Please, enable JavaScript on your browser
porto san giorgio - eventi manifestazioni sagre a porto san giorgio
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

  PORTO SAN GIORGIO


PORTO SAN GIORGIO

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a PORTO SAN GIORGIO Fermo Monterubbiano Moresco

CAMPIONATO ITALIANO PISTA - PATTINAGGIO A ROTELLE

CAMPIONATO ITALIANO PISTA - PATTINAGGIO A ROTELLE  Open
Data prevista evento: Luglio 2018
Loc. POLLENZA MACERATA, ITALY - MARCHE  Navigatore
41 Km da PORTO SAN GIORGIO
Altitudine: 324 mt. s.l.m.  Area Treia, Tolentino, Macerata
Dal 3 al 5 luglio 2017 si svolgera' a Pollenza (MC) il campionato italiano di pattinaggio a rotelle Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DEL CALCIONE E DEL RAVIOLO

SAGRA DEL CALCIONE E DEL RAVIOLO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. TREIA MACERATA, ITALY - MARCHE  Navigatore
44 Km da PORTO SAN GIORGIO
  Area Macerata, Tolentino, Urbisaglia
Solo il pensiero di quella pasta di sfoglia dolce con l'impasto di pecorino, zucchero, uova e olio vi fara' venire l'acquolina in bocca. L'unico modo per provare il vero Calcione, con il suo mix perfetto di dolcezza e sapidita', e' partire per Treia vicino Macerata. Solo una terra come le Marche, dove la cucina e' una forma d'arte, poteva immaginare e produrre un prodotto cosi' buono. Infatti, a questa Sagra, saranno la pasta sfoglia e i suoi ripieni i veri protagonisti. Insieme al Calcione ci sara' anche il ben piu' conosciuto Raviolo. Stessa bonta' ma anche tante differenze tra i due: il calcione ha la pasta sfoglia dolce, il raviolo salata, il primo ha il buco da cui esce il ripieno di uova pecorino e zucchero, il secondo tiene tutti i sapori al suo interno. Il Calcione e' un prodotto da cuocere al forno e che si mangia da solo, mentre il Raviolo e' un primo piatto che si accompagna con i sughi della tradizione. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA

FRITTO MISTO ALL'ITALIANA  Open
Data prevista evento: Aprile 2018
Loc. ASCOLI PICENO, ITALY - MARCHE  Navigatore
42 Km da PORTO SAN GIORGIO
  Area Ripe, Civitella del Tronto, Montedinove
Da qualche anno Ascoli Piceno, terra d'origine della famosa oliva ascolana, diventa anche capitale della frittura, in particolare del Fritto Misto all'Italiana, accogliendo un pubblico vastissimo, goloso e curioso. La kermesse prevede degustazione di specialita' fritte secondo ricette provenienti da ogni regione d'Italia, attivita' didattiche e ludiche per i piccoli ospiti, area espositiva sul fritto e curiosita' annesse, oltre a convegni tematici sul prodotto per eccellenza, l'oliva tenera ascolana Dop. Accanto al fritto non puo' mancare il vino o la birra, con Lezioni da Bere, dimostrazioni e curiosita' sugli abbinamenti con i prodotti fritti. La manifestazione permette di conoscere e attraversare, in nome del fritto, tutte le regioni d'Italia, incontrando grandi eccellenze gastronomiche del Bel Paese, dall'oliva tenera ascolana al cannolo siciliano alle paste cresciute napoletane alle seadas sarde. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni MARCHE vicino a PORTO SAN GIORGIO Fermo Monterubbiano Moresco: 'CAMPIONATO ITALIANO PISTA - PATTINAGGIO A ROTELLE'   'SAGRA DEL CALCIONE E DEL RAVIOLO'   'FRITTO MISTO ALL'ITALIANA'  

MARCHE


Il nome della regione (diventato plurale solo dal 1815) deriva dalla parola tedesca Mark che significa regione di confine: infatti le Marche segnarono il limite con il Sacro Romano Impero. Le Marche sono una regione dell'Italia centrale, meravigliose quanto insolite per la loro diversità di paesaggio e territorio: forme armoniche e sinuose, falesie e grotte che si alternano a spiagge indimenticabili, colline che rievocano storia, tradizione, arte e montagne attrezzate con impianti di risalita per gli appassionati di sci. Il territorio è in prevalenza collinare e montuoso, abbraccia il versante adriatico dell'Appennino umbro-marchigiano con le sue spiagge basse e sabbiose. Rinomato la lunga distesa di sabbia fine e dorata, bagnata da acqua cristallina, che si trova a Senigallia, con il suo lungomare vivo e mondano durante tutte le ore del giorno. Non sono da meno Gabicce mare, Pesaro, Fano, Civitanova Marche e San Benedetto del Tronto che rappresentano una meta ideale per chi ha voglia di rilassarsi e di trovare ristoro tra i tanti stabilimenti balneari, mentre per chi ama la natura estrema, la riviera del Conero offre scenari suggestivi e lembi ancora selvaggi, a volte raggiungibili solo via mare o tra sentieri ritagliati nel verde della macchia mediterranea. Le Marche sono una regione unica soprattutto per quanto riguarda la natura. La regione ospita infatti numerosi parchi nazionali e regionali e oasi del WWF da scoprire; i parchi dei Monti Sibillini e dei Monti della Laga offrono uno spettacolo unico per gli appassionati di trekking. Non si possono perdere le Grotte di Frasassi, mèta di visite da ogni parte d'Europa e di grande interesse speleologico per il fenomeno carsico che hanno originato splendide grotte, alcune delle quali abitate sin dalla preistoria. Distese di frutteti e vigneti sulle colline picentine e nella Valle dell'Esino contornano case coloniche dal calore antico dove è possibile riscoprire il gusto semplice delle cose genuine. Dimore signorili o antiche case mezzadrili adibite ad agriturismo raccontano la vita del tempo passato, ed accolgono viaggiatori e turisti alla ricerca di emozioni autentiche.

Da Vedere: Palazzo Ducale di Urbino: ha sede la Galleria Nazionale delle Marche dove sono custodite opere di grande valore. Tra i dipinti in mostra ricordiamo tele di Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca. Oltre al museo si possono visitare le sale con arredi d'epoca e gli immensi sotterranei del palazzo. Le Grotte di Frasassi si trovano a Genga, a circa 60 km da Ancona. Sono il complesso carsico più vasto d'Italia e si estendono per un percorso visitabile di circa 1,5 km, ricco di stalattiti e stalagmiti. La cavità maggiore è chiamata Grotta Grande del Vento. Poco distante si trova la gola di Frasassi, lunga 2 km, stretta tra 2 monti (Frasassi e Valmontagnana) e piena di grotte spesso di difficile accesso. All'ingresso della grotta del Santuario c'è una chiesetta datata 1828 opera di Valadier con la Vergine dei Monti del Canova. Recanati: in provincia di Macerata. Da visitare la Casa Natale del poeta Giacomo Leopardi (1798-1837) in cui attraverso autografi, oggetti, libri e scritti inediti si ripercorre tutta la vita del poeta. La Santa Casa di Loreto: meta di pellegrinaggi religiosi, e' tra i più celebri santuari d'Italia. Eretto tra il XV e il XVIII secolo per volontà dei Papi per custodire la casa che la tradizione vuole sia giunta miracolosamente in Italia da Nazareth. Riviera del Conero: dista circa 10 km da Ancona ed è l'unico tratto di costa frastagliata del litorale adriatico. Comprende l'incantevole baia di Portonovo, Sirolo, paesino medievale a picco sul mare, Numana, antico porto piceno, e il suo lido Marcelli. Dal 1987 è stato istituito il Parco Regionale del Conero.

Gastronomia e Vini: Le Marche rappresentano un punto di incontro tra le tradizioni gastronomiche del nord e del sud Italia. Gli aspetti della cucina locale coincidono con le caratteristiche geografiche della regione: entroterra e marittimo. Infatti sull'Appennino Umbro-Marchigiano la cucina é fatta di sapori forti, decisi in cui prevale la carne e in cui spicca la saporitissima porchetta che viene preparata ancora secondo antiche. Altro prodotto caratteristico della campagna marchigiana è il tartufo, bianco o nero, usato per insaporire moltissimi piatti. Insieme con i funghi, i tartufi sono i protagonisti di uno dei piatti locali più tipici il vincisgrassi (grosse lasagne, condite con funghi, tartufi e fegatini, coperte di besciamella e cotte in forno). Sulla costa invece prevalgono i prodotti ittici: piatto simbolo è il brodetto di mare che ogni città marchigiana personalizza con l'aggiunta di qualche alimento. Abbondano crostacei, frutti di mare e pesce azzurro insaporito da erbe aromatiche ed olio d'oliva. Tipiche delle Marche sono le grosse e succose olive che costituiscono uno dei piatti più famosi della regione: le olive all'ascolana. Il vino più famoso è il Verdicchio, dalla caratteristica bottiglia a forma di anfora, è un vino bianco che si abbina benissimo con i piatti di pesce della cucina locale. Ne esistono diverse varietà, tra le quali due D.O.C.: Verdicchio dei Castelli di Jesi e Verdicchio di Matelica. Da segnalare anche i bianchi dei Colli Maceratesi e del Metauro. Tra i rossi citiamo quello del Conero e quello di Ascoli Piceno.