Please, enable JavaScript on your browser
deruta a deruta - umbria
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 citta  borgo DERUTA

citta  borgo
DERUTA

Promozioni

DERUTA

Il nome nasce come variante di 'Diruta', cioe' 'rovinata', in riferimento alla fuga dei perugini dalla loro citta', incendiata da Ottaviano nel 40 a.C. durante la guerra civile che lo vide opporsi a Lucio Antonio. Gli abitanti della citta' distrutta, 'diruta', si stabilirono sul colle dell'odierna Deruta, che prese il nome di 'Perugia vecchia'. E' molto conosciuto per ' l'arte della ceramica' .Oltre alle ceramiche, che si possono acquistare direttamente nelle botteghe artigiane, occorre ricordare l'olio extravergine d'oliva di Castelleone, apprezzato dai palati piu' raffinati come, in passato, quello di Gabriele D'Annunzio. Da vedere Andiamo subito al cuore del borgo, per evitare l'impressione che l'ampia zona abitativa e industriale sorta negli ultimi decenni parallelamente alla strada statale E 45 ne abbia offuscato l'identita' originaria. L'Umbria nei sogni di molti rimane una costellazione di antichi borghi in un mare di verde. D'altronde, il territorio di Deruta e' segnato dai depositi argillosi che hanno consentito ai suoi abitanti di procacciarsi la materia prima con cui realizzare le ceramiche, e il ritorno a questa attivita', dopo secoli di declino, si paga con qualche scalfitura all'estetica. Tutto nel borgo parla di vasai e dell'arte della ceramica, a partire dal museo della ceramica. Ma procediamo con ordine. Si entra nel centro storico dalla porta di San Michele Arcangelo, ai cui lati si notano resti delle mura di cinta. Poco piu' avanti sono visibili le strutture di alcune fornaci del Cinquecento. La fontana a pianta poligonale del 1848 ci accoglie in piazza dei Consoli, che ha forma allungata e ospita i principali edifici pubblici e religiosi. L'odierno palazzo municipale, al cui interno si trova anche la pinacoteca comunale, e' l'antico Palazzo dei Consoli, sobria architettura trecentesca rammodernata nel XVIII secolo lasciando inalterate le bifore ogivali che, con il portale, abbelliscono la facciata. Nell'atrio, reperti archeologici romani e medievali. La torre trecentesca ha bifore in stile romanico. Sulla stessa piazza si affaccia il complesso francescano, ossia il convento

   Promozioni vicine

  • RESIDENCE APARTMENTS BORGO LIZORI

    GIFT VOUCHER
    Da 01/06/2017 a 08/01/2018 |   Promozione in corso

   Iniziative vicine

Iniziative non trovate