Please, enable JavaScript on your browser
palazzo guidobono e piazza aristide arzano a tortona - piemonte
Promotions found !
Look in the IdeasForTravels home page

 sito architettonico PALAZZO GUIDOBONO E PIAZZA ARISTIDE ARZANO

sito architettonico
PALAZZO GUIDOBONO E PIAZZA ARISTIDE ARZANO

PALAZZO GUIDOBONO E PIAZZA ARISTIDE ARZANO

Edificato come dimora signorile nel XV secolo, appartenne ad un ramo dei Guidobono di Tortona che lo lasciarono in eredita' ai Guidobono, feudatari e poi conti di Castellaro e Monleale, agli inizi del XVIII secolo. Ampiamente rimaneggiato, fu destinato a sede del governatore sabaudo della citta' e della provincia. Tra fine Ottocento e inizi Novecento svolse la funzione di centro amministrativo della citta'; vi fu infatti trasferita la sede della municipalita' repubblicana e divenne dimora del sindaco napoleonico, il 'Maire'. Nel 1939-1942 l'architetto Carlo Ceschi realizzo' l'odierna la facciata in stile gotico. Dalla meta' degli anni '50 fino al 1996 ospito' gli Istituti Civici Culturali: Museo Romano, Biblioteca e Pinacoteca civiche. Attualmente e' sede dell'Ufficio IAT (Informazioni e Accoglienza Turistica) e di mostre temporanee (vedi pag. &). Il Palazzo conserva al suo interno una porta bronzea, opera rilevante e di pregevole esecuzione, presumibilmente del XIX secolo. Notevole e' anche il soffitto ligneo quattrocentesco con motivi araldici. Al piano terra e' presente il Sarcofago di Publio Elio Sabino, databile alla seconda meta' del III secolo d.C.; il sarcofago e' costituito da una cassa in marmo bianco di considerevoli dimensioni, con una serie di bassorilievi. Fu fatto scolpire da una liberta di origine greca in onore del figlio morto in giovane eta'. Nel sotterraneo sono visibili resti di muratura e di un pavimento a mosaico romani, oltre ad una 'niviera' rinascimentale, utilizzata in passato per raccogliere la neve durante i mesi invernali e conservare i cibi deperibili. In attesa di ospitare nuovamente la collezione archeologica del Museo Civico, Palazzo Guidobono e' diventato il punto riferimento per esposizioni temporanee tendenti a valorizzare le diverse forme artistiche. Pittura, fotografia, scultura, arte classica e contemporanea, artisti di fama internazionale e nomi emergenti, si alternano in questa splendida cornice in un approccio che coniuga la valorizzazione dell'artista e l'offerta ai visitatori di molteplici occasioni e spunti di natura culturale. La piazza e' caratterizzata dalla presenza del quattrocentesco Palazzo Guidobono e di una torre civica, ricostruita sul tracciato di una costruzione piu' antica. L'aspetto attuale della piazza e' il prodotto della trasformazione urbanistica a cui fu sottoposta la citta' negli anni '40 del secolo scorso. Nel corso degli interventi furono demolite alcune case antistanti Palazzo Guidobono e parte del palazzo stesso, aprendo la nuova area intitolata in seguito al generale Aristide Arzano, promotore nel 1903 della 'Societa' per gli studi di storia, economia ed arte del Tortonese', grazie al cui impulso nacquero successivamente il Museo e la Biblioteca civica. A lato della piazza Arzano, in via Carlo Mirabello, si trova il Palazzo Civico sede della Biblioteca Civica e il Chiostro del Convento dell'Annunziata adiacente al Teatro Civico.

PALAZZO GUIDOBONO E PIAZZA ARISTIDE ARZANO è consigliato da

comune di tortona

COMUNE DI TORTONA

La città di Tortona (circa 27.500 abitanti) si trova nell'Italia nord occidentale, in Piemonte, al confine con le regioni Liguria, Lombardia ed Emilia Romagna. Dista 75 km da Milano, 115 km da Torino e 75 km da Genova. Posta a sud del territorio della provincia di Alessandria, si situa ai piedi di ariose colline e delle prime propaggini delle Alpi Liguri e si affaccia sulla pianura Padana. Ciò la rende un luogo piacevole per le bellezze naturali e le attrazioni storiche e culturali che vanta, ma anche un territorio ideale al centro del triangolo industriale del nord-ovest (Milano and Torino and Genova) ed al convergere di strategiche linee di comunicazione, sia autostradali che ferroviarie, per chi è alla ricerca di un luogo idoneo ad insediarvi un'attività imprenditoriale. Il territorio comunale è attraversato dalla A7 (Ge-Mi) e dalla A21 (To-Pc), collegate fra loro proprio grazie agli svincoli presenti a Tortona, nelle immediate vicinanze del casello che le collega alla viabilità ordinaria; è inoltre servito dalle linee ferroviarie Genova and Milano e Torino and Bologna. Le prime testimonianze dell'esistenza di Tortona risalgono all'epoca preistorica (VIII and V secolo a.C.), quando, ad opera dei Liguri venne costruita una prima fortificazione sul colle, oggi polmone verde della città e sede dei resti di una superba fortezza distrutta in epoca Napoleonica. In epoca romana Tortona esisteva già nel 120 a.C. ed era crocevia di importanti vie di comunicazione. Del periodo romano Tortona conserva ancor oggi significative vestigia tra cui resti delle mura, dell'acquedotto e dei monumenti sepolcrali. L'economia del tortonese è prevalentemente agricola ed artiginanale ma anche l'industria ha avuto il suo rilievo grazie soprattutto alla fabbrica di macchine agricole Orsi, cessata nel 1964, ed alla Graziano spa, produttrice di torni e tuttora in attività. Attualmente è sede del Centro Logistico Multimodale di Rivalta Scrivia, un vero polo logistico multifunzionale, e del Parco Scientifico Tecnologico, insediamento per attività imprenditoriali innovative e laboratori universitari di ricerca e sviluppo Tortona si trova al centro del convergere di tre splendide vallate: la valle Scrivia e le valli Curone Grue e Ossona (prendono i nomi dai corsi d'acqua che le attraversano) famose ed apprezzate in modo particolare dagli amanti di un ambiente incontaminato e della buona tavola. Innumerevoli prodotti enogastronomici oggetto di tutela a livello Europeo (D.O.C. and Denominazione di Origine Controllata) vengono coltivati nell'area del tortonese: vini, formaggi, ortaggi, tartufi e funghi sono le principali attrazioni dell'enogastronomia locale. L'abbazia cistercense di Rivalta Scrivia (fondata nel 1150 d.c.) ed il Pellizza da Volpedo, il pittore internazionalmente famoso per il 'Quarto Stato', sono solo due esempi del patrimonio culturale della città e dei suoi immediati dintorni. Tra i personaggi famosi nati nel territorio tortonese si ricordano Fausto Coppi, uno dei più grandi campioni ciclisti di tutti i tempi e Luigi Orione, proclamato santo da Papa Giovanni Paolo II nel 2004. La città è sede vescovile e dispone di molti punti di interesse tra cui spiccano il Teatro civico, musei e palazzi storici. AssaggiaTortona, Cantarà e Catanaj, Arena Derthona e la Fiera di Santa Croce sono tra gli eventi più popolari. Il Municipio è sito nel ristrutturato complesso immobiliare denominato ex Caserma Passalacqua, originariamente adibito a scuderie, palestra ginnastica e ricovero mezzi pesanti dell'ex complesso militare.


Per informazioni:
Tel.: 0131864290
Email: manifestazioni@comune.tortona.al.it
Sito Web: http://www.vivitortona.it