Please, enable JavaScript on your browser
coreglia antelminelli a coreglia antelminelli lu, italia - toscana
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 citta  borgo COREGLIA ANTELMINELLI

citta  borgo
COREGLIA ANTELMINELLI

COREGLIA ANTELMINELLI

C'e' una zona della Toscana che si assottiglia sino a diventare un nastro color smeraldo, inserito perfettamente tra le Alpi Apuane l'Appennino Tosco-Emiliano: e' la Media Valle del Serchio, terra magica di scorci incantevoli, in cui sorge il comune di Coreglia Antelminelli. Situata in provincia di Lucca, popolata da poco piu' di 5 mila abitanti, non a caso la cittadina fa parte del Club dei Borghi piu' belli d'Italia. Ad incorniciare il paese ci sono i vigneti carichi di una lucente, i campi variopinti che si estendono a perdita d'occhio, e ancora costellazioni di borgate e casolari semplici, che si stagliano contro l'aria pulita insieme alle pievi e ai ruderi di castelli. Un contorno degno di Coreglia Antelminelli, abbarbicata a una rupe che si getta nel Serchio, intrisa di storie senza tempo e agghindata da gioielli storico-artistici di grande pregio, che ne fanno una meta imperdibile per le passeggiate culturali ed eno-gastronomiche. Tra i monumenti e gli edifici del borgo ci sono due luoghi di culto, che da soli, giustificherebbero il viaggio sin qui. Il primo e' la chiesa di San Martino, di epoca preromanica, tra le piu' antiche della storica Lucchesia: edificata nel corso del IX secolo venne ingrandita nel X, con la costruzione delle arcate interne tuttora visibili, i sostegni, l'abside e i raffinati capitelli. Nel secolo seguente ha conosciuto ulteriori rifacimenti, mentre l'asimmetria della facciata principale risale ai secoli XVI e XVII e il campanile, infine, e' del 1854. L'altra chiesa da non perdere e' quella di San Michele, realizzata accanto alla fortezza e alla torre cittadina, poi convertita in campanile, nell'anno Mille. Dentro si puo' ammirare il piu' antico sostegno di pulpito di tutte le chiese della Val di Serchio, ovvero l'ambone preromanico che raffigura una mucca, ma e' molto bello anche il crocifisso del Quattrocento e la coppia di statue marmoree che rappresenta la Madonna e l'Angelo Annunziante, probabilmente opera di Giovanni di Balduccio. Tra gli edifici civili piu' interessanti di Coreglia Antelminelli ci sono numerosi palazzi, specialmente di origine cinquecentesca, come il Palazzo del Comune del 1572, e i palazzi Antonimi e Vincenti. Nel Palazzo Vincenti e' nato Benedetto Pulcinelli, uno dei botanici piu' famosi ed esperti del primo Ottocento italiano. Infine merita un'occhiata ammirata il Palazzo Vanni, nella parte piu' elevata del borgo, sede del museo delle figurine di gesso e dell'emigrazione. Allontanandosi un poco dai confini del borgo si scopre il villaggio fortificato di Ghivizzano, risalente all'Alto Medioevo e facente parte del territorio di Coreglia, ottimamente conservato e ancora permeato di un affascinante profumo d'antico