Please, enable JavaScript on your browser
abbazia di san liberatore a majella a serramonacesca pescara, italy - abruzzo
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 sito religioso ABBAZIA DI SAN LIBERATORE A MAJELLA

sito religioso
ABBAZIA DI SAN LIBERATORE A MAJELLA

ABBAZIA DI SAN LIBERATORE A MAJELLA

L'Abbazia di San Liberatore alla Maiella e' uno dei piu' antichi monasteri dell'Abruzzo; e' ubicata nel territorio del comune di Serramonacesca in provincia di Pescara.L'abbazia si trova immersa in uno scenario di suggestivo valore naturalistico, si presenta con una facciata bianca equilibrata nei volumi e affiancata da un campanile a pianta quadrata sviluppato in tre piani traforati da monofore, bifore e trifore. La facciata ha uno schema disegnato da rilievi verticali con un gusto lombardo. La ripartizione interna dell'impianto basilicale e' a tre navate con sette arcate a tutto tondo che insistono su pilatri triangolari. Al presbiterio si accede attraverso tre archi di trionfo (manca quello centrale), che poggiano su piloni a forma di croce e terminanti con belle decorazioni a ovuli e dentelli; questo stesso tipo di decorazione divide in senso orizzontale le muraglie della navata centrale sino a portarsi sull'abside, terminando in tre ordini circolari. Il soffitto e' a capriate lignee; nella navata sinistra si scorgono gli originari accessi al chiostro e alla residenza del monastero, rappresentate da due porte decorate; e' possibile notare sull'architrave della seconda porta il caratteristico motivo a fiori tipico del romanico abruzzese. Il pavimento della navata centrale presenta una bella e rara composizione geometrica policroma databile intorno al 1200, mentre gli affreschi che ornavano il catino dell'abside, un tempo uniti, oggi sono ammirabili separatamente dopo l'ultimo restauro; il primo, posizionato su pannelli e' del XVI secolo e raffigura il monaco Teobaldo, fondatore dell'abbazia, il secondo, piu' antico (XII secolo), rimasto nella sua posizione originaria presenta tracce di figure di santi. L'ambone si presenta a cassa di forma quadrata e presenta notevoli somiglianze con la pari struttura dell'Abbazia di San Clemente a Casauria e di San Pelino a Corfinio