Please, enable JavaScript on your browser
canyon gorroppu a urzulei og, italia - sardegna
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 sito naturalistico CANYON GORROPPU

sito naturalistico
CANYON GORROPPU

CANYON GORROPPU

La gola di Gorropu o di Gorroppu e' un profondo canyon ubicato nel Supramonte, in Sardegna, e demarca il confine tra i comuni di Orgosolo e Urzulei. La gola si e' originata grazie all'intensa azione erosiva provocata delle acque del Rio Flumineddu. La Gola di Gorropu, con i suoi oltre 500 m di altezza ed una larghezza che varia da poche decine a 4 metri, e' considerata uno dei canyon piu' profondi d'Europa ed ospita diversi endemismi sardi, tra i quali, la aquilegia di Gorropu, detta altrimenti nuragica. La piu' facile via d'accesso alla faglia tettonica, che si estende dal golfo di Orosei ai Supramonte, e' quella nei pressi di Urzulei, in localita' Genna Si'lana, lungo la strada statale 125 all'altezza del km 183. Il canyon puo' essere raggiunto percorrendo un percorso escursionistico esperto per il quale e' necessaria l'adeguata attrezzatura. Il sentiero si sviluppa per una lunghezza di 12 chilometri, superando un dislivello di 200 metri, fino a raggiungere la Gola di Gorropu, in fondo alla quale scorre il Rio Flumineddu. Il tempo di percorrenza e' di tre ore. La Gola di Gorropu e' raggiungibile anche partendo da Dorgali: si attraversa (anche in auto) la vallata di Oddoene fino a raggiungere il ponte di S'abba Arva, da qui si prosegue a piedi per circa due ore costeggiando per un tratto il Rio Flumineddu e il versante Sud Est del Monte Oddeu. La particolarita' del luogo e le alte pareti che delimitano la gola, hanno dato vita a strane leggende: si dice che, dal punto piu' stretto ed oscuro della gola, dove le pareti si ergono verticali superando i 450 metri, sia possibile vedere le stelle in pieno giorno. Un'altra dice che, nelle scoscese pareti, sboccino di notte, i magici fiori della felce maschio. Solo ai piu' coraggiosi e' dato coglierli, calandosi dal Supramonte di Orgosolo. L'euprotto sardo e' un endemismo sardo-corso considerato l'anfibio piu' raro d'Europa oltre al Geotritone del Supramonte, presente nella vicina grotta Su Palu. Altre rarita' sono la Biscia dal collare e tra i pesci la trota sarda. Assai vasta e' invece la colonia di mufloni, lepri sarde, volpi, ricci e cinghial