Please, enable JavaScript on your browser
antica tonnara di avola a via miramare, avola syracuse, italy - sicilia
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 sito architettonico ANTICA TONNARA DI AVOLA

sito architettonico
ANTICA TONNARA DI AVOLA

ANTICA TONNARA DI AVOLA

Presso l'incrocio tra Via Miramare e la strada Marina Vecchia, sorge il centro della borgata marina di Avola ( 1600 circa ). La marina avolese ebbe il suo maggiore sviluppo urbanistico con la costruzione in pianta stabile della tonnara. Negli anni trenta essa costituisce uno scalo importante per il commercio marittimo, e soprattutto per l'intera comunita'. L'impianto comprendeva industrie per la lavorazione del tonno, distillerie di agrumi e un mulino per la lavorazione del frumento. La tonnara e' costituita dal Malfaraggio, che comprende la Loggia, il locale per il ricovero delle barche e lo stabilimento per la lavorazione del tonno. Esistono, inoltre, gli alloggi dei pescatori, i magazzini e la casa stagionale del proprietario. Dal punto di vista architettonico, il palazzotto del proprietario rispecchia lo stile degli inizi del secolo scorso. Il terreno in discesa crea lo spazio per il piccolo appartamento in cui alloggiava il padrone di casa, che nella stagione estiva diventava lui stesso un marinaio. Segue la Loggia Grandiosa, circondata per tre lati dal mare e ampliata, in estate, da un grande recinto con il tetto di paglia per l'essiccatura delle interiora. Dell'antica struttura, ormai, e' rimasto ben poco, come il grande arco a tutto sesto del lato opposto alla Loggia. Da qui venivano tirate in secco le barche per la stagione invernale. Alta sul mare, troviamo troviamo una serie di grandi locali che venivano usati come magazzini adibiti alla coservazione delle lunghe trappole , ovvero cinque chilometri di reti, boe e le ancore che servivano a fissare le apparecchiature contrastando la forza dei venti. Anticamente, venivano calate lungo le coste siciliane moltissime tonnare: quelle del versante settentrionale venivano chiamate di corsa , quelle del versante meridionale di ritorno