Please, enable JavaScript on your browser
il cantuccio - eventi manifestazioni sagre a san giustino

 AGRITURISMO IL CANTUCCIO

AGRITURISMO
IL CANTUCCIO

Eventi, manifestazioni e sagre vicini a SAN GIUSTINO San Giustino Sansepolcro Pieve Santo Stefano

L'ARTISTA E LA MANO

L'ARTISTA E LA MANO  Open
Data prevista evento: Settembre 2018
Loc. MUSEO DIOCESANO, VIA FEDERICO DA MONTEFELTRO, GUBBIO PG, ITALIA - UMBRIA  Navigatore
42 Km da IL CANTUCCIO
  Area Cantiano, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo
Quella che si prefigura, per la grande volonta' degli artisti stessi che vi partecipano in collettiva, come una vera mostra manifesto atta al recupero della manualita', nasce proprio dall'esigenza di riscoprirsi capaci; capaci di disegnare, di modellare, di miscelare i colori. Riscoprire, rivalorizzare le tecniche storiche, restituendo valore alla techne', al sapere fare con le mani, senza perdere di vista l'estetica moderna, l'espressione artistica attuale che comunque puo' e deve dialogare con la piu' radicata cultura artigianale. Con l'arte concettuale, l'arte povera e il minimalismo, l'artista ha cessato di essere un artigiano, ha in gran parte rinnegato la sua manualita', prediligendo la negazione della forma, della campitura calcolata, il rifiuto dell'armonia cromatica. Ma questo non significa che non sia possibile un'inversione di tendenza, oppure ancor meglio, la nascita un nuovo filone parallelo di artisti, anche di matura derivazione accademica, che riprendano in mano tutte le tecniche e i materiali per riscoprire la genesi dell'arte. Ed e' cosi' che nasce questo progetto che si vede perfettamente integrato all'interno di un contenitore storico, artistico ed architettonico, che della manualita' delle maestranze due e trecentesche vede traccia ovunque, il Palazzo dei Canonici di Gubbio, oggi sede del Museo Diocesano. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

SAGRA DEL FUNGO PRUGNOLO

SAGRA DEL FUNGO PRUGNOLO  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. MIRATOIO RIMINI, ITALY - EMILIA ROMAGNA  Navigatore
24 Km da IL CANTUCCIO
  Area Carpegna, San Sisto, Frontino
Una delle sagre piu' longeve della provincia di Rimini che si perpetua da ben 28 anni, grazie agli sforzi di tutta la popolazione di questo piccolo borgo dell'entroterra, che vi accogliera' con la sua proverbiale ospitalita'. Lasciatevi dunque incantare dalla bonta' di questo fungo raro e prelibatissimo, dal sapore antico che rischia di andar perduto. Fatevi ammaliare dalle ghiotte degustazioni, che proporranno il protagonista della Sagra in mille differenti formule. Lasciate che le vostre papille vengano sedotte dagli intramontabili prodotti tipici e dalla specialita' classiche della tradizione romagnola. Accompagnate il tutto con la pozione segreta del dio Bacco, l'ottimo vino locale che solo queste terre riescono a produrre. Scoprite tutti i segreti dell'entroterra del riminese attraverso i suoi mercatini artigianali e le sue iniziative benefiche. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

OCIO E MACCHERONI

OCIO E MACCHERONI  Open
Data prevista evento: Giugno 2018
Loc. RUSCELLO AR, ITALIA - TOSCANA  Navigatore
35 Km da IL CANTUCCIO
Altitudine: 255 mt. s.l.m.  Area Arezzo, Piantravigne, Sansepolcro
E' dal 1992 che il Comitato della Civilta' Contadina di Ruscello organizza un evento volto alla valorizzazione delle tradizioni contadine e della gastronomia aretine. Il menu' della sagra prevede vari piatti tipici come maccheroni al sugo d'ocio, ocio al forno, colli ripieni e cipolle d'ocio. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

BANCHETTO MEDIEVALE

BANCHETTO MEDIEVALE  Open
Data prevista evento: Maggio 2018
Loc. CASTIGLION FIORENTINO AREZZO, ITALY - TOSCANA  Navigatore
32 Km da IL CANTUCCIO
Altitudine: 297 mt. s.l.m.  Area Arezzo, Bettolle, Isola Maggiore
Nel suggestivo chiostro di S.Francesco a Castiglion Fiorentino (AREZZO) si terra' la 12^ edizione del Banchetto Medievale. Vi ritroverete dal XXI al XV secolo: ogni suono, ogni particolare, ogni personaggio sembrera' uscito dalle pieghe del tempo. Il messere e la dama, padroni di casa, accolgono i convenuti all'ingresso e li accompagnano ai tavoli apparecchiati con juta e tela grezza, sopra i quali vengono poste candele, centro tavola di erbe aromatiche e bacinelle di acqua profumata da petali di rosa. Le pietanze dai sapori agrodolci e speziati, tipiche del Basso Medioevo, vengono servite nei cocci di terracotta e gustate con posate di legno, mentre l'oste riempie copiosamente le brocche di ottimo vino. Il tutto accompagnato da musiche d'epoca suonate con antichi strumenti ed ammirando alla luce di torce e candele, l'esibizione di giocolieri, giullari, mangiafuoco, musici e sbandieratori. Quest'anno ad allietare la saranno presenti: L'Allegra Brigata, LosnaFire, Mago Traverso, Cloris la Veggente e l'immancabile gruppo Musici e Sbandieratori del Terziere di Porta Fiorentina. Come potete immaginare l'atmosfera sara' unica!!! Gli apprezzamenti riscossi gli scorsi anni e il successo di pubblico, ci impegnano a migliorarci sempre di piu', perche' siamo consapevoli di regalare un'emozione unica nel suo genere. Lo confermano anche le prenotazioni che si susseguono di anno in anno, sia di coloro che hanno gia' partecipato, che di quelli che non avendo trovato posto l'anno precedente non vogliono rischiare di rimanere ancora una volta a bocca asciutta. Quindi vi consigliamo di prenotare in anticipo visto che i fortunati potranno essere solo 140. Non lasciatevi sfuggire l'occasione di una cena unica, in un ambiente splendido che molti ci invidiano. Warning: the event has already submitted in the past on the indicated dates. Check with the organization the correct dates

Eventi, sagre e manifestazioni UMBRIA vicino a SAN GIUSTINO San Giustino Sansepolcro Pieve Santo Stefano: 'L'ARTISTA E LA MANO'   'SAGRA DEL FUNGO PRUGNOLO'   'OCIO E MACCHERONI'   'BANCHETTO MEDIEVALE'  

UMBRIA


Originariamente questa regione fu abitata da due popoli: gli Umbri e gli Etruschi. All'epoca romana il suo territorio si estendeva fino alla costa adriatica mentre alla caduta dell'impero la regione venne divisa tra i Bizantini ed i Longobardi. In seguito l'Umbria venne divisa in tanti piccoli stati che erano prevalentemente sotto il dominio delle signorie dei Malatesta e del Monferrato. Paesaggi incontaminati, immersi nel verde delle valli sinuose, e antichi borghi fanno dell'Umbria una regione incantata. Una terra, fatta di colline, monti e valli, che nasce nel cuore dello stivale e si estende sul medio bacino del Tevere. L'Umbria è anche la regione del Lago Trasimeno, il maggiore lago dell'Italia centrale, nel cui territorio sono presenti, ancora oggi, i resti di insediamenti etruschi, specie nell'area di Castiglione del Lago, località che unisce al fascino del paesaggio naturale, il romanticismo e la quiete delle acque del lago. Dalle acque del Trasimeno si passa alle acque delle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni, considerate tra le più belle d'Europa. Le cascate che si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri, sono avvolte da una vegetazione rigogliosa e sono mèta di sportivi amanti di canoa, kayak e non solo. Sempre in provincia di Terni vanno segnalate due piccole perle: una legata alla storia e l'altra al territorio. Carsulae, antica cittadina romana percorsa dall'antica via Flaminia, custodisce diversi monumenti, tra cui l'arco di S. Damiano. L'altra perla è la foresta fossile di Dunarobba, un raro esempio di foresta che esisteva 3 milioni di anni fa, i cui tronchi si presentano in ottimo stato di conservazione, immersi in un paesaggio che sembra lunare.

Da Vedere: Assisi: La città di Assisi è situata su uno sperone del Monte Subasio ed è conosciuta in tutto il mondo sia per la sua bellezza storica ed artistica sia come luogo di culto (sono conservate in questa città le spoglie di San Francesco). Il nucleo della città è completamente cinto da mura e la porta di San Francesco è l'ingresso principale alla città. Bellissima da visitare è la Basilica di San Franesco che è stata edificata nel 1228 e composta da due chiese: la chiesa superiore e quella inferiore. Nella cripta della chiesa inferiore viene conservato il corpo di San Fracesco. In questa basilica sono resenti splendidi affreschi di Cimabue, di Giotto e di Pietro Lorenzetti. Nei pressi di Assisi si trovano delle carceri che in origine era un oratorio circondato da grotte dove San Francesco era solito pregare. Gubbio: Gubbio è una celebre cittadina umbra che situata roccia del Monte Ingino e circondata da bellissime colline. E' una cittadina molto caratterstica grazie al suo aspetto medievale e alle sue strade disposte su diversi livelli collegate da gradinate che creano un effetto molto suggestivo. Gubbio ha origini antichissime che si fanno risalire agli inizi della civiltà umbra (come testimoniato nelle preziose 'Tavole Eugubine' conservate nel Palazzo dei Consoli). Ha la tipica struttura di cittadina medievale e possiede chiese e monumenti che sono capolavori dell'arte duecentesca e trecentesca. Da visitare sicuramente il complesso formato dal Palazzo dei Consoli, dalla Piazza Pensile e dal Palazzo Pretorio. Gubbio possiede anche un bellissimo Duomo in stile gotico, la chiesa di Sant'Agostino, la chiesa di San Francesco. Spoleto: Spoleto è una bella cittadina umbra che nel periodo medievale ebbe un ruolo molto importante: fu infatti capitale dell'Impero Longobardo. Nella parte alta della città è presente un antico teatro romano del I secolo a.c., l'Arco di Druso del 23 d.c., la chiesa di Sant'Ansano ed un tempio del periodo romano. Da visitare poi il bellissimo Duomo romanico del XII secolo al cui interno sono conservate opere di Filippo Lippi e del Pinturicchio.

Gastronomia e Vini: La cucina dell'Umbria si distingue per l'uso di cibi semplici e genuini. Tra i prodotti tipici vi sono gli insaccati, i latticini, i legumi ed il tartufo (sia bianco che nero). Tra i primi troviamo gli 'umbricelli' , tipici spaghetti fatti a mano conditi con pomodoro, sugo di carne d'oca o sugo a base di interiora di pollo. Tra e minestre è molto famosa la 'scafata' a base di fave, aglio, bietola e pomodoro. Un altro piatto tipico della cucina umbra è la torta al testo (a base di farina, sale, pepe e olio). Tra i secondi una specialità della gastronomia umbra è senza dubbio la faraona alla ghiotta: in questa ricetta la faraona viene cotta allo spiedo e poi avvolta in fette di prosciutto. Vi sono poi delle ricercate ricette a base del pesce del Lago Trasimeno: troviamo la 'carpa regina in porchetta', il 'tegamaccio di anguilla', il capitone allo spiedo ed i latterini fritti. Tra i dolci troviamo le 'pinoccate', dolci tipici natalizi a base di zucchero e pinoli, il 'torciglione' a base mandorle ed il famoso 'torcolo di San Costanzo', una particolare ciambella con uvetta, canditi e pinoli.