Please, enable JavaScript on your browser
taurasi - eventi manifestazioni sagre a bonito
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  TAURASI


TAURASI

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a BONITO San Nicola Manfredi Benevento Avellino

FESTA DELLE SPIGHE

FESTA DELLE SPIGHE  Open
Data prevista evento: Agosto 2018
Loc. PANNI FG, ITALIA - PUGLIA  Navigatore
32 Km da TAURASI
  Area Bonito, Monteverde, Foggia
La Festa delle Spighe il 15 agosto vede gli agricoltori locali fare dono alla Madonna del Bosco di interi carichi di spighe di grano, chiamati in dialetto 'salme'. E' caratterizzata da un singolare corteo di carri addobbati con spighe di grano. Ancora oggi il ricavato del grano venduto in questo giorno viene destinato ai festeggiamenti in onore della Vergine. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DEL CARCIOFO PRETURESE

SAGRA DEL CARCIOFO PRETURESE  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. COMUNE MONTORO INFERIORE, VIA RISORGIMENTO, PIANO AVELLINO, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
33 Km da TAURASI
Altitudine: 177 mt. s.l.m.  Area Avellino, Sarno, Cava de' Tirreni
Se poi il carciofone e' quello della Sagra del carciofo di Montoro inferiore siamo sicuri che piacera' a tutti. Gia' perche' le mani esperte degli chef ve lo faranno assaggiare in tutte le salse. Tra uno stand e l'altro sara' un tripudio di degustazioni al carciofo: carpaccio di carciofo, rustico al carciofo, arancino al carciofo, frittelle al carciofo, lasagne al carciofo, paccheri al carciofo, risotto al carciofo, pennette al carciofo. E per chi non si accontenta, una vasta selezione dei migliori prodotti tipici e delle specialita' locali. Un momento di importante riscoperta delle tradizioni locali, in grado di coinvolgere tutta la comunita', un'opportunita' di valorizzazione dei propri luoghi, delle colture e dei sapori tipici di questo piccolo borgo campano. Ma anche una grande possibilita' di promozione per i coltivatori e i produttori di far conoscere le loro bonta' a tutti i visitatori. Per i piu' festaioli non mancheranno le opportunita' di scatenarsi tra serate danzanti, buona musica, e ottimo vino. Insomma, non vorrete mica restare sulle spine e non scoprire tutte queste bonta'? Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DELLA PANCETTA E SALSICCIA DI CINGHIALE

SAGRA DELLA PANCETTA E SALSICCIA DI CINGHIALE  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. DUGENTA - CAMPANIA  Navigatore
44 Km da TAURASI
  Area Limatola, Sant'Agata Dé Goti, Frasso Telesino
Quello che vi attende in questo piccolo borgo campano e' un vero e proprio torneo del gusto che dura ben 3 mesi. Si', avete capito bene, ogni weekend dal venerdi' alla domenica le porte del buongusto si aprono per accogliere buone forchette di ogni dove. Lo sforzo sara' immane ma sappiamo che dei ghiottoni come voi non sapranno rinunciare ad un'occasione cosi' unica e alettante. Ogni fine settimana infatti viene proposto un menu' diverso a base di carne di cinghiale. Ravioli, pappardelle e strozzapreti conditi con sugo al cinghiale, specialita' alla brace come la pancetta e la salsiccia e chi piu' ne ha piu' ne metta. Formaggi, salumi, dolci tipici e tante altre prelibatezze accompagneranno infatti sua maesta' il cinghiale lungo tutto il torneo del gusto. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

PALIO DEI QUARTIERI

PALIO DEI QUARTIERI  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CICCIANO NAPLES, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
39 Km da TAURASI
Altitudine: 52 mt. s.l.m.  Area Nola, Provincia di Avellino, Somma vesuviana
Secondo un'antichissima consuetudine, il primo gennaio di ogni anno i Rappresentanti della Citta' di Nola e dei Casali di Cimitile, San Paolo Bel Sito e Saviano si portavano in Cicciano per consegnare al Commendatore e agli altri Dignitari del paese alcuni Doni consistenti in dolci, come il marzapane e la copeta, e poi cedri, pepe e zafferano. A sua volta, il Sindaco dell'Universita' di Castel Cicciano ricambiava consegnando agli Ospiti ventuno carlini d'argento. A distanza di oltre 400 anni, l'avvenimento storico viene rivissuto nella manifestazione del 'Palio dei Quartieri' con la quale si intende celebrare il ritrovato spirito di amicizia, solidarieta' e rispetto tra cinque comunita' confinanti: Cicciano, Nola, Cimitile, San Paolo Bel Sito e Saviano. A questa rievocazione si accompagna la manifestazione ludica della Corsa delle Botti in cui i cinque quartieri di Cicciano si sfidano per aggiudicarsi il Palio, affiancata negli ultimi anni dal Campionato nazionale della corsa delle botti di cui Cicciano e' diventata tappa irrinunciabile. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

ORSARA JAZZ SUMMER CAMP

ORSARA JAZZ SUMMER CAMP  Open
Data prevista evento: Luglio 2018
Loc. ORSARA DI PUGLIA - PUGLIA  Navigatore
35 Km da TAURASI
  Area Foggia, Castelvetere in Val Fortore, Bonito
Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla undicesima edizione di Orsara Jazz Summer Camp, seminari internazionli di musica jazz che si terranno ad Orsara di Puglia, in provincia di Foggia, dal 29 luglio al 3 agosto nell'ambito dell'Orsara Jazz Festival che festeggia quest'anno il venticinquesimo compleanno. Una settimana di full immersion fra lezioni di strumento, musica d'insieme, composizione, masterclass, laboratorio per big band, combo, jam session, camminate a piedi, riflessioni, in un contesto ideale per sviluppare relazioni, amicizie internazionali, approfondire la pratica dell'improvvisazione e del jazz. Oltre 10 ore di lezioni al giorno con musicisti internazionali coordinati dal direttore Lucio Ferrara, chitarrista di Orsara da anni residente a New York. Le lezioni quest'anno coinvolgeranno Emanuele Cisi (sax), Joe Magnarelli (tromba), Rachel Gould (voce), Antonio Ciacca (piano), Joseph Lepore (basso), John Riley (batteria), Michele Corcella (composizione e arrangiamento). I seminari riuniscono allievi provenienti da tutta Italia ed Europa nel piccolo centro medievale, in mezzo al verde delle colline al confine fra Campania e Puglia. Una cosa poi sicuramente ad Orsara non manca: i rapporti umani che si stabiliscono fra le persone che lavorano, collaborano, studiano, suonano, favoriti dal clima del luogo e dall'accoglienza informale alla portata di tutte le tasche. Il problema piu' grande da superare e' arrivare in paese, una volta giunti si lasciano auto, formalita', ansie e ci si immerge, a piedi, nel flusso dell'avventura musicale. Nelle precedenti edizioni sono passati da Orsara docenti prestigiosi come Lee Konitz, Benny Golson, Steve Grossman, Jerry Bergonzi, Wessel Anderson, Antonio Ciacca, Jim Rotondi, Greg Hutchinson, Joe Magnarelli, Billy Harper, Reuben Rogers e tanti altri. Durante i seminari, aperti a musicisti diplomati e non, verranno selezionati gli allievi che si esibiranno nell'ambito del festival Italian Jazz Days in ottobre a New York, presso il Jazz Club Cantina Bentivoglio di Bologna e presso Il Pentagramma di Bari. Alcuni otterranno anche l'iscrizione gratuita ai Seminari. Il costo dei seminari (senza pacchetto All Inclusive) varia dai 150 euro (per chi si iscrive entro il 31 marzo) ai 250 euro (per chi si iscrive entro il 30 giugno) con uno sconto del 10% per gli ex allievi. Il direttore Lucio Ferrara ha studiato clarinetto prima di passare alla chitarra. Si trasferisce a Bologna dove rimane fino al 2010, si diploma in Jazz al Conservatorio. Da qualche anno vive a New York, suona al Setai sulla fifth eve alternando musicisti come Peter Bernstein, Harry Allen, Francisco Mela, Harold Mabern, Joe Magnarelli e suona allo Small's, Dizzy's Club, Fat Cat. Ha suonato con Benny Golson, Billly Harper, con Lee Konitz e Antonio Ciacca ha realizzato il CD It's All right with me. Da tre anni suona con Jerry Bergonzi, Greg Hutchinson. Intensa anche l'attivita' didattica, ha insegnato chitarra jazz al Lagos Jazz Festival (Portogallo) e Tuscia in Jazz Winter. Dal 2004 e' direttore e docente ai Seminari Internazionali di Musica Jazz di Orsara Musica, giunto alla XXIV edizione. e' stato Direttore dei seminari di Tuscia in Jazz e La Spezia Jazz nel 2010 e 2011. Ha insegnato per quattro anni al conservatorio di Cosenza e attualmente insegna Chitarra Jazz al Conservatorio di Avellino. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

LA NOTTE DEI SAPORI

LA NOTTE DEI SAPORI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. TORRE LE NOCELLE AVELLINO, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
8 Km da TAURASI
  Area Bonito, San Nicola Manfredi, Avellino
Nel borgo campano vi aspetta un divertimento a suon di gusto, senza pero' dover rischiare di giocarvi la reputazioni di golosi a colpi di roulette. E allora al via i festeggiamenti. Gli stand piu' golosi inizieranno a deliziarvi al calar del sole con le migliori prelibatezze locali: fusilli alla Cial, carne di maiale con peperoni, zuppa di fagioli alla Rocco, caciocavallo all'impiccato e tante altre ghiotte specialita' come la reginetta della tradizione, sua maesta' la pizza Chiena. Se tutto questo divertimento vi avra' fatto toccare il cielo con un dito, proseguite la vostra estasi di gusto con la degustazione dell'ottimo vino locale, che vi verra' servito dalle migliori aziende vitivinicole del territorio. Proseguite i vostri spensierati festeggiamenti a suon di musica popolare, con le appassionate note dei gruppi itineranti e folcloristici locali. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

C'ERA UNA VOLTA AL BORGO... - ALLA RISCOPERTA DI ANTICHI MESTIERI E SAPORI!

C'ERA UNA VOLTA AL BORGO... - ALLA RISCOPERTA DI ANTICHI MESTIERI E SAPORI!  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. LAURO AV, ITALIA - CAMPANIA  Navigatore
36 Km da TAURASI
Altitudine: 194 mt. s.l.m.  Area Sarno, Nola, Provincia di Avellino
Dopo il vasto successo degli anni passati torna a Fontenovella di Lauro (AV) la manifestazione C'era una volta al borgo... - Alla riscoperta di antichi mestieri e sapori! L' ambientazione sara' come sempre rustica e bucolica , tipica di un villaggio contadino ... Torneranno le danze e le atmosfere di un tempo passato ad inondare di antica magia i portoni, i cortili, le cantine ... E ogni angolo del borgo che rivivra' nella sua genuina essenza. Le pietanze proposte saranno quelle semplici della tradizione contadina locale (pane lardiato, polpette, 'o rau' r'a rommeneca, 'o cuzzetiello ... la pizza fritta, ed altre cose ancora, compresa qualche piccola sorpresa che sveleremo al momento opportuno o che potrete intuire seguendoci attraverso la pagina facebook C'era una vola al borgo - Fontenovella di Lauro /AV) e direttamente dalle cantine del posto non manchera' il buon vino artigianale. A fare da contorno al tutto le danze tradizionali locali (Quadriglia e Laccio d' Amore) proposte dal gruppo Fonte Nova Folk; I Canti della tradizione con: - I Cantori del Vallo che saranno con noi il 18 giugno a partire dalle ore 21.00; - Gli Spaccapaese che ci delizieranno con le loro tammurriate e i loro suoni del Sud il 19 giugno sempre a partire dalle ore 21.00 ... Sia il 18 che il 19 giugno avremo la posteggia napoletana che intratterra' gli ospiti intenti a consumare le pietanze E ancora .... avremo artisti di strada, mostre, esposizioni, sketch di vita quotidiana ... per passare una serata in serenita', armonia e spensieratezza! Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

CANTINE APERTE

CANTINE APERTE  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. REINO BENEVENTO, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
27 Km da TAURASI
  Area Colle Sannita, Morcone, Benevento
Questo piccolo borgo campano dalle tradizioni molto antiche puo' vantare da sempre una grande tradizione di raffinata ed eccellente produzione enologica. In alto i calici e si brindi al buon gusto perche' insieme alla qualita' e alla genuinita' delle tantissime varieta' di vino potrete degustare le migliori specialita' locali, e sperimentare in prima persona la bonta' senza uguali dei prodotti tipici campani. Immersi nella splendida cornice del centro storico, lasciatevi dunque avvolgere dall'ospitalita' di questo grazioso borgo, dalle sue tradizioni senza tempo, dai suoi profumi e dai suoi sapori. Un'occasione unica per tutti i wine lovers o semplici curiosi per riscoprire l'armonia con la natura, seguendo i tempi e i ritmi di una volta. Ma anche una vetrina unica, fatta di incontro e confronto per tutti gli adetti ai lavori. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

MEDIOEVALIA NOLANA

MEDIOEVALIA NOLANA  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. NOLA NAPLES, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
44 Km da TAURASI
Altitudine: 58 mt. s.l.m.  Area Nola, Somma vesuviana, Ercolano
Ogni anno, circa 140 personaggi, tra i cinque ed i sessanta anni, accuratamente selezionati con rigidi criteri quali altezza, corporatura , tecnica deambulatoria, portamento, adesione al ruolo del personaggio, cura e tutela dell'abbigliamento, escono dalla reggia degli Orsini, in piazza Giordano Bruno, al calar della sera, annunciati dal suono simultaneo di tutte le campane del territorio. La scenografia fondamentale prevede, ad apertura di corteo, i cataletti, nucleo primigenio dei futuri gigli in onore del Santo Patrono Paolino di Bordeaux ed a seguire i suonatori di chiarine, i tamburini, gli armigeri, l'arme degli Orsini, il capitano di giustizia, i paggi con le chiavi della citta' e la pergamena delle guarentigie, il maestro del mercato, i bambini di corte con la dama di compagnia, la nobilta' cittadina e del contado, il conte e la contessa, il Vescovo con i monaci ed i chierici, il banditore ed il buffone di corte, i contadini. Al corteo si aggregano, secondo le circostanze, artisti da strada, suonatori, madonnari, falconieri, danzatori, trovatori e poeti. Nella ricostruzione del mercato medievale ispirandoci al 1400, saranno riprodotti: and Il Banco dei cambiavalute: monete d'epoca, augustali e bisanti; and La fucina del conio:colate di fusione delle monete realizzate da abili artigiani and Il venditore di granaglie: and La ceramista: una affascinante dama lavorera' l'argilla dando forma a vasi, ciotole, monili che decorera' per il visitatore; and L'amanuense, decoratore di scudi: un abile maestro d'arte impastera' i suoi miscugli per decorare gli scudi; e trascrivera', con caratteri gotici, pergamene; and La venditrice di bambole: vantera' la bellezza delle bambole prodotte con i suoi tessuti: damaschi, broccati e sete per le nobili dame; panno e sacco per belle contadine, and Il fabbro armaiolo: in una fucina perfettamente funzionante, con la forgia alimentata da un rudimentale mantice azionato da un giovane aiutante, forgera', davanti al visitatore armi, scudi ed elmi; and L'accampamento della guardia con arengario per ospitare la giostra della spada teutonica; and Lo speziale: illustrera' i benefici e le proprieta' terapeutiche delle erbe dell'epoca, and Il cuoiaio: costruira' monili con incisioni a fuoco; and L'osteria: si potranno gustare dolcetti preparati con ricette medievali accompagnati da un bicchiere di ippocrasso; and Il maestro di recitazione: un fine dicitore ed una giovine donzella declameranno versi e insegneranno a nobili e a dame le fin amour., - L'angolo dei giochi , - Il mugnaio Lungo il percorso il visitatore incontrera' personaggi in costume: frati cercatori, pauperes, cartomanti e zingare , nobili a passeggio, la ronda della guardia pronta a sedare eventuali liti tra venditori e clienti, balli di contadini. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO ESTIVO

MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO ESTIVO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. BAGNOLI IRPINO AVELLINO, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
29 Km da TAURASI
  Area Montella, Acerno, Calabritto
Tanti stand enogastronomici che rendono onore al Tartufo Nero con le migliori ricette tradizionali e qualche azzardo. D'altronde si sa', in amore la fantasia premia. Il Tartufo mette in gara tanti corteggiatori e in mille modi diversi: dal concorso per il migliore cane da tartufo, a quello per il tartufo piu' grande. E per gli amanti delle forti emozioni ecco una sfida epica: il dolce al tartufo piu' grande al mondo. Un record che viene battuto ogni anno con una torta da guinness dei primati. E come ogni torta di nozze che si rispetti, viene condivisa tra tutti gli invitati e i festanti. Un matrimonio cosi' non poteva non finire che con un'orchestra e un gran ballo. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

PALIO DEL CASALE

PALIO DEL CASALE  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CAMPOSANO NAPLES, ITALY - CAMPANIA  Navigatore
39 Km da TAURASI
Altitudine: 47 mt. s.l.m.  Area Nola, Somma vesuviana, Provincia di Avellino
  Brochure PDF
Quasi tutti i comuni dell'agro nolano non hanno una propria storia, bensi' dividono la loro con quella di Nola e dei suoi sedici casali: Saviano, Sant'Erasmo, Sirico, San Paolo, Livardi, Liveri, Cimitile, Camposano, Cumignano, Faibano, Gallo, Risigliano, Vignola, Scaravito, Tufino, Casamarciano, ai quali se ne aggiunsero molti altri. Dopo le guerre sannitiche Nola divenne fedelissima a Roma, che la elevo' a municipium, le permise di avere un Senato proprio e perfino di coniare monete. Per la feracita' delle sue terre e per il clima dolce delle sue colline e del mare non lontano, molti patrizi si trasferirono in questa citta' e vi costruirono ville e mausolei. Altri coloni si stanziarono nell'agro, favoriti dalla distribuzione delle terre conquistate; vi costruirono le proprie case, dapprima modeste e povere poi piu' ampie con vaste corti, fino a formare dei villaggi e borgate con relativi luoghi di culto. Tali villaggi in epoca molto posteriore divennero dei veri e propri comuni autonomi (cio' avvenne durante il ducato di Napoli) e presero il nome dalle ville dei patrizi ivi stanziatisi. Cosi', ad esempio, Faibano da praedium Fabianum (gens Fabia); Scisciano da fundus Settianus; Pomigliano da gens Pomelia; Marigliano da praedium Marianum, o meglio da gens Marilia; Ottaviano da Octavianus ecc. ecc.. Nell'Alto Medio Evo subi' varie devastazioni da parte dei Barbari. Nel 647 d.C. fu annessa al Ducato di Benevento. Nel XIII secolo fu feudo prima dei Monfort, poi degli Orsini che vi regnarono fino a meta' del XVI secolo. Successivamente segui' le sorti del Regno di Napoli. Nel 1528 Carlo V spoglio' Enrico Orsini di tutti i beni posseduti e della vasta Contea di Nola. Nello stesso anno la citta' di Nola chiese all'imperatore Carlo V di inserirla nel Regio Demanio. Cio' le venne concesso nel 1529. Piu' tardi, quasi un secolo dopo, i bisogni della casa di Spagna fecero svanire quella liberta' che i casali di Nola, ridotti al numero di sedici, avevano conseguita nel 1529. Nel 1640, sotto Filippo IV, detto il Cattolico, fu fatto un nuovo infeudamento dei Casali di Nola, e molti altri luoghi demaniali che non ebbero modo di ricomporsi, passarono dalla liberta' che godevano sotto il demanio regale alla servitu' dei baroni. Queste terre furono vendute al re di Polonia, Ladislavo Sigismondo, per 45 carlini per ogni fuoco, compresa la giurisdizione civile e criminale dei Casali. Nel 1642 Ladislavo vendette al duca Diomede Carafa n15 Casali, escluso Cimitile che fu ceduto a Girolamo Albertino. Nel 1643, il duca Carafa rivendette i 15 Casali acquistati, ripartendoli nel modo che segue: undici Casali al duca Ma strilli, e cioe': Tufino, Vignola, Risigliano, Comiziano, Camposano, Faibano, Gallo, Casamarciano, Saviano, Sirico e S. Erasmo; due ad Orazio Mastrilli, detti Livardi e Scaruaito; uno ad Antonio Mastrilli: il Casale di S.Paolo Belsito, e Liveri a Felice Barone. Con l'avvenuta vendita, i Casali diNola, ormai separati dalla citta' di Nola, chiesero la divisione del territorio demaniale in base al numero dei fuochi di ciascuno di essi. Da allora inizio' una lunga contesa tra la citta' e i Casali che si protasse anche dopo la ripartizione del territorio comunale, documento redatto il 19 febbraio del 1725, stipulato nel palazzo Alberini Cimitile. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FESTA DEL SALTIMBOCCA

FESTA DEL SALTIMBOCCA  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. PENTA - CAMPANIA  Navigatore
39 Km da TAURASI
  Area Salerno, Cava de' Tirreni, Vietri Sul Mare
Raggiungete per primi gli stand della mostra mercato, per assaporare il celebre saltimbocca campano, il panino di pasta fatta a mano, cotta nel forno e farcita con pancetta, scamorza affumicata, prosciutto, fiordilatte, salsiccia e melanzane. Anche i piu' energici ghiottoni potranno gioire, quando scopriranno che ad accompagnare le loro folli scorpacciate ci sara' anche la migliore selezione di prodotti enogastronomici locali. E per non rimanere a bocca asciutta, innaffiate il tutto con l'immancabile vino novello, che scorrera' a fiumi durante tutta la festa. Scandite infine le vostre abbuffate con tanta buona musica, interpretata dalla frizzanti band locali, che si esibiranno in scatenate performance live. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

WINE AND TARANTA FEST

WINE AND TARANTA FEST  Open
Data prevista evento: Luglio 2018
Loc. TEORA AV, ITALIA - CAMPANIA  Navigatore
36 Km da TAURASI
Altitudine: 697 mt. s.l.m.  Area Conza della Campania, Calabritto, Senerchia
On the first Saturday of July, the second edition of Wine and Taranta Fest returns after the great success of last year, with an exceptional master like Eugenio Bennato who in fact baptized this beautiful festival of good music and excellent wine. This year we want to give it a different theme, if in the previous edition it was the theme of irpine wineries and art, now beyond the reportage of great music, the theme will focus on the march of the brigands in our areas, from 1800 to today. Four years after the last unreleased album, the Modena City Ramblers return with the new album Mani come rami, roots roots, released on March 10 for Modena City Records, with Believe distribution, cd and vinyl Limited. The Emilian band chose this time to go on new roads, realizing the album entirely on its own, with the only extraordinary exception of the collaboration with the American band Calexico, who in the My Ghost Town ballad, Typical sound of MRCs, waving between Celtic sounds and Tziganic atmospheres. In contrast, in contrast to the double cd of 2013 Nothing Again on the Western Front, in which the band had produced 18 tracks closely linked to chronicle episodes and historical events, in these new 13 tracks there is no reference to Explicit contexts or current events. The rhythm and energy of El senor Tex and Ragas pin de stras, evocative ballads like the title track Hands in your pockets, branches in the woods, the nostalgic nostalgic punk of Gaucho, me and you, beyond At the aforementioned My Ghost Town, are the best episodes of a record that fully reflects the consistency and tradition of a band that has been dancing and dreaming for fans for more than twenty-five years, mixing styles and languages, Poetry and irony, in a unique way and still unparalleled within the Italian music scen

FESTA DELLA CILIEGIA

FESTA DELLA CILIEGIA  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. CAMPOLI DEL MONTE TABURNO BN, ITALIA - CAMPANIA  Navigatore
28 Km da TAURASI
Altitudine: 432 mt. s.l.m.  Area Benevento, Frasso Telesino, Pannarano
Siamo tornati, anche quest'anno, con la Festa della Ciliegia. Vi diamo appuntamento all'11 e al 12 giugno, nel suggestivo borgo storico di Campoli del Monte Taburno. In attesa di svelarvi le novita' per l'edizione 2017, vi anticipiamo le iniziative che verranno confermate per questa due giorni di festa. Cominciamo dal concorso fotografico 'Ceras&ando'.Sul sito http://www.prolocomontetaburno.it/ potete trovare tutte le informazioni utili a riguardo. Rinnovata la collaborazione con Slow Food, presente con laboratori e degustazioni. La domenica mattina del 12, inoltre, ci sara' il raduno d'auto d'epoca, dopo il grande successo e la numerosa partecipazione dello scorso anno. La protagonista della festa e', ovviamente, la ciliegia, che potrete assaggiare e, perche' no, acquistare insieme ad altri prodotti tipici nel mercatino allestito nel borgo storico. L'ottima cucina locale e il pregiato vino della nostra terra vi accompagneranno nella manifestazione. Saremo lieti di farvi conoscere i piatti della nostra tradizione, senza rinunciare a qualche piacevole innovazione culinaria. A tal proposito, ricordiamo che, nella giornata di domenica 12, sara' possibile anche pranzare presso i nostri stand. Per chi non vorra' perdersi neppure un attimo della festa, sara' attivo il pacchetto completo, che permettera' di soggiornare nelle strutture ricettive presenti sul nostro territorio. Un territorio che potrete scoprire ed apprezzare anche attraverso le visite guidate negli affascinanti ciliegeti delle nostre campagne Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni CAMPANIA vicino a BONITO San Nicola Manfredi Benevento Avellino: 'FESTA DELLE SPIGHE'   'SAGRA DEL CARCIOFO PRETURESE'   'SAGRA DELLA PANCETTA E SALSICCIA DI CINGHIALE'   'PALIO DEI QUARTIERI'   'ORSARA JAZZ SUMMER CAMP'   'LA NOTTE DEI SAPORI'   'C'ERA UNA VOLTA AL BORGO... - ALLA RISCOPERTA DI ANTICHI MESTIERI E SAPORI!'   'CANTINE APERTE'   'MEDIOEVALIA NOLANA'   'MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO ESTIVO'   'PALIO DEL CASALE'   'FESTA DEL SALTIMBOCCA'   'WINE AND TARANTA FEST'   'FESTA DELLA CILIEGIA'  

CAMPANIA


La Campania, situata nel'Italia meridionale, si estende lungo il versante del mar Tirreno, dalla foce del Garigliano al Golfo di Policastro. La dolcezza del clima, la bellezza delle coste, la ricchezza dell'arte e della storia, l'amore per la cucina rendono la Campania una terra tutta da vivere. Un viaggio che inizia dal mare, re incontrastato, con il suoi colori intensi, le coste ricche di baie, insenature e pareti rocciose, le isole del Golfo di Napoli Capri, Ischia e Procida, veri capolavori della natura. Questa regione è caratterizzata da una dalla ricca vegetazione mediterranea in cui sono incastonati paesi ricchi di storia, d'arte e di tradizioni, dove trascorrere un soggiorno indimenticabile. E come dimenticare il monumento della natura che domina imponente questa terra? Il Vesuvio, cupo e misterioso, amato per la sua bellezza e temuto per la sua potenza. E poi Napoli, conosciuta nel mondo per l'intensità e la passione della sua musica che, come la città, mescola aspetti colti e popolari, sacri e profani, gioiosi e malinconici. E adagiata su una terrazza di tufo a strapiombo sul mare, Sorrento. In questo scorcio di paradiso, coste frastagliate e inaccessibili si alternano a piccole e nascoste spiagge che danno vita ad un paesaggio unico. Qui l'opera dell'uomo è stata grandiosa. Le zone più impervie oggi sono costituite da una serie di terrazzamenti degradanti verso il mare, utilizzati per coltivare agrumi, ulivi e viti. Sono i giardini dai quali esalano gli inebrianti profumi di aranci, limoni e zagare. Musica, mare, divertimento e natura, ma anche storia e cultura.

Da Vedere: La Costiera Amalfitana: E' situata sul fianco sud della penisola di Sorrento ed è una delle zone balneari più rinomate del Sud Italia. La strada principale si estende da Sorrento a Positano e durante il tragitto si possono ammirare, fra le altre, stupende località quali Praiano, Amalfi, Ravello e Minori con le sue rovine romane. Il Maschio Angioino a Napoli: simbolo della città, fu edificato per volere di Carlo D'Angiò che volle una residenza fortificata vicino al mare. Napoli vale una visita anche per altri monumenti fra cui il Duomo, il Palazzo Reale e la monumentale Piazza Plebiscito. Gli scavi di Pompei in provincia di Napoli colpita dall'eruzione del Vesuvio insieme ad Ercolano e Stabia nel 79 d.c. , periodo del suo massimo splendore. L'Isola di Ischia: Appartenente al golfo di Napoli è la principale fra le isole Flegree. Denominata anche Isola Verde per la colorazione delle sue rocce (il tufo verde), Ischia e' particolarmente famosa per la ricchezza di sorgenti termali attorno alle quali si sono sviluppati attrezzati centri benessere. L'isola di Capri: E' certamente una delle isole minori più esclusive d'Italia ed è' costituita da due centri , Anacapri e Capri raggiungibile quest'ultima attraverso una funicolare. Da non perdere sono i famosi Faraglioni e la Grotta Azzurra. Parco del Cilento: Nel 1973 durante il convegno internazionale I parchi costieri mediterranei venne sottolineata la necessità di realizzare un parco naturale nel territorio cilentano per difendere il territorio dal cosiddetto turismo di rapina che già allora iniziava a dare i suoi primi risultati. L'atto ufficiale di nascita del Parco avviene il 6 dicembre 1991, con la legge R 394. Il Parco nazionale del Cilento-Vallo di Diano comprende quasi tutta la parte meridionale della provincia di Salerno. L'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria costeggia il perimetro del parco sui lati settentrionale e orientale. Le uscite più convenienti sono: Battipaglia per la fascia costiera da Agropoli a Palinuro; Campagna, Sicignano e Petina per i monti Alburni; Sala Consilina e Padula per l'area del Cervati; ancora Padula per la fascia costiera da Policastro a Marina di Camerota. Diverse strade statali attraversano il parco con percorsi tortuosi ma di grande interesse paesaggistico e infine vi sono altre rotabili minori. Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è il secondo parco in Italia per dimensioni e si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell'appennino campano - lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison. Alle straordinaria eterogeneità del territorio si affianca il carattere mitico di una terra ricca di storia e cultura.

Gastronomia e Vini: La gastronomia campana ha reso l'Italia conosciuta nel mondo grazie alla pizza che rispecchia il gusto e la semplicità di un intero paese. I napoletani, popolo ingegnoso, la inventarono mentre erano alla ricerca di un piatto povero ma allo stesso tempo nutriente. In origine la pizza era bianca, solo pasta e mozzarella; il pomodoro fu introdotto dopo che venne importato dall'America. Altri piatti tipici sono il 'rraù' o ragù del guardaporta, un piatto unico a base di strutto, grasso di prosciutto e fettine di vitello ripiene di formaggio, aglio,pinoli, uvetta e prezzemolo; i calamaretti alla napoletana arricchiti con pinoli e olive nere e fra i dolci la pastiera napoletana fatta con ricotta e aranci ed il Babà. La Campania è anche la patria della pasta che spesso viene condita semplicemente con pomodoro e origano e della mozzarella, famose quelle di bufala che viene prodotta a Capua e Battipaglia. Fra i vitigni tipici della regione sono il Trebbiano, il Sangiovese, la Malvasia, il Greco e l'Aglianico, mentre fra i vini che si producono i più bevuti sono il Procida ed il Vesuvio tra i rossi e il Lacrima Christi, L'Ischia ed il Capri fra i bianchi. Degno di nota è anche il famoso limoncello di Sorrento.