Please, enable JavaScript on your browser
la bollente acqui terme a piazza della bollente, acqui, alessandria, italy - piemonte
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 sito storico LA BOLLENTE ACQUI TERME

sito storico
LA BOLLENTE ACQUI TERME

LA BOLLENTE ACQUI TERME

Acqui Terme (A'ich, ̉ich oppure Naich in piemontese; Aquae Statiellae o Aquae Statiellorum in latino) e' un comune di 20.566 abitanti della provincia di Alessandria.Acqui Terme sorge nella zona sud-orientale dell'alto Monferrato sulla sponda sinistra del fiume Bormida, che, dopo la confluenza dei due rami di Spigno e di Millesimo, si apre la strada verso la pianura di Alessandria, tra colline dolcemente ondulate. La citta' sorge in una posizione strategica all'incrocio di alcune strade importanti: la statale del Turchino che va da Asti a Nizza Monferrato, Acqui, Ovada e Voltri e quella della Val Bormida che da Alessandria porta fino a Savona, attraverso il Colle di Cadibona; infine quella del Sassello, da Acqui a Varazze e Savona per il Colle del Giovo, un percorso panoramico ma ricco di curve. Il nucleo piu' antico e' il Borgo Pisterna, adiacente al Borgo Nuovo e al Borgo San Pietro: rappresentano assieme l'attuale centro della citta', che si e' poi via via andato sviluppando sia verso la pianura che verso la collina. In epoca piu' recente e al di la' del fiume Bormida si e' sviluppata la zona termale e dei Bagni, con l'Hotel Antiche Terme, sede di un grandioso parco, gli stabilimenti termali e numerosi alberghi, e le frazioni di Ovrano e Lussito. Il primo appuntamento per chi arriva nella citta' e' la visita a Piazza della Bollente, sul lato del centralissimo corso Italia. Qui, al centro della piazza, e' posta un'edicola marmorea ottagonale, realizzata nel 1879 dall'architetto Giovanni Cerutti, che circonda una fonte termale da cui sgorga l'acqua bollente e curativa: 560 litri al minuto a 74,5 C° di un'acqua sulfureo-salso-bromo-iodica. Una leggenda narra che i bambini appena nati fossero portati alla fonte per esservi immersi per un attimo: se ne uscivano vivi, meritavano l'appellativo di sgaiento', ossia scottati.