Vittorio Emanuele II, prima di partire per una volata lungo via Lili e giu' in via Pieragostini fino al traguardo. Protagonisti di questa gara sono trenta atleti, dieci per ogni Terziere. Se al vincitore spetta una spada da sfilare e alzare al cielo tra gli applausi della folla festante, piu' complessa e' l'assegnazione del palio di velluto rosso, premio per la squadra piu' forte. Nelle prime edizioni maggiore importanza veniva data al vincitore della spada, che portava in dote al proprio Terziere un bonus maggiore di punti: al primo classificato andavano 75 punti contro i 60 del secondo e i 55 del terzo, fino al 30° che otteneva un solo punto. Negli ultimi anni questo criterio del surplus e' stato sostituito dal classico scarti di un punto per posizione: cosi' il primo avra' 30 punti, il secondo ne avra' 29 e giu' a scalare. Questa nuova ripartizione dei conteggi non ha fatto altro che rivalutare il gioco di squadra, rendendo indispensabile una generale competitivita' e il valore della prestazione di ogni singolo atleta: a volte il risultato degli ultimi puo' essere decisivo per la vittoria finale. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTIVAL DEI DUE MONDI

FESTIVAL DEI DUE MONDI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. SPOLETO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
42 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
Altitudine: 374 mt. s.l.m.  Area Monteluco, Scheggino, Sant'Anatolia di narco
Torna a Spoleto dal 27 giugno al 12 luglio il Festival dei Due Mondi, uno tra i piu' noti appuntamenti internazionali dedicati al teatro, alla danza, alla musica. Oltre due settimane di spettacoli di ogni tipo per questa edizione che mette a confronto culture e personalita' artistiche differenti, in un calendario denso di eventi in grado di garantire al pubblico produzioni di straordinaria qualita'. Da Franca Valeri a Isabelle Huppert a Ge'rard Depardieu al premio Oscar Tim Robbins, in scena con il classico 'Sogno di una notte di mezza estate', al San Franciso Ballet, alla bacchetta di Riccardo Muti, ogni giorno il Festival dei Due Mondi propone un cartellone che contempla anche mostre, convegni e concerti all'aperto, come quello di Edoardo Bennato, il 6 luglio. A chiudere la rassegna, inoltre, il tradizionale concerto in piazza del Duomo con un repertorio di brani famosi tratti dai grandi musical americani degli anni '40 e '50'. La cittadina umbra, conosciuta in tutto il mondo per questa importante rassegna, si trasforma cosi' in un laboratorio culturale che accoglie ogni anno migliaia di visitatori e turisti attratti non solo dalla ampia offerta del festival, ma anche dai tesori architettonici del territorio e da un allettante patrimonio eno-gastronomico. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTIVAL DEI DUE MONDI

FESTIVAL DEI DUE MONDI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. SPOLETO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
41 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
Altitudine: 320 mt. s.l.m.  Area Spoleto, Monteluco, Scheggino
Il Festival dei Due Mondi di Spoleto (Perugia), chiamato anche lo Spoleto Festival o Spoleto Festival dei 2 Mondi, e' uno dei piu' longevi ed importanti festival dell'Umbria, nonche' un evento di risonanza mondiale e per molto tempo unico nel suo genere in Italia. Lo Spoleto Festival nacque nel 1958 su impulso del maestro compositore Gian Carlo Menotti e della sua visione: unire due culture e due mondi artistici molto diversi, quello europeo e quello americano (da qui il nome), all'insegna dell'arte in ogni sua forma ed espressione. Ed allestire una manifestazione che fosse il piu' internazionale possibile. Vivere e coniugare l'arte in tutte le sue manifestazioni, dunque, classiche ed innovative, tutte in una stessa localita'. Il Festival dei Due Mondi e' stato e continua ad essere uno degli appuntamenti culturali piu' importanti ed innovativi a livello mondiale. Piu' celebre all'estero che in patria, non ha rivali nemmeno in Europa che possano condividerne il percorso e la qualita' degli eventi che hanno descritto i suoi tanti anni di vita. Per coglierne lo spessore basta pensare ai tantissimi grandi nomi che nel tempo hanno onorato con i loro interventi la lunga storia del Festival. Davvero imponente la qualita' degli artisti che presero parte alle prime edizioni: artisti del calibro di Luchino Visconti, Romolo Valli, Thomas Shippers, Sviatoslav Richter, Zubin Mehta, Lila De Nobili, Roberto Rossellini, Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Margot Fonteyn, Rudolph Nureyev, Alberto Testa, Jerome Robbins, John Butler, Paul Taylor, Carla Fracci, Pietro Tosi, Paolo Stoppa, Renato Guttuso, Henry Moore, Bucknunster Fuller, Alessandro Fersen. Sono gli anni piu' fecondi e di massima espressione artistica, che gettano le basi per il futuro successo per la Manifestazione. Menotti propone un programma poliedrico con la riproposizione di Melodrammi dimenticati come 'Lo Frate Innamurato' di Pergolesi, 'Il Maestro di Cappella di Cimarosa', e spettacoli sperimentali e di grande impatto come 'The Scarf' di Hoiby, 'Il Gioco del Barone' di Bucchi, esperienze atonali come 'Wozzeck' di A.Berg. Inoltre, prime mondiali, rarita' e tanto altro, fino alla poesia& con allestimenti anche tradizionali, tra il sacro ed il profano. Nel 1968, poi, con il passaggio della direzione artistica al critico Bongianchino, il festival si apre maggiormente alle novita' e alla sperimentazione. Nel 1968 e' anche l'anno in cui Horovitz presenta uno spettacolo con un giovane Al Pacino. Data la lunga storia, e' arduo decidere quali eventi considerare innovativi e quali no, poiche' tutte le edizioni hanno richiamato l'attenzione dei media. Ad ogni modo, il primo evento di rilievo che poi ha di fatto lanciato un nuovo modo di fare esposizione fu la mostra Sculture nella Citta' in programma nell'edizione del 1962 e curata da Giovanni Carandente: i maggiori scultori del mondo furono invitati a Spoleto ad esporre le proprie opere non in interni, bensi' nelle vie e nelle piazze della citta', dando vita di fatto ad un vero e proprio museo di arte contemporanea a cielo aperto, allestito in un ambiente ricco di storia. Al termine della rassegna, alcune opere furono donate alla citta' rimanendo nelle loro collocazioni originarie dove ancora oggi sono. Su tutte, svetta il Teodelapio di Alexander Calder (antistante la stazione ferroviaria), che viene a ragione considerata la prima scultura monumentale del mondo. Nei 17 giorni del Festival, che inizia abitualmente a partire dall'ultimo venerdi' di Giugno, si alternano balletto, opera lirica, pittura, conferenze, concerti, teatro, convegni, musica sacra, letture, spettacoli di marionette ed arte contemporanea. La 'dualita'' e' stata sempre presente anche nel cartellone: accanto a spettacoli d'avanguardia esclusivi, inusuali ed originali vanno in scena opere e lavori rispettosi della tradizione classica. Al Festival dei 2 Mondi, tra il Teatro Nuovo, il Teatro Caio Melisso, il Teatro Romano, il Teatrino delle sei, il Complesso monumentale del San Nicolo', il Cortile della Rocca albornoziana, la chiesa di San Eufemia, l'auditorium della Stella e Piazza del Duomo (sede anche del tradizionale Concerto conclusivo), sono passati alcuni dei piu' grandi artisti del '900 come Rudolf Nurejev, Carla Fracci, Luciano Pavarotti e Ken Russell. Da notare anche come lo Spoleto Festival abbia ispirato due eventi similari oltreconfine: lo Spoleto Festival Usa di Charleston, Carolina del Sud (e gemellata con Spoleto, ndr) fondato nel 1977 e diretto per 17 anni proprio da Gian Carlo Menotti. Inoltre, il Melbourne International Arts Festival, manifestazione australiana fondata nel 1986 e diretta per 3 anni sempre dal maestro, dove amministrazione e cartelloni sono pero' totalmente differenti ed indipendenti. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DELLA PANONTA A CAPRICCHIA

SAGRA DELLA PANONTA A CAPRICCHIA  Open
Data prevista evento: Agosto 2018
Loc. CAPRICCHIA RI, ITALIA - ABRUZZO  Navigatore
26 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
  Area Crognaleto, Accumoli, Campotosto
Dalle ore 21 si potra' degustare un primo piatto, la panonta (guanciale cotto sulla brace) ed un bicchiere di vino. Il giorno 20 agosto 2017 dalle ore 19.00, nel centro storico di Capricchia, una frazione di Amatrice (RI), si svolge la XXV Sagra della Panonta un misto di evento religioso e manifestazione enogastronomica. Si inizia con la Via Crucis presso il monte Sacro Cuore, situato a 1354 metri; seguira' una processione/fiaccolata che, dalla montagna, scendera' fino al paesino di Capricchia, verso le 21.00. Qui, l'Associazione Villa Capricchia, con 7 Euro , dara' un primo piatto, una panonta ed un bicchiere di vino. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. ASCOLI PICENO, ITALY - MARCHE  Navigatore
32 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
  Area Ripe, Civitella del Tronto, Montedinove
Da qualche anno Ascoli Piceno, terra d'origine della famosa oliva ascolana, diventa anche capitale della frittura, in particolare del Fritto Misto all'Italiana, accogliendo un pubblico vastissimo, goloso e curioso. La kermesse prevede degustazione di specialita' fritte secondo ricette provenienti da ogni regione d'Italia, attivita' didattiche e ludiche per i piccoli ospiti, area espositiva sul fritto e curiosita' annesse, oltre a convegni tematici sul prodotto per eccellenza, l'oliva tenera ascolana Dop. Accanto al fritto non puo' mancare il vino o la birra, con Lezioni da Bere, dimostrazioni e curiosita' sugli abbinamenti con i prodotti fritti. La manifestazione permette di conoscere e attraversare, in nome del fritto, tutte le regioni d'Italia, incontrando grandi eccellenze gastronomiche del Bel Paese, dall'oliva tenera ascolana al cannolo siciliano alle paste cresciute napoletane alle seadas sarde. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

APPASSIMENTI APERTI

APPASSIMENTI APERTI  Open
Data prevista evento: Novembre 2018
Loc. SERRAPETRONA MC, ITALIA - MARCHE  Navigatore
39 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
  Area Camerino, San Ginesio, Urbisaglia
Il vitigno autoctono Vernaccia Nera da' vita a due tipi di vino: il Serrapetrona doc, dai particolari sentori speziati, e la Vernaccia di Serrapetrona Docg. La produzione di quest'ultima richiede metodi molto delicati e precisi. Nella prima fase, una parte delle uve viene vinificata al momento della vendemmia, mentre il restante 40% viene messo ad appassire. Nella seconda fase, entro meta' gennaio, viene pigiata l'uva passita. La terza fase e' la piu' delicata, quella dove vengono miscelati il mosto ottenuto dalle uve passite con il vino base. Si parte per uno degli appuntamenti piu' attesi dagli estimatori delle eccellenze enologiche dove potrete degustare uno dei vini piu' difficili da produrre: la Vernaccia di Serrapetrona Doc e Docg. Al vostro arrivo potrete visitare le cantine con intere pareti di grappoli di Vernaccia nera appesi ad appassire e scoprire tutti i segreti della produzione direttamente dalle voci dei produttori che tramandano questa antica tradizione di padre in figlio. E ancora tantissime degustazioni negli stand allestiti per le vie del centro storico, che delizieranno ogni palato con una vasta selezione di prodotti tipici, specialita' enogastronomiche e per i piu' curiosi il mercatino dell'artigianato artistico. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

AMATRICIANAZIONALE

AMATRICIANAZIONALE  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. AMATRICE - LAZIO  Navigatore
24 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
  Area Accumoli, Crognaleto, Campotosto
Manifestazione dedicata alla pasta piu' saporita e famosa al mondo, dell'ambasciatrice dell'italianita' sulle tavole del globo: sua maesta' l'amatriciana, naturalmente. E non una qualsiasi ma la vera amatriciana DOC, l'originale, unica e inimitabile pasta di Amatrice. Si', perche' e' proprio qui, in questo grazioso borgo laziale in provincia di Rieti, che nasce la vera ricetta dell'amatriciana. Preparatevi a scoprire ogni segreto su questa specialita' senza tempo dal gusto unico: dalla scelta degli ingredienti giusti, ai vini da abbinare, dall produzione del pecorino a come stendere la pasta a mano. Una due giorni imperdibile per chiunque ami il buongusto, assaggi, degustazioni, laboratori con cuochi professionisti come l'imperdibile Amatrichef, il tutto contornato dalla presenza di svariati stand con le migliori eccellenze della produzione tipica italiana con prodotti a marchio DOP, DOC, IGP e STG. E ancora appuntamenti ludici con giocolieri, clown, cantanti, musicisti, acrobati e la gara tra i poeti di Amatrice. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SIBILLINI GREEN SPORT

SIBILLINI GREEN SPORT  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. LAGO DI FIASTRA, PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI, FIASTRA MC, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
25 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
Altitudine: 639 mt. s.l.m.  Area Pieve Torina, Camerino, Visso
Two days of outdoor activities for everyone, free and promotional prices! Due giorni di attivita' all'aria aperta per tutti, gratuite e a prezzi promozionali! Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates.

UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE

UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. POSTIGNANO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
25 Km da LENTICCHIA DI CASTELLUCCIO DI NORCIA IGP
Altitudine: 562 mt. s.l.m.  Area Preci, Campello Sul Clitunno, Vallo di nera
Concerto di pianoforte a quattro mani nello splendido scenario del Castello di Postignano alle ore 18.30 presso la Chiesa della SS Annunziata. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni UMBRIA vicino a CASTELLUCCIO PG, ITALIA Norcia Fontevena Montemonaco: 'CORSA ALLA SPADA E PALIO'   'FESTIVAL DEI DUE MONDI'   'FESTIVAL DEI DUE MONDI'   'SAGRA DELLA PANONTA A CAPRICCHIA'   'FRITTO MISTO ALL'ITALIANA'   'APPASSIMENTI APERTI'   'AMATRICIANAZIONALE'   'SIBILLINI GREEN SPORT'   'UN CASTELLO ALL'ORIZZONTE'  

UMBRIA


Originariamente questa regione fu abitata da due popoli: gli Umbri e gli Etruschi. All'epoca romana il suo territorio si estendeva fino alla costa adriatica mentre alla caduta dell'impero la regione venne divisa tra i Bizantini ed i Longobardi. In seguito l'Umbria venne divisa in tanti piccoli stati che erano prevalentemente sotto il dominio delle signorie dei Malatesta e del Monferrato. Paesaggi incontaminati, immersi nel verde delle valli sinuose, e antichi borghi fanno dell'Umbria una regione incantata. Una terra, fatta di colline, monti e valli, che nasce nel cuore dello stivale e si estende sul medio bacino del Tevere. L'Umbria è anche la regione del Lago Trasimeno, il maggiore lago dell'Italia centrale, nel cui territorio sono presenti, ancora oggi, i resti di insediamenti etruschi, specie nell'area di Castiglione del Lago, località che unisce al fascino del paesaggio naturale, il romanticismo e la quiete delle acque del lago. Dalle acque del Trasimeno si passa alle acque delle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni, considerate tra le più belle d'Europa. Le cascate che si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri, sono avvolte da una vegetazione rigogliosa e sono mèta di sportivi amanti di canoa, kayak e non solo. Sempre in provincia di Terni vanno segnalate due piccole perle: una legata alla storia e l'altra al territorio. Carsulae, antica cittadina romana percorsa dall'antica via Flaminia, custodisce diversi monumenti, tra cui l'arco di S. Damiano. L'altra perla è la foresta fossile di Dunarobba, un raro esempio di foresta che esisteva 3 milioni di anni fa, i cui tronchi si presentano in ottimo stato di conservazione, immersi in un paesaggio che sembra lunare.

Da Vedere: Assisi: La città di Assisi è situata su uno sperone del Monte Subasio ed è conosciuta in tutto il mondo sia per la sua bellezza storica ed artistica sia come luogo di culto (sono conservate in questa città le spoglie di San Francesco). Il nucleo della città è completamente cinto da mura e la porta di San Francesco è l'ingresso principale alla città. Bellissima da visitare è la Basilica di San Franesco che è stata edificata nel 1228 e composta da due chiese: la chiesa superiore e quella inferiore. Nella cripta della chiesa inferiore viene conservato il corpo di San Fracesco. In questa basilica sono resenti splendidi affreschi di Cimabue, di Giotto e di Pietro Lorenzetti. Nei pressi di Assisi si trovano delle carceri che in origine era un oratorio circondato da grotte dove San Francesco era solito pregare. Gubbio: Gubbio è una celebre cittadina umbra che situata roccia del Monte Ingino e circondata da bellissime colline. E' una cittadina molto caratterstica grazie al suo aspetto medievale e alle sue strade disposte su diversi livelli collegate da gradinate che creano un effetto molto suggestivo. Gubbio ha origini antichissime che si fanno risalire agli inizi della civiltà umbra (come testimoniato nelle preziose 'Tavole Eugubine' conservate nel Palazzo dei Consoli). Ha la tipica struttura di cittadina medievale e possiede chiese e monumenti che sono capolavori dell'arte duecentesca e trecentesca. Da visitare sicuramente il complesso formato dal Palazzo dei Consoli, dalla Piazza Pensile e dal Palazzo Pretorio. Gubbio possiede anche un bellissimo Duomo in stile gotico, la chiesa di Sant'Agostino, la chiesa di San Francesco. Spoleto: Spoleto è una bella cittadina umbra che nel periodo medievale ebbe un ruolo molto importante: fu infatti capitale dell'Impero Longobardo. Nella parte alta della città è presente un antico teatro romano del I secolo a.c., l'Arco di Druso del 23 d.c., la chiesa di Sant'Ansano ed un tempio del periodo romano. Da visitare poi il bellissimo Duomo romanico del XII secolo al cui interno sono conservate opere di Filippo Lippi e del Pinturicchio.

Gastronomia e Vini: La cucina dell'Umbria si distingue per l'uso di cibi semplici e genuini. Tra i prodotti tipici vi sono gli insaccati, i latticini, i legumi ed il tartufo (sia bianco che nero). Tra i primi troviamo gli 'umbricelli' , tipici spaghetti fatti a mano conditi con pomodoro, sugo di carne d'oca o sugo a base di interiora di pollo. Tra e minestre è molto famosa la 'scafata' a base di fave, aglio, bietola e pomodoro. Un altro piatto tipico della cucina umbra è la torta al testo (a base di farina, sale, pepe e olio). Tra i secondi una specialità della gastronomia umbra è senza dubbio la faraona alla ghiotta: in questa ricetta la faraona viene cotta allo spiedo e poi avvolta in fette di prosciutto. Vi sono poi delle ricercate ricette a base del pesce del Lago Trasimeno: troviamo la 'carpa regina in porchetta', il 'tegamaccio di anguilla', il capitone allo spiedo ed i latterini fritti. Tra i dolci troviamo le 'pinoccate', dolci tipici natalizi a base di zucchero e pinoli, il 'torciglione' a base mandorle ed il famoso 'torcolo di San Costanzo', una particolare ciambella con uvetta, canditi e pinoli.